Djustine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Djustine
fumetto
Lingua orig. italiano
Paese Italia
Autore Enrico Teodorani
Genere fantawestern

Djustine è un personaggio immaginario protagonista della omonima serie a fumetti fantawestern creata da Enrico Teodorani.[1]

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio venne creato nella seconda metà degli anni novanta da Enrico Teodorani che realizzò una serie di brevi storie auto-conclusive a volte di sole sei/otto pagine. Le prime due brevi storie realizzate vennero pubblicate su un paio di fanzine di scarsa diffusione. Successivamente Teodorani decise di continuarne la pubblicazione in proprio su albi fotocopiati che distribuiva per posta e che raccoglievano varie storie brevi. La successiva trasformazione in un fumetto seriale, anche se privo di una periodicità fissa, ne fece diventare la protagonista l'erede delle eroine dei tascabili a fumetti erotici degli anni sessanta e settanta italiani come Vartàn di Sandro Angiolini e il passaparola lo fece diventare un piccolo fenomeno di culto fra gli appassionati italiani di tascabili per adulti e fra quegli di fumetti con tematiche bondage e fetish americani tanto da far definire l'autore il John Willie italiano. L'interessa verso il personaggio spinse l'editore americano Carnal Comics a pubblicarlo negli USA nella serie Djustine: Tales of the Twisted West, mentre in Italia, l'editore Coniglio pubblicò due volumi dedicati al personaggio nella collana I Classici dell'Erotismo, per poi pubblicarne una serie di storie sulla rivista X Comics. Successivamente, dal 2007 le storie del personaggio sono pubblicate in Italia solo dalla EF Edizioni mentre negli USA, oltre che dalla Carnal Comics, sono state pubblicate su riviste antologiche della AC Comics e della Virus Comix.[1][2]

Alla fine degli anni novanta le folli storie di Djustine, una bionda pistolera, venivano pubblicate su albi autoprodotti in fotocopia venduti ed inviati tramite posta ai fan. Dal 2003, il fumetto Djustine è stato regolarmente pubblicato in libri da E.F. Edizioni e dal magazine per adulti X-Comics da Coniglio Editore e negli Stati Uniti nella serie Djustine: Tales of the Twisted West da Carnal Comics.[3]

Il creatore di Djustine, Enrico Teodorani, dopo avere abbandonato il fumetto si è dedicato alla narrativa, con una predilezione per storie ambientate nella Romagna rurale (bibliografia essenziale: "Nero romagnolo", EF Edizioni, 2014; "Romagna a mano armata", EF Edizioni, 2014; "Incubi rurali", con Andrea Cavaletto, EF Edizioni, 2015; "Gotico romagnolo", Edizioni Scudo, 2016; "Durìn", Edizioni Scudo, 2017).

Fra gli artisti che hanno disegnato le storie di Djustine (sempre su testi di Teodorani) ci sono nomi come Silvano, Luciano Bernasconi, Andrea Bulgarelli, Luigi Siniscalchi, Luca Raimondo, Nik Guerra, Cristina Fabris, Gianluca Pagliarani, Luca Casalanguida e Antonio Conversano, americani come Joe Vigil, Mike Hoffman, Frank Brunner, Val Mayerik, Marat Mychaels, Tim Tyler, Jeff Austin, Jason Crager (Jewett), Sam Glanzman, Jason Waltrip, SS Crompton e altri artisti internazionali come Enrique Badia Romero, Alfonso Font e John McCrea.

Genesi del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Enrico Teodorani voleva realizzare una versione spaghetti-western della Justine del Marchese de Sade. Il nome del personaggio è una fusione fra Django, nota pellicola western all'Italiana, e Justine, protagonista dell'opera di de Sade.[1]

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Djustine è una ragazza senza passato, molto bella che vive avventure per il selvaggio far west brutale cercando di salvarsi da morti viventi, culti pagani, stupratori, esseri deformi e band di criminali.[1] Le storie sono ambientate in uno strano mondo gotico/western nel 1880.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Bizzarro Cinema - Djustine - Intervista ad Enrico Teodorani, su www.bizzarrocinema.it. URL consultato l'11 luglio 2017.
  2. ^ (IT) Djustine - Recensioni, su www.lospaziobianco.it. URL consultato l'11 luglio 2017.
  3. ^ (EN) Paul Green, Encyclopedia of Weird Westerns: Supernatural and Science Fiction Elements in Novels, Pulps, Comics, Films, Television and Games, McFarland, 14 ottobre 2009, ISBN 9780786458004. URL consultato l'11 luglio 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]