Divieto di frequentare osterie e pubblici spacci di bevande alcooliche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il divieto di frequentare osterie e pubblici spacci di bevande alcooliche è una misura di sicurezza personale non detentiva prevista dall'art. 234 codice penale italiano.

Disciplina[modifica | modifica wikitesto]

Il divieto di frequentare osterie e pubblici spacci di bevande alcooliche ha la durata minima di un anno. Il divieto è sempre aggiunto alla pena, quando si tratta di condannati per ubriachezza abituale o per reati commessi in stato di ubriachezza, sempre che questa sia abituale. Nel caso di trasgressione, può essere ordinata inoltre la libertà vigilata o la prestazione di una cauzione di buona condotta.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto