Pro League 2009-2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Division I 2009-2010)
Pro League 2009-2010
Jupiler Pro League 2009-2010
Competizione Pro League
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 107ª
Organizzatore URBSFA/KBVB
Date dal 1º agosto 2009
al 9 maggio 2010
Luogo Belgio Belgio
Partecipanti 16
Risultati
Vincitore Anderlecht
(30º titolo)
Retrocessioni E. Mouscron
Roeselare
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2008-2009 2010-2011 Right arrow.svg

La Jupiler Pro League 2009-2010 è stata la 107ª edizione della massima divisione belga, legata ormai dal 1993 al nome della Jupiler, famosa birra di Jupille. È iniziata l'8 agosto 2009 e si è conclusa il 9 maggio 2010.

La stagione precedente è terminata con uno spareggio per l'assegnazione dello scudetto tra Anderlecht e Standard Liegi, con la vittoria di quest'ultimo, giunto così al 10° successo della sua storia. È stato promosso in prima divisione il Sint-Truiden.

Questo torneo è il primo a 16 squadre, a causa della riduzione di 2 unità delle formazioni partecipanti decisa dalla Federazione nel 2008, come parte di un complesso disegno di riforma del campionato stesso.

Malgrado i consistenti cambiamenti alla formula del torneo, il suo vincitore non è mai stato in dubbio, dato l'indiscusso dominio del Anderlecht, il quale, capolista solitario già alla 3ª giornata, ha concluso la stagione regolare con 12 punti di vantaggio sul Club Brugge, secondo, e si è matematicamente laureato campione già a 4 giornate dal termine del girone finale andando a vincere 2-1 proprio sul campo dei Blauw en Zwart di Bruges. Per i biancomalva di Bruxelles è arrivato dunque il 30º titolo.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

La riforma del campionato[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 maggio 2008, a conclusione della stagione 2007-08, la Federazione annunciò un piano di riforma della Prima Divisione da eseguirsi in due fasi. Nella prima, al termine del campionato 2008-09 il numero di squadre partecipanti venne ridotto da 18 a 16, con una sola promozione dalla Seconda Divisione a fronte di 3 retrocessioni dalla D1 (di cui l'ultima determinata mediante un girone di spareggio). Nella seconda, a partire dalla stagione 2009/10 sono stati introdotti i play-off, con i quali verranno determinati sia il club vincitore, sia i piazzamenti nelle coppe europee.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Al termine di un tradizionale girone unico di 30 giornate, l'ultima classificata retrocederà direttamente in D2, mentre tutte le altre compagini parteciperanno ad uno dei playoff previsti, in base al proprio piazzamento.

Le squadre classificate dal 1º al 6º posto giocheranno il Play-off Scudetto, un girone unico di 10 giornate la cui vincitrice si aggiudicherà il titolo 2009/10; le prime due classificate avranno inoltre accesso al 3º turno preliminare della Champions League 2010/11, mentre la terza parteciperà all'Europa League 2010/11 a partire dal 3º turno preliminare.

Le squadre dalla settima alla quattordicesima posizione daranno luogo al Play-off Europa League. Esse saranno suddivise in 2 gironi da 4 formazioni ciascuno (Gruppo A, 7°,9°,12° e 14°; Gruppo B, 8°,10°,11°,13°), e dopo 6 giornate le due prime classificate si scontreranno tra loro in uno scontro andata-ritorno. La vincitrice di quest'ultimo, infine, contenderà alla 4ª classificata del Play-off Scudetto il diritto di partecipare al 2º turno preliminare dell'Europa League, in una partita singola definita Test-match.

La formazione 15ª classificata invece parteciperà, assieme alle squadre piazzatesi seconda, terza e quarta in D2, al Play-off Salvezza, un girone di 6 giornate la cui vincitrice avrà il diritto di giocare la stagione successiva in D1.

Il fallimento del Mouscron[modifica | modifica wikitesto]

L'Excelsior di Mouscron, già da 5 anni alle prese con gravi problemi finanziari, ha visto culminare la sua crisi nel dicembre 2009, allorché i suoi giocatori si sono rifiutati di scendere in campo a causa del mancato pagamento degli stipendi di novembre e dicembre. L'ipotesi di un intervento della proprietà del Manchester City per rilevare il club, da più parti ventilata negli stessi giorni, non si è però mai concretizzata.

La dirigenza si è quindi rassegnata a dichiarare bancarotta il 28 dicembre 2009, anche perché le regole della Federazione prevedono che dopo 3 partite consecutive perse a tavolino un club retroceda automaticamente in terza divisione, ed il Mouscron era prossimo ad incorrere in tale sanzione.

Di conseguenza, il Mouscron è stato classificato al 16º ed ultimo posto, e tutte le partite da esso giocate annullate; sono stati anche risolti tutti i contratti con giocatori e tecnici, ora liberi di accasarsi altrove.

