Distomatosi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Le distomatosi sono parassitosi causate da platelminti trematodi digenei (distomi). I distomi sono tutti endoparassiti, che alternano una riproduzione sessuata da adulti, con produzione di uova a una moltiplicazione allo stadio larvale, in un mollusco, con generazione di altre larve, che infestano l'ospite definitivo.

Eziologia[modifica | modifica wikitesto]

tra i distomi patogeni per l'uomo si annoverano

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

Gli adulti sono piatti e lunghi da meno di 1mm a pochi cm. I distomi hanno due ventose (due "bocche"), una orale e una ventrale; all'apertura orale segue il faringe e l'intestino a fondo cieco. L'assorbimento dei composti nutritivi avviene attraverso il tegumento; l'emoglobina è digerita nell'intestino. L'apparato escretore è costituito dai protonefridi, con cellule a fiamma, che confluiscono in un dotto collettore mediano, che si apre al polo escretore caudale. Il sistema nervoso consiste in un plesso cerebrale con 3 cordoni. I distomi (tranne gli schistosomi) sono tutti ermafroditi. L'apparato genitale maschile è composto da 2 testicoli dai quali parte il canale deferente che porta lo sperma al cirro, organo copulatore. Gli spermatozoi escono dal cirro, risalgono l'utero verso il ricettacolo del seme. L'apparato genitale femminile è composto da un ovaio che produce le cellule uova, le quali scendono l'ovidotto e raggiungono l'ootipo. Lo sperma, che scende dal ricettacolo nell'ootipo, feconda le uova. Le uova scendono attraverso l'utero dopo essere state rifornite di cellule vitelline e dopo essere state ricoperte da un guscio. Raggiungono l'atrio genitale e vengono liberate all'esterno dal poro genitale.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Keiser J, Utzinger J. Emerging foodborne trematodiasis. Emerg Infect Dis [serial on the Internet]. 2005 Oct [date cited]. [1]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Medicina