Discussioni template:Partiti politici in Italia/archivio-3

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Coalizioni[modifica wikitesto]

Seguendo gli attuali criteri che prevedono una suddivisione ion coalizioni e non in aree politiche il "centro" non ha motivo di esistere dato che la presenza dell'UDEUR in un'eventule coalizione è stata esclusae dato che l'allenaza tra l'UDC e la Rosa Bianca è ancora tuttsa da vedersi--Corsetto 16:33, 23 feb 2008 (CET)

Infatti quella parte è in stand-by in attesa di chiarimenti, sopra si è deciso di modificarlo quando tutto sarà più chiaro. --Skyluke 16:43, 23 feb 2008 (CET)

Hei non era male la modifica di Sebi1! Era da perfezionare ma l'aggiunta della parola "coalizioni" mi sembra facesse chiarezza! Paolos 10:35, 25 feb 2008 (CET)

Ehi, sarà ma ogni singola modifica era contro i criteri che ci siamo dati! --Checco 10:44, 25 feb 2008 (CET)

Faccio notare che sono rappresentate le aree politiche sinistra, csx, centro, cdx e dx e poi ci sono i cosiddetti altri. Il Partito Socialista fa parte storicamente del centrosinistra e di certo non si può mettere fra gli "altri" solo perchè non è coalizzato col partito maggiore del csx che di certo non ha il monopolio dell'area. Lo stesso discorso vale per i Popolari Udeur che sono un partio di centro indipendentemente dalla loro alleanza con udc e rosa bianca che di certo non sono il centro tout court. Riguardo alla sinistra non capisco perchè una forza che elettoralmente non è stata testata come sinistra democratica non venga ritenuta forza minore come si è fatto per la rosa bianca che è nella stessa sistuazione, poi la Sinistra Arcobaleno non è tutta la sinistra, vi invito quindi a rivedere i critiri che avete adottato che sono alquanto bislacchi, sono stati adottati pesi e misure diverse per situazioni che appaiono simili e piaccia o non piaccia ci sono le coalizioni anche se piccole che fanno parte delle aree politiche, nessuno può occupare un'area politica in esclusiva escludendo gli altri non coalizzati. --Sebi1 11:28, 25 feb 2008 (CET)

Leggiti bene i criteri (e troverai le risposte ad alcune tue domande) e fai eventualmente proposte che verranno vagliate. E' un periodo caldo e sono sconsigliate modifiche pesanti senza una preventiva discussione. --Checco 11:35, 25 feb 2008 (CET)
E per i nomi delle coalizioni leggiti la nota in basso ;) --Skyluke 11:53, 25 feb 2008 (CET)

se avete scelto di adottare la rappresentazione per area politica quello che al momento viene riportato ripeto è a dir poco bislacco

  • Esistono le coalizioni, seppur mini, all'interno delle aree politiche?
  • Chi non si coalizza o apparenta non fa più parte dell'area politica di riferimento?
  • Il PS fa parte storicamente del centrosinistra?
  • I Popolari Udeur sono inequivocabilmente un partito che si colloca nell'area politica di centro?
  • La sinistra arcobaleno rappresenta l'area politica della sinistra tout court?
  • Sinistra democratica è una formazione politica ancora non testata elettoralmente al pari della rosa bianca e quindi da classificare come minore?
  • I Radicali italiani sono da ritenersi un partito minore anche se hanno % storicamente simili a IDV, PDCI e Verdi? --Sebi1 12:12, 25 feb 2008 (CET)
Ok passiamo alle spiegazioni esplicite: il template è diviso in coalizioni, non in aree politiche, dato che per questa tornata elettorale le coalizioni non hanno nome si è deciso, come puoi leggere in questa pagina, di mettere il riferimento all'area politica della coalizione, come compromesso tra le varie opinioni, nulla vieta di cambiarlo, ma prima di fare il cambiamento proponilo qui e discutiamone (e questo risponde ai tuoi primi 4 quesiti). I criteri per il template non tengono conto della rappresentanza storica, in fondo nemmeno PD e PDL sono stati presenti a competizioni elettorali, la classificazione è dettata da criteri sull'attuale rappresentanza nelle istituzioni, Sinistra Democratica ha più di 20 parlamentari, quindi rientra in uno dei criteri dei maggiori, i radicali, al contrario di IDV, PdCI e Verdi, non hanno corrispondenza nei requisiti per i maggiori partiti, quindi va nei minori. --Skyluke 12:24, 25 feb 2008 (CET)

ah adesso è tutto molto più chiaro...è evidente che chi ha elaborato questi criteri ha poca dimistichezza con la politica...onde per cui in base a questi strampalati criteri si rappresentano con una giravolta spaziale le coalizioni facendo però riferimento alle aree politiche, onde per cui tutte le forze non coalizzate sono discriminate e messe nell'incolore calderone degli altri, poi sempre in base a questi illuminati criteri di rappresentazione del quadro politico si tiene conto della forza parlamentare ma non del peso elettorale effettivo, sinistra democratica non è da classificare come partito minore perchè ha ben 20 parlamentari, i radicali solo 6, il PS ha solo 18 parlamentari, diciamo invece che in base a come lo volete rappresentare vi trovate il criterio ad hoc. Sarebbe da mobilitare qualche militante socialista per far vedere come anche su wikipedia il loro partito venga marginalizzato, escluso e ridotto a partito minore e partito altro, nemmeno con la dignità della sua area politica di sempre, il centrosinistra. Comunque se si vuole una wikipedia regno del pressapochismo e del fai da te dilettantistico il lavoro svolto è ottimo. Saluti. --Sebi1 12:48, 25 feb 2008 (CET)

Le obiezioni esposte da Sebi1, pur se avanzate con un pò di focosità, non sono infondate. Come ormai noto, ha espresso anch'io alcune critiche su alcuni aspetti della riorganizzazione dei criteri, che si prestano a problemi tecnici e discrezionali. Ci sono particolari, come quelli dei colori di sfondo, che andrebbero risolti in due minuti con una votazione (essendo aspetti del tutto marginali), ed altri invece, importanti, che sono stati introdotti en passant.
Il concetto che vorrei far passare è che, se anche trovassimo l'unanimità dei consensi su una proposta, data la delicatezza del template di cui stiamo parlando, tale proposta dovrebbe essere strutturata in modo più asettico possibile, onde non prestarsi a critiche di utenti che intervengano successivamente (come successo con Sebi1).
I criteri oggettivi a cui aggrapparci per i criteri di questo template, sono due: le leggi elettorali e le rappresentanze assembleari. Ogni altro criterio, anche se condiviso al momento, sarebbe POV e passibile di scontri in futuro. In effetti, l'argomentazione di Sebi1 non è infondata: anche se c'è stato consenso, chi può dire che 20 sia la soglia di parlamentari necessari per fare un partito maggiore? Perchè non 30? O 15? Non ha torto neppure quando parla delle coalizioni e aree politiche: se si scrive Centro-Sinistra, è innegabile: il PS è un partito di csx (per quanto durerà, stante le anticipazioni che ho già fornito).
In tal senso, propongo una prima tornata di ritocchi ai criteri, volti a renderli più asettici:
A - o si torna a dare il proprio nome alle coalizioni (magari sostituendolo col candidato Premier) OPPURE si va per aree, e quindi si svuota la casella "altri partiti". Entrambe le strade sono percorribili (personalmente preferirei la prima), però l'attuale sistemazione è veramente sbagliata: il PS è un partito di csx, l'UDEUR di centro.
B - annosa querelle. Come ho lungamente spiegato, l'attuale criterio numero 1.1 è inutile (avendo reinserito la clausola dell'eletto nazionale=citazione nel template, e stante l'aggiunta dei criteri regionali). Avendolo verificato dati alla mano dal 1979 (1a elezione del PE) ad oggi, in nessun caso tale criterio serve per inserire qualsivoglia partito. Oltre che inutile, è pure dannoso: potrebbe saltar fuori qualche fans di micropartiti estremisti, e sostenere che, ad esempio, anche lo 0,5% possa essere sufficiente. Va tolto perchè al meno inutile, al più dannoso.
