Doja Cat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Doja Cat
Doja Cat Hot Pink Party2 (cropped).png
Doja Cat al party di rilascio del suo album Hot Pink al Museum of Sex di New York
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenerePop rap
Trap
Periodo di attività musicale2013 – in attività
EtichettaRCA Records
Album pubblicati2
Studio2
Logo ufficiale
Sito ufficiale

Doja Cat, pseudonimo di Amala Zandile Dlamini (Los Angeles, 21 ottobre 1995), è una rapper e cantautrice statunitense.

Ha esordito nel mondo della musica nel 2014 con l'EP Purrr!, trainato dai singoli So High e No Police. È ritornata sulle scene nel 2018 con il suo primo album Amala, contenente i singoli Candy, che ha ricevuto popolarità su TikTok, e Mooo!, il cui video è divenuto virale su YouTube.

Nel 2019 ha pubblicato il singolo Juicy, in collaborazione con Tyga, che ha raggiunto la 41ª posizione della Billboard Hot 100, diventando il primo brano della rapper ad entrare in tale classifica. Esso ha anticipato il suo secondo album, Hot Pink, che ha ottenuto un notevole successo commerciale promosso dalla hit Say So, che ha scalato le classifiche di numerosi paesi, e da altri brani come Rules, Cyber Sex e Like That.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Doja Cat proviene da una famiglia d'arte. Suo padre, Dumisani Dlamini, è un attore, compositore e produttore cinematografico sudafricano noto per Sarafina!.[1] Sua madre ebrea-statunitense, Deborah Elizabeth Sawyer, è una pittrice; anche sua nonna era un'artista. Ha studiato pianoforte e danza da bambina e da adolescente. Ascoltava suo fratello rappare, e ciò l'ha motivata a sviluppare le sue capacità d’autrice e rap.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Doja Cat ha pubblicato il suo singolo di debutto So High nel 2013, ma è arrivata alla ribalta nel marzo 2014, quando ha firmato con la RCA Records e ha pubblicato il suo EP di debutto, Purrr!.[2] So High è stato inserito nella colonna sonora della serie TV Empire, precisamente nel terzo episodio della prima stagione. No Police è stato pubblicato come secondo singolo estratto da Purrr!. Il 13 luglio 2017, Doja Cat ha partecipato al singolo Right Side di L8LOOMER.

Il 1 febbraio 2018, ha pubblicato il singolo Roll with Us come primo estratto dal suo album di debutto. Il 9 marzo 2018, ha pubblicato il secondo singolo Go to Town insieme al suo video musicale sul suo canale YouTube. Il 30 marzo, è stato pubblicato il primo album in studio di Doja Cat, Amala. Il 10 agosto, Doja Cat ha pubblicato una canzone intitolata Mooo! su YouTube.[3] La canzone è diventata rapidamente virale ed ha attirato l'attenzione e gli elogi di artisti famosi quali Chance the Rapper, Katy Perry e Chris Brown.[4]

Nel febbraio 2019, Doja Cat ha pubblicato il singolo Tia Tamera con Rico Nasty come singolo principale estratto dall’edizione deluxe di Amala, e nell’agosto successivo ha pubblicato un remix della traccia Juicy con Tyga, accompagnato da un video musicale.[5] Il brano è stato il primo della rapper ad entrare nella Billboard Hot 100, raggiungendo la 41ª posizione. Il 7 novembre viene pubblicato il secondo album in studio, intitolato Hot Pink, annunciato cinque giorni prima e accompagnato dai singoli Bottom Bitch, Rules e Cyber Sex.[6] L'album ha raggiunto la 17ª posizione nella Billboard 200, registrando un forte successo anche in altri paesi oltre oceano.[7] Il 15 dicembre Doja Cat è stata confermata nella colonna sonora del film Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn con la canzone Boss Bitch.[8]

A partire da dicembre 2019, una delle canzoni presenti in Hot Pink, Say So, ha iniziato a riscuotere successo grazie ad una challenge sul social TikTok. In seguito a questa notorietà il brano è stato pubblicato come singolo il 28 gennaio 2020. La canzone si è rivelata la prima hit di successo della rapper a livello mondiale, raggiungendo la 9ª posizione della Billboard Hot 100, la 7ª nella classifica dei singoli del Regno Unito e toccando la top 10 in altri paesi nord-americani ed europei.[9][10]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Doja Cat è stata fidanzata per quasi un anno con il cantante Johnny Utah.[11]

Influenze musicali[modifica | modifica wikitesto]

È nota per essere ispirata da Erykah Badu, Pharrell Williams, Nicki Minaj, Jamiroquai, PartyNextDoor e Drake, così come dalla cultura indiana, dall'induismo e dalla cultura giapponese.[12][13] Tra le sue influenze artistiche ha citato anche Gwen Stefani, Busta Rhymes, Christina Aguilera e Kelis.[14]

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Nel settembre 2018, è stata attaccata per diversi suoi vecchi tweet omofobi. In particolare, in uno risalente al 2015, descriveva i rapper Tyler the Creator ed Earl Sweatshirt con slang omofobi.[15]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Discografia di Doja Cat.

Tournée[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Dumisani Dlamini's daughter is flying the flag high in the States, su TimesLIVE. URL consultato il 28 febbraio 2020.
  2. ^ LA Singer Doja Cat Drops Her New EP Purrr!, su thefader.com. URL consultato il 28 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 25 settembre 2014).
  3. ^ (EN) Everyone is saying Doja cat is ‘cancelled’ after she tweeted homophobic slurs, su The Daily Dot, 29 agosto 2018. URL consultato il 31 agosto 2019.
  4. ^ Doja Cat Talks the Viral Success of 'Mooo,' Getting a Chance the Rapper Co-Sign & Lessons Learned From Debut LP 'Amala', su Billboard. URL consultato il 31 agosto 2019.
  5. ^ (EN) Doja Cat Recruits Tyga for "Juicy" Remix Video, su Complex. URL consultato il 31 agosto 2019.
  6. ^ (EN) Roman White, Doja Cat Announces Sophomore LP ‘Hot Pink’ Dropping November 7, su The Source, 4 novembre 2019. URL consultato il 15 gennaio 2020.
  7. ^ (EN) Billboard 200; Week of november 23, 2019, su Billboard. URL consultato il 15 dicember 2020.
  8. ^ (EN) Sam Moore, Doja Cat has recorded a new song for the ‘Birds of Prey’ film, su New Musical Express, 17 dicembre 2019. URL consultato il 15 gennaio 2020.
  9. ^ (EN) Bryan Rolli, Doja Cat Earns Her First Top 20 Hit With ‘Say So’, su Forbes, 10 marzo 2020. URL consultato il 19 marzo 2020.
  10. ^ (EN) Doja Cat Includes Girl Who Invented ‘Say So’ Viral TikTok Dance In Her Music Video & Fans Are Loving It, su Capital FM, 28 febbraio 2020. URL consultato il 19 marzo 2020.
  11. ^ (EN) Doja Cat and Johnny Utah broke up in February 2020., PopBuzz. URL consultato il 19 marzo 2020.
  12. ^ (FR) Music Interview - J'ai interviewé Doja Cat, la nouvelle princesse du RnB | Ninkimag, su ninkimag.fr. URL consultato il 31 agosto 2019.
  13. ^ (EN) deecompress, Who is Doja Cat?, su deecompress, 8 marzo 2016. URL consultato il 31 agosto 2019.
  14. ^ (EN) X. X. L. Staff, Doja Cat Wants to Be Taken Seriously as a Rapper, su XXL Mag. URL consultato il 22 marzo 2020.
  15. ^ Micah Peters, The Rapid Rise and Fall of Doja Cat in the Era of "Cancel" Culture, su The Ringer, 3 settembre 2018. URL consultato il 31 agosto 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0004 6572 6144