Disgaea 3: Absence of Justice

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Disgaea 3: Absence of Justice
Disgaea 3.jpg
Sviluppo Nippon Ichi Software
Pubblicazione Nippon Ichi, Square Enix
Serie Disgaea
Data di pubblicazione PlayStation 3:
Giappone 31 gennaio 2008[1]
Flags of Canada and the United States.svg 26 agosto 2008[1][2]
Flag of Europe.svg 20 febbraio 2009[3]

PlayStation Vita:
Giappone 17 dicembre 2011
Flags of Canada and the United States.svg 17 aprile 2012[4]
Flag of Europe.svg 20 aprile 2012

Genere Videogioco di ruolo, Strategia a turni
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma PlayStation 3, PlayStation Vita
Supporto Blu-ray Disc
Fascia di età CERO: A
ESRB: T
OFLC (AU): PG
PEGI: 12, turpiloquio, sesso
Periferiche di input Sixaxis o DualShock 3
Preceduto da Disgaea 2: Cursed Memories
Seguito da Disgaea 4: A Promise Unforgotten

Disgaea 3: Absence of Justice (魔界戦記ディスガイア3 Makai Senki Disugaia Surī?) è il terzo videogioco appartenente alla serie Disgaea, ideata dalla Nippon Ichi, pubblicato il 31 gennaio 2008 in Giappone per la console PlayStation 3 e successivamente il 26 agosto dello stesso anno nel Nord America.

A differenza dei precedenti due titoli, dispone di contenuti ricavabili attraverso il servizio online PlayStation Network.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il gioco ci mostra un collegio del Makai, conosciuto come Accademia del Male "Maritsu". In questa scuola demoniaca, uno studente esemplare è colui che arreca fastidio o, peggio ancora, si atteggia malavitosamente. Chi pratica maggiormente tali attività, è valutato come "Studente dell'Anno"; invece, studenti attenti in classe e studiosi, sono esonerati e vengono definiti "delinquenti".

Mao, figlio del direttore, non ha mai partecipato alle lezioni sin dal primo giorno. Sua velleità è surclassare il padre e raggiungere la gratifica di Overlord del Makai. Leggendo alcune tavole del suo manga, definisce il suo ruolo di tritura-demoni, necessario al diventare Overlord; per lui, diventare un eroe gli permetterebbe di adunghiare il tanto desiderato clamore.

Raspbery, delinquente della scuola, scopre le ambizioni di Mao, prossimo a sgombrarla dalla sua attuale carica di "Delinquente nº 1"; decide, inesorabilmente, di contrastarlo. Essendo una "delinquente", cerca di discuterne con Mao ma, frattanto, un vero eroe, Almaz, da lontano scruta i due e, fraintendendo, interviene. Sconfitto da Mao, quest'ultimo si accerta ancor di più del suo futuro radioso e glorioso come araldo della pace e prosperità.

Mao si appropria del titolo di "Eroe", mentre Almaz diventa un demone. Mutando nell'aspetto, Almaz rimane al seguito di Mao, sperando di riappropriarsi della sua precedente posizione, dovesse Mao cedere alle fatidiche future sfide. Molti sono i tentativi di persuaderlo, ma tutti falliscono. Geoffry, maggiordomo di Mao, disdice l'intromissione di Almaz. Frattanto, molti avvenimenti trasformano la scuola; principale avvenimento è la comparsa di numerosi "delinquenti", propugnati dalla Classe Maggiore. Combattendoli, Mao scova come il suo servo stesse architettando questa magagna da tempo, oltre ad essere il super eroe del suo fumetto in incognito, lasciando a Mao l'arbitrio di potenziarsi per diventare Overlord e, dunque, essere sconfitto da lui stesso. Mao decide di erompere le sue ire verso gli umani ma, placato dalle paroli deferenti dei suoi amici e compagni, segue il Super Eroe, sbigottito dalla resistenza al male di Mao.

Il Super Eroe considera Mao un fastidio, ed invia contro lui i suoi scagnozzi, facilmente sconfitti dal coraggio e dall'amore provato da Mao verso se ed i suoi compagni. L'Eroe, emozionato dalla forza erculea dei prossimi sfidanti, rivela loro il suo potere, accumulatosi grazie a tutti gli Overlord da lui sbaragliati. Dopo un estenuante battaglia, Mao e compagni gli prevalgono.

Mao viene eletto Overlord e dirigerà la Scuola Demoniaca a lungo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Disgaea 3: Absence of Justice Related Games in GameSpot. URL consultato il 6 ottobre 2013.
  2. ^ (EN) Disgaea 3: Absence of Justice Review in IGN. URL consultato il 6 ottobre 2013.
  3. ^ (EN) DISGAEA 3: Absence of Justice Available Across Europe in February in MCV, 7 gennaio 2009. URL consultato il 7 gennaio 2009.
  4. ^ (EN) NIS America Will Pull Disgaea 3: Absence of Detention Out Of The Netherworld in Siliconera, 15 settembre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]