C - Attuale criterio 1.2 : non ha una ratio, è quindi è passibile di attacchi POV. E' stato fatto per tener conto dei partiti che, legislatura in corso, si formino in parlamento. Tenuto conto dei cani sciolti ed adottando il principio che un partito si fa in più persone, il criterio andrebbe riformulato così: avere 2 rappresentanti IN UNA DELLE DUE CAMERE nel Parlamento Italiano. Il criterio sarebbe a quel punto asettico: a chi voglia alzare la soglia, si potrà dire che ogni altro numero sarebbe POV non meno del 2, e a chi voglia abbassarla, che una persona sola non fa un partito (mentre invece il singolo eletto alle elezioni non è solo: ha dietro il sostegno oggettivo ed innegabile dei suoi elettori).
D - Criterio 3.2: per tutto il discorso fatto con Sebi1, l'attuale formulazione è POV: Sebi1, simpatizzante del PS, dice che la soglia di 20 è stata posta in maniera arbitraria, per quanto condivisa. Abbiamo un solo criterio oggettivo che distingua un partito maggiore da uno minore: la dotazione di un gruppo parlamentare, o in alternativa l'inclusione nel Gruppo Misto. In tal senso, il criterio andrebbe così cambiato: esprimere UN GRUPPO PARLAMENTARE nelle Camere Italiane. Introdotto tale principo NPOV, si potrebbe anche abrogare l'attuale criterio 3.1 in quanto ridondante o, meglio, limitarlo alle elezioni europee (coprendo il criterio 3.2 quelle italiane).--Lochness 14:48, 25 feb 2008 (CET)
Il criterio dell'1% è fatto apposta per tenere nel template partiti come il PS, anche dopo le prossime elezioni, visto che quel partito difficilmente supererà la soglia del 4% e piuttosto supererà di poco l'1%. Nessuna discriminazione quini, ma semmai il desiderio di preservare la presenza di partiti come il PS anche in futuro.
E' vero che ogni criterio è arbitrario, ma credo che siamo giunti a una versione molto asettica e logica. Venendo ai punti di Lochness:
A: Ritengo molto migliore il criterio dell'1% perché sottolinea una presenza elettorale di un certo riguardo, per quanto esigua. Per quanto ripetitivo lo terrei. Ricordo che l'o nel criterio va interpretato come aut: si vede l'elezione più vicina, anche politica, e come si sa può succedere che un partito prenda il 3,9% e non elegga nessuno. Ci vuole un criterio che non discrimini i partiti non coalizzati, come il PS, e questo è quel criterio. Se proprio si vuole, vista l'attuale numero di MPE italiani (che probabilmente diminuirà) e l'attuale legge elettorale per le Europee (che potrebbe venire presto modificata), si può togliere il "o europee".
B: Va bene così com'è. La proposta di Lochness sarebbe una discriminazione positiva per i partiti presenti alla Camera, dato che avere 2 membri in una Camera di 630 eletti non è la stessa cosa che averne 2 in un Senato di 315 eletti, in pratica un senatore non può valere come un deputato. Per questo, semmai, propongo di tornare alla vecchia formula: 3 parlamentari (deputati o senatori) o 4 deputati o 2 senatori.
C: Mi oppongo a considerare criterio asettico l'avere un gruppo parlamentare, che alla Camera si può avere con anche 4-5 deputati, grazie alle deroghe. Oltretutto i gruppi parlamentari sono spesso cosa diversa dai partiti e dunque sarebbero un elemento fuorviante. Cosa si fa con il Gruppo Autonomie (vuol dire che la SVP ha un gruppo oppure no?)? E con il gruppo Socialisti e Radicali (ce l'hanno entrambi o nessuno?)? E con il gruppo DC-MpA-PRI-Indipendenti? Molto meglio com'è adesso.
Tutte queste proposte vanno a modificare cose sulle quali si è già ragionato e discusso, arrivando alla conclusione che "era meglio di no", anche per le ragioni esposte da me sopra. Bene il dibattito, ma rimango contrario.
Ricapitolando sono favorevole solo a due piccole modifiche: togliere "o europee" dal cirterio 1.1 e reintrodurre la formula "3 parlamentari (deputati o senatori) o 4 deputati o 2 senatori" dal criterio 1.2. Se Lochness è d'accordo bene, se no non avrò molto da aggiungere. --Checco 15:25, 25 feb 2008 (CET)

