Distintivo di assalto generale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Distintivo di assalto generale
Allgemeines Sturmabzeichen
General Assault Badge.jpg
Flag of the German Reich (1935–1945).svg
Terzo Reich
Tipo Distintivo al valore
Status cessato
Istituzione 1 giugno 1940
Cessazione 8 maggio 1945
Motivo della cessazione Caduta della Germania nazista con la resa incondizionata e l'occupazione del paese da parte delle forze alleate
Concessa a soldati
Concessa per ricompensare i militari della Wehrmacht
Campagna Seconda Guerra Mondiale
Onorificenze della Germania nazista

Il distintivo di assalto generale (in tedesco Allgemeines Sturmabzeichen), promosso dal comandante della Heer il Generalfeldmarschall Walther von Brauchitsch e istituito il 1 giugno 1940, è stato un distintivo onorifico della Germania Nazista assegnato ai militari della Wehrmacht durante la seconda guerra mondiale[1].

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

soldato della Wehrmacht con il distintivo posto correttamente sotto il taschino sinistro della divisa.

Dal 22 giugno 1943 la medaglia venne divisa per il conferimento in quattro classi rappresentanti il numero di assalti eseguiti con vittoria dall'individuo cui viene conferito il distintivo: 20, 50, 75, o 100 assalti.

Ai sensi della legge sui titoli, ordini e decorazioni del 26 luglio 1957 promulgata dalla Repubblica Federale di Germania la decorazione può essere utilizzata, qualora conferita, sotto rimozione del simbolo nazista dal distintivo.

alcune versioni denazificate del distintivo.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Disegnato da Wilhelm Ernst Peekhaus, il distintivo è formato da una corona di cinque foglie di quercia su ciascun lato della medaglia con un paio di ghiande alla base ospitante l'emblema nazionale dell'aquila nazista che sormonta una baionetta ed una stielhandgranate 24 incrociate fra loro.

Il premio veniva indossato sulla parte inferiore del taschino sinistro della divisa, sotto la Croce di Ferro di I Classe, o grado equivalente, in caso di aggiudicazione[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ John Angolia, For Führer and Fatherland: Military Awards of the Third Reich, R. James Bender Publishing, 1987, pag. 92. ISBN 0912138149
  2. ^ John Angolia, For Führer and Fatherland: Military Awards of the Third Reich, R. James Bender Publishing, 1987, pag. 92-93. ISBN 0912138149

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • John Angolia, For Führer and Fatherland: Military Awards of the Third Reich, R. James Bender Publishing, 1987. ISBN 0912138149