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos Squadra Pt G V N P GF GS DR Post Season
1. Anderlecht 69 28 22 3 3 62 20 +42 Play-off
Scudetto
2. Club Bruges 57 28 17 6 5 52 33 +19
3. Gent 49 28 14 7 7 49 30 +19
4. Kortrijk 45 28 12 9 7 39 30 +9
5. Sint-Truiden (N) 42 28 12 6 10 35 35 +0
6. Zulte Waregem 41 28 10 11 7 39 32 +7
7. Malines 39 28 12 3 13 36 46 -10 Play-off
Europa League
8. Standard Liegi (C) 39 28 10 9 9 38 34 +4
9. Cercle Bruges 38 28 11 5 12 45 40 +5
10. G. Beerschot 35 28 9 8 11 30 43 -13
11. Genk 34 28 8 10 10 33 31 +2
12. Westerlo 32 28 8 8 12 28 34 -6
13. Charleroi 23 28 5 8 15 28 45 -17
14. Lokeren 18 28 5 3 20 22 54 -32
15. Roeselare 18 28 4 6 18 29 58 -29 Play-off salvezza
16. E. Mouscron* 0 0 0 0 0 0 0 0 The death.svg 3ª Divisione

* Il Mouscron è classificato all'ultimo posto causa bancarotta, e tutti i risultati delle partite da esso disputate in stagione sono stati annullati.

** In caso di arrivo a pari punti, l'unico parametro preso in considerazione è il numero complessivo di vittorie; in caso di ulteriore parità, è previsto uno spareggio.

Play-off Scudetto[modifica | modifica wikitesto]

Punteggi di ingresso*[modifica | modifica wikitesto]

* Le squadre che accedono a questo girone (27 marzo-8 maggio 2010) portano in dote la metà dei punti conquistati durante la stagione regolare, con eventuale arrotondamento per eccesso.

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos Squadra Pt G V N P GF GS DR Qualificazioni europee
1. Anderlecht 59 10 7 3 0 24 9 +15 Champions League 2010/11
3º turno preliminare
2. Gent 41 10 4 4 2 20 13 +7
3. Club Bruges 41 10 3 3 4 14 15 -1 Europa League 2010/11 - 3º turno preliminare
4. Sint-Truiden 34 10 3 4 3 9 10 -1 Test match
5. Kortrijk 33 10 3 1 6 9 13 -4
6. Zulte Waregem 28 10 2 1 7 7 23 -16

Europa League play-off[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo A[modifica | modifica wikitesto]

Pos Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Westerlo 10 6 3 1 2 12 9 +3
2. Malines 10 6 3 1 2 10 8 +2
3. Cercle Bruges 7 6 2 1 3 9 12 -3
4. Lokeren 6 6 1 3 2 12 14 -2

Gruppo B[modifica | modifica wikitesto]

Pos Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Genk 16 6 5 1 0 12 3 +9
2. Standard Liegi 8 6 2 2 2 8 5 +3
3. G. Beerschot 5 6 1 2 3 6 12 -6
4. Charleroi 4 6 1 1 4 4 10 -6

Finale play-off Europa League[modifica | modifica wikitesto]

Genk
2 maggio 2010, ore 20:30 UTC+1
Andata
Genk 2 – 2 Westerlo Cristal Arena
Arbitro Paul Allaerts

Westerlo
7 maggio 2010, ore 20:30 UTC+1
Ritorno
Westerlo 0 – 3 Genk Het Kuipje
Arbitro Johan Verbist

Test match[modifica | modifica wikitesto]

Genk
13 maggio 2010, ore 20:30 UTC+1
Andata
Genk 2 – 1 Sint-Truiden Cristal Arena (22.183 spett.)
Arbitro Jerome Efong Nzolo

Sint Truiden
16 maggio 2010, ore 20:30 UTC+1
Andata
Sint-Truiden 2 – 3 Genk Staaienveld (10.747 spett.)
Arbitro Johan Verbist

Play-off salvezza[modifica | modifica wikitesto]

Pos Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Eupen 13 6 4 1 1 9 4 +5
2. Mons 8 6 2 2 2 8 8 +0
3. KVSK United 6 6 2 0 4 7 7 +0
4. Roeselare 6 6 1 3 2 5 10 -5

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Relativa alla sola stagione regolare

Calciatore Squadra Gol
Belgio Romelu Lukaku Anderlecht
15
Senegal Ibrahim Sidibe Sint-Truiden
13
Camerun Dorge Kouemaha Club Bruges
13
Francia Cyril Théréau Charleroi
12
Francia Teddy Chevalier Zulte Waregem
12
Polonia Dawid Janczyk Lokeren
11
Serbia Milan Jovanović Standard Liegi
10
Belgio Faris Haroun G. Beerschot
9
Senegal Elimane Coulibaly Gent
9
Irlanda Dominic Joseph Foley Cercle Bruges
9
Marocco Mbark Boussoufa Anderlecht
9
Bahrein Jaycee Okwunwanne E. Mouscron
8
Camerun Aloys Nong Malines
8
Polonia Mahamadou Dissa Roeselare
8

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

*Finalista perdente della Coppa del Belgio, vinta dal Gent per 3-0 (Bruxelles, gara unica)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]