Questa signora [1] è eurodeputata del PS, sono stufo di ripetere che gli altri criteri coprono l'attuale 1.1. In effetti, si può in alternativa eliminare il termine "europee" dall'1.1, dato che, ricordo, nelle elezioni del PE gli italiani sono solti "dar sfogo" alle loro "fantasie elettorali": nel passato abbiamo avuto risultati diversi una settimana dopo le politiche, o il PCI che ha vinto le elezioni, o i Radicali al 10%. Sono ovviamente i classici "dati scientifici anomali della serie". Ripeto, io taglierei la testa al toro (si è parlato di en.wiki: si basano sugli eletti i template sui partiti inglesi, tedeschi, svizzeri, etc, etc), però siamo in Italia, e in Italia le inutili complicazioni sono di casa... :-(
Sui 2/3/4 parlamentari, si può tornare alla vecchi formula. Noto però un conflitto con la matematica: se si dice che bastano 3 parlamentari, perchè aggiungere 4 deputati?????
Questione dei 20: se stiamo a vedere, un partito più piccolo può avere più deputati di uno più grande: basta che faccia parte della coalizione vincente che ha usufruito del premio di maggioranza. Non vogliamo correre il rischio delle deroghe alla Camera (se più partiti hanno un unico gruppo, è chiaro che il singolo partito non ha un gruppo): prendiamo il Senato. Oltretutto, 20 parlamentari su 945 eletti fa poco più del 2% (spostamenti dovuti al jackpot di maggioranza esclusi): che ci sta a fare allora il criterio del 4% dei voti? Va bene che i gruppi cambiano di consistenza nel tempo, ma raddoppiare/dimezzarsi è un pò troppo...--Lochness 16:53, 25 feb 2008 (CET)

Il dato di fatto è che la "fotografia" che proponete su wiki del quadro politico italiano è falso. Non ci si può appropriare della denominazione di un'intera area politica per indicare una parte seppur maggioritaria che altro non è che una coalizione che fa parte di quell'area ma non è l'area tout court. Per cui la coalizione del PD+Idv+rad. non è il centrosinistra, affermare ciò e dire il falso, stessa cosa per la sinistra, per il centro e per la destra. Gli inglesi sono riusciti a rappresentare meglio la situazione, possibile che noi italiani siamo così incapaci? --Sebi1 16:03, 25 feb 2008 (CET)

"Gli inglesi" sono io (!!!) e se fai riferimento al template in en.Wiki sfondi una porta aperta con me. --Checco 16:17, 25 feb 2008 (CET)
Mi pare che io e Checco, avevamo proposto di cambiare i nomi alle coalizioni sulla falsariga di en.wiki, ma nessuno ha "raccolto" l'invito. --Skyluke 16:21, 25 feb 2008 (CET)
Infatti, bisogna essere pragmatici: tutte le volte che ho proposto modifiche simili a quelle che avevo fatto nel template in en.Wiki (in cui, sia chiaro, i nomi dei candidati compariranno fino alle elezioni, non oltre) sono state rifiutate. Per il nome delle coalizioni abbiamo usato quelli esistenti dove ci fosse e abbiamo utilizzato la dicitura "PD-led coalition" nel caso di PD e alleati. Non mi sembra che ci sia consenso verso tali modifiche, ma se ci fosse sarei iper-d'accordo. Al contrario, sarei quantomeno affetto da doppia personalità... --Checco 16:29, 25 feb 2008 (CET)
Anch'io ho sostenuto di rimettere i nomi delle coalizioni.--Lochness 16:31, 25 feb 2008 (CET)

Proposta Skyluke[modifica wikitesto]

(multiconflittato)Torniamo all'antica abitudine di fare proposte visive.

Stemma della Repubblica Italiana Partiti politici italiani
La Sinistra
L'arcobaleno
La Sinistra - l'Arcobaleno (Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Democratica - Partito dei Comunisti Italiani - Federazione dei Verdi)
Partito Democratico Partito Democratico - Italia dei Valori
Minori: Radicali Italiani
Regionali: Südtiroler Volkspartei - Partito Autonomista Trentino Tirolese
? (ancora in trattative) Unione dei Democratici Cristiani e di Centro
Minori: Rosa Bianca
Popolo della Libertà Il Popolo della Libertà (Forza Italia - Alleanza Nazionale) - Lega Nord
Minori: PdL (Democrazia Cristiana per le Autonomie - Liberal Democratici - Azione Sociale - Partito Pensionati) - Partito Repubblicano Italiano - Movimento per l'Autonomia
Regionali: Riformatori Sardi - Partito del Popolo Sardo
La Destra-MSFT Minori: La Destra - Fiamma Tricolore
Altri non in coalizioni Minori: Partito Socialista - Popolari UDEUR
Regionali: Union Valdôtaine - Stella Alpina - Fédération Autonomiste - Union für Südtirol - Die Freiheitlichen - Progetto NordEst - Partito Sardo d'Azione
Partiti politici minori - Partiti politici regionali - Movimenti politici - Partiti politici del passato

Che ne pensate?--Skyluke 16:33, 25 feb 2008 (CET)

Benissimo! Propongo solo 5 modifiche minori:
  • cambiare il colore per "La Destra" con il colore attualmente usato nel template;
  • scrivere tra parentesi "in federazione" o "federato" dopo LN e MpA;
  • sostituire "Altri non in coalizioni" in "Altri" o al massimo "Altri non coalizzati" perché comunque anche una lista sola è una coalizione (con leader) a legge vigente;
  • mettere i link delle coalizioni;
  • eventualmente) togliere "Popolo della Libertà" tra i partiti, esattamente come in en.Wiki.
--Checco 16:47, 25 feb 2008 (CET)

I nomi delle coalizioni non si possono usare perchè non esistono per tutti. L'unica cosa abbastanza lineare e assodata è che in italia abbiamo queste aree politiche: Sinistra, Centrosinistra, Centro, Centrodestra, Destra...all'interno di queste si dovrebbero rappresentare le coalizioni con o senza nome specifico, frutto di alleanze, apparentamenti e ospitalità e poi i non coalizzati o diversamente coalizzati ma pur sempre appartenenti alla stessa area politica.

Al limite sarebbe Partito Democratico e alleati, perchè la coalizione non ha un nome e di certo non si può chiamare centrosinistra tout court perchè non lo è in toto, il PdL non è il nome della coalizione perchè la Lega Nord non ne fa parte ma ne è alleata, è al limite il nome del cartello elettorale o della federazione di partiti. --Sebi1 16:54, 25 feb 2008 (CET)

Come vedi è difficile trovare un accordo. Utilizzare le aree politiche diventerebbe un problema, ragione per cui abbiamo scartato l'idea tanto tempo fa. Non è né lineare né assodato. Come classifichiamo l'IdV (sinistra? centro? destra?) e la Lega Nord (per è di centro, per altri di estrema destra...)? Senza contare che alcuni partiti di centro sono poi ideologicamente di destra e viceversa. Un esempio? L'UDC: si dice di centro, ma le sue posizioni sui temi etici sono alla destra di moltissimi partiti europei classificabili come centro-destra. Sarebbero discussioni senza fine. Utilizziamo le coalizioni. Per il PdL sono d'accordo con la proposta di Skyluke, sul PD & Co. va bene "Partito Democratico e alleati". --Checco 17:13, 25 feb 2008 (CET)

A me pare invece più lineare la rappresentazione delle coalizioni e dei partiti attraverso le aree politiche piuttosto che attraverso coalizioni che in alcuni casi non hanno nome, oggi ci sono e domani chissà. L'idv è chiaramente un partito che sta in una coalizione dell'area del centrosinistra, la lega è in una coalizione di centrodestra per cui è in quell'area che attualmente si colloca, l'udc si definisce un partito di centro e non sta a noi dire il contrario, fino a quando non cambiano la collocazione sono partiti che si identificano con quell'area politica. La definizione poi di "minori" è inutile, che senso ha mettere nei partiti della destra minori?

Proposta Sebi1[modifica wikitesto]

questa è la cosa più sensata: --Sebi1 17:40, 25 feb 2008 (CET)

Stemma della Repubblica Italiana Partiti politici italiani
SINISTRA Coalizione: La Sinistra - l'Arcobaleno (Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Democratica - Partito dei Comunisti Italiani - Federazione dei Verdi)
Altri: Sinistra Critica
CENTRO-SINISTRA Coalizione: Partito Democratico - Italia dei Valori - Radicali Italiani
Altri: Partito Socialista - Unione Democratica per i Consumatori
Regionali: Südtiroler Volkspartei - Partito Autonomista Trentino Tirolese
CENTRO Unione dei Democratici Cristiani e di Centro - Rosa Bianca
Altri: Popolari UDEUR
CENTRO-DESTRA Coalizione: Il Popolo della Libertà (Forza Italia - Alleanza Nazionale) - Lega Nord - Movimento per l'Autonomia
Minori: PdL (Democrazia Cristiana per le Autonomie - Liberal Democratici - Azione Sociale - Partito Pensionati) - Partito Repubblicano Italiano
Regionali: Riformatori Sardi - Partito del Popolo Sardo
DESTRA La Destra - Fiamma Tricolore
ALTRI Regionali: Union Valdôtaine - Stella Alpina - Fédération Autonomiste - Union für Südtirol - Die Freiheitlichen - Progetto NordEst - Partito Sardo d'Azione
Partiti politici minori - Partiti politici regionali - Movimenti politici - Partiti politici del passato
Non condivido la proposta di Sebi1 al 100% per le ragioni esposte sopra. Fa solo confusione. --Checco 17:46, 25 feb 2008 (CET)

e scusa la confusione sarebbe dovuta al fatto che tu non riesci a collocare l'idv e la lega nord e pensi che l'udc sia in realtà un partito di destra? e quindi se tu sei confuso vuoi confondere anche chi legge wikipedia? La cosa come è esposta è invece chiara e cristallina ci sono le aree politiche (certe) e all'interno le coalizioni e i partiti non coalizzati. --Sebi1 17:57, 25 feb 2008 (CET)

Vedo che banalizzi e non argomenti. Non ho niente da aggiungere alla mia totale opposizione verso l'organizzazione del template per aree politiche. --Checco 19:53, 25 feb 2008 (CET)
Tra l'altro, in base a cosa si divide in 5 aree politiche? Di certo c'è che le aree politiche sono 3, sinistra, centro e destra, poi le coalizioni possono spaziare tra i 3 campi, e fare dei mix, ma cosa impedisce di dividere in 6, 8 o 9 aree politiche, ad esempio inserendo estrema destra ed estrema sinistra? O extraparlamentari di sinistra e di destra? Condordo con Checco sul fatto che crea confusione, sembra esseri una grossa coalizione alleata con forse più piccole, all'interno di ogni area, cosa evidentemente falsa. E poi perchè nella proposta di Sebi1 i partiti della sinistra sono tutti in small mentre AN ed FI no? perchè rosa bianca e radicali son scritti grandi e altri in small? Non vedo nessun criterio logico in questa proposta.--Skyluke 20:54, 25 feb 2008 (CET)
Anche il centro poi non è altro che lo spazio tra la destra e la sinistra... --Checco 21:27, 25 feb 2008 (CET)

Proposta Juanm[modifica wikitesto]

Secondo me è meglio per coalizioni ... sinistra arcobaleno, PD, UDC (+rosa bianca se ci stanno), PdL e La Destra. Dato che i radicali si presentano nelle stesse liste del PD, l'ho segnalato come fatto sotto Ho spostato la rosa tra gli altri perché tra loro e l'UDC non c'è nulla di definito. E se si presentano insieme faranno lista unica.

Stemma della Repubblica Italiana Partiti politici italiani
La Sinistra
L'arcobaleno
La Sinistra - l'Arcobaleno (Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Democratica - Partito dei Comunisti Italiani - Federazione dei Verdi)
Partito Democratico Partito Democratico - Italia dei Valori
Minori: PD(Radicali Italiani)
Regionali: Südtiroler Volkspartei - Partito Autonomista Trentino Tirolese
UDC Unione dei Democratici Cristiani e di Centro
Minori: UDC (Rosa Bianca)
Popolo della Libertà Il Popolo della Libertà (Forza Italia - Alleanza Nazionale) - Lega Nord
Minori: PdL (Democrazia Cristiana per le Autonomie - Liberal Democratici - Azione Sociale - Partito Pensionati) - Partito Repubblicano Italiano - Movimento per l'Autonomia
Regionali: Riformatori Sardi - Partito del Popolo Sardo
La Destra-MSFT Minori: La Destra - Fiamma Tricolore
Altri partiti Minori: Partito Socialista - Popolari UDEUR
Regionali: Union Valdôtaine - Stella Alpina - Fédération Autonomiste - Union für Südtirol - Die Freiheitlichen - Progetto NordEst - Partito Sardo d'Azione
Partiti politici minori - Partiti politici regionali - Movimenti politici - Partiti politici del passato

---juanm- 23:03, 25 feb 2008 (CET)

Ottima proposta. Ci sono solo dei piccoli errori di battitura da sistemare. Propongo solo 3 modifiche minori (come sopra):
  • cambiare il colore per "La Destra" con il colore attualmente usato nel template;
  • scrivere tra parentesi "in federazione" o "federato" dopo LN e MpA;
  • togliere "Popolo della Libertà" tra i partiti, esattamente come in en.Wiki.
--Checco 23:11, 25 feb 2008 (CET)
La scritta federato per LN e MPA è superflua, inoltre non è previsto nella legge elettorale, sono coalizzati tanto quanto l'IdV col PD, se si toglie il Pdl dai partiti va tolta anche la sinistra arcobaleno (ome in en.wiki), che teoricamente ha senso dato che il template è sui partiti e non sulle liste elettorali, se poi in futuro FI e AN si sciolgono amen, si mette tra i partiti. L'UDC se resta da sola non ha senso tenerla lì come coalizione di un solo partito, va messa con Altri. --Skyluke 00:23, 26 feb 2008 (CET)
Concordo su tutto con Skyluke, eccetto sull'UDC. Anche se va da sola è di fatto una coalizione per la legge elettorale, tale e quale a La Sinistra che pure presenta una lista unitaria. --Checco 00:57, 26 feb 2008 (CET)
La legge elettorale fa distinzione tra liste e coalizioni, anche con gli sbarramenti, più che altro, è il pdl e la sinistra arcobaleno che non sono coalizioni ma confederazioni. --Skyluke 01:10, 26 feb 2008 (CET)
La distinzione nei fatti non si applica alle coalizioni formate da una sola lista. Perché se una coalizione non viene ammessa, le liste della coalizione che oltrepassano gli sbarramenti entrano comunque nel riparto dei voti nel riparto dei voti. -juanm- 15:53, 26 feb 2008 (CET)

Caro checco se l'UDC che va da sola è una coalizione lo è anche il PS partito di csx che voi volete relegare nel calderone incolore degli altri e ci sono trattative in corso con l'UD di Bordon. Fate sempre due pesi e due misure. Comunque qua mi pare che ve la cantate e ve la suonate voi due... --Sebi1 09:36, 26 feb 2008 (CET)

Ti sbagli. Certo che anche il PS, se va da solo è coalizione tanto quanto l'UDC, ma non penso che un partito dell'1% debba avere una sezione tutta per sè. In ogni caso, anche l'UDC, se non supererà la soglia prevista, verrà ricacciato tra gli "altri". Nessun peso e due misure. Penso che siamo stati il più possibile equilibrati. --Checco 10:22, 26 feb 2008 (CET)

modificato il colore. vediamo

Su en.wiki mettono solo tre coalizioni e poi due gruppi di partiti ... inoltre hanno apparentemente congelato la situazione a fine 2007
Per l'UDC e La Destra ... chi non raggiungerà le soglie ovviamente entrerà nel calderone dei nani a pieno titolo
l'UD di Bordon non appare nei sondaggi, e non è sufficiente a Boselli per passare gli sbarramenti -juanm- 15:53, 26 feb 2008 (CET)

Proposta alternativa Sebi1[modifica wikitesto]

Stemma della Repubblica Italiana Partiti politici italiani
La Sinistra
L'arcobaleno
(sinistra)
La Sinistra - l'Arcobaleno
(Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Democratica - Partito dei Comunisti Italiani - Verdi)
Partito Democratico
(e alleati)
(centrosinistra)
Partito Democratico - Italia dei Valori
nelle liste del PD: (Radicali Italiani)
Regionali: Südtiroler Volkspartei - Partito Autonomista Trentino Tirolese
UDC
(centro)
Unione dei Democratici Cristiani e di Centro
Popolo della Libertà
(e alleati)
(centrodestra)
Il Popolo della Libertà (Forza Italia - Alleanza Nazionale) - Lega Nord - Movimento per l'Autonomia
nelle liste del PdL: (Democrazia Cristiana per le Autonomie - Liberal Democratici - Azione Sociale - Partito Pensionati - Partito Repubblicano Italiano)
Regionali: Riformatori Sardi - Partito del Popolo Sardo
La Destra-MSFT (destra) La Destra - Fiamma Tricolore
Altri partiti
(non coalizzati)
sinistra: Sinistra Critica
centrosinistra: Partito Socialista - Unione Democratica per i Consumatori
centro: Rosa Bianca (in trattativa con UDC) - Popolari UDEUR
Regionali: Union Valdôtaine - Stella Alpina - Fédération Autonomiste - Union für Südtirol - Die Freiheitlichen - Progetto NordEst - Partito Sardo d'Azione
Partiti politici minori - Partiti politici regionali - Movimenti politici - Partiti politici del passato
Personalmente preferisco la versione attuale o l'ultima versione Skyluke. Anche questa è foriera di grandi confusioni. --Checco 10:22, 26 feb 2008 (CET)

La versione attuale è FALSA e deve al più presto essere cambiata, la versione ultima di sky è incompleta, le coalizioni non si chiamano ne partito democratico, ne popolo della libertà, il PS non può essere semplicemente buttato tra gli altri senza identità d'area politica. Questa versione è più completa e viene incontro alle vostre posizioni completandole. Il problema è che le confusioni sono da ricercare da un'altra parte. --Sebi1 10:37, 26 feb 2008 (CET)

Di quest'ultima versione salverei l'indicazione di (non coalizzati) nella sezione altri e (e alleati) su pd e pdl, ma non capisco che senso ha tenere l'udc separato, l'indicazione dell'area politica non credo sia necessaria, in fondo è solo un template di navigazione, ulteriori informazioni sono contenute nella voce stessa; in ogni caso Sebi, questo template subirà una profonda modifica dopo le elezioni, a quel punto lo scenario politico dovrebbe chiarirsi. --Skyluke 10:58, 26 feb 2008 (CET)

Proposta Corsetto[modifica wikitesto]

Stemma della Repubblica Italiana Partiti politici italiani
Fausto Bertinotti La Sinistra - l'Arcobaleno (Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Democratica - Partito dei Comunisti Italiani - Federazione dei Verdi)
Walter Veltroni Partito Democratico - Italia dei Valori
Minori: Radicali Italiani
Regionali: Südtiroler Volkspartei - Partito Autonomista Trentino Tirolese
Pier Ferdinando Casini Unione dei Democratici Cristiani e di Centro
Minori: Rosa Bianca
Silvio Berlusconi Il Popolo della Libertà (Forza Italia - Alleanza Nazionale) - Lega Nord
Minori: PdL (Democrazia Cristiana per le Autonomie - Liberal Democratici - Azione Sociale - Partito Pensionati) - Partito Repubblicano Italiano - Movimento per l'Autonomia
Regionali: Riformatori Sardi - Partito del Popolo Sardo
Daniela Santanchè Minori: La Destra - Fiamma Tricolore
ALTRI