Dniproavia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dniproavia
Logo
Dniprovavia ERJ-145.jpg
StatoUcraina Ucraina
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione1933
Chiusura2017
Sede principaleDnipropetrovsk
GruppoPrivat Group
SettoreTrasporto
Prodottitrasporto aereo
Sito webwww.dniproavia.com/
Compagnia aerea charter
Codice IATAZ6
Codice ICAOUDN
Indicativo di chiamataDNIEPRO
HubAeroporto internazionale di Dnipropetrovsk
AlleanzaUkrainian Aviation Group
Flotta2 (nel 2017)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia
Boeing 737-400 nella livrea storica della Dniproavia.

La Dniproavia (in ucraino: Дніпроавіа, in russo: Днеправиа) era una compagnia aerea charter ucraina con sede a Dnipro in Ucraina. Al termine del 2017 ha dichiarato bancarotta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La compagnia aerea è stata fondata e ha iniziato le attività nel 1933 come squadra d'aria integrata di Dnipropetrovsk. In origine faceva parte di Aeroflot.

Il 22 giugno 1996 la compagnia aerea è diventata una società per azioni che comprende l'Aeroporto di Dnipropetrovsk sotto controllo e di proprietà del demanio dell'Ucraina.

Dniproavia ha annunciato una perdita di poco più di 6 milioni di dollari per il 2006, nonostante l'aumento dei ricavi del 17% e l'aumento del 54% dei passeggeri trasportati. La colpa della perdita è la cancellazione dei suoi voli verso la Germania: questi voli sono stati sospesi a seguito di una controversia con le autorità tedesche per l'accesso all'aeroporto di Dnipropetrovsk (controllato da Dniproavia) da parte di Lufthansa.

Nell'ottobre del 2009 Dniproavia e l'Aeroporto di Dnipropetrovsk sono stati venduti dal governo ucraino alla società di investimento Galtera, basata a Dnipropetrovsk.

Strategia[modifica | modifica wikitesto]

La Dniproavia gestiva i voli di linea nazionali ed internazionali di linea e charter con lo hub principale e la base tecnica all'Aeroporto di Dnipropetrovsk, in Ucraina.

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

La flotta della Diniproava nel 2010 includeva i seguenti aeromobili[1]:

Flotta storica[modifica | modifica wikitesto]

Accordi commerciali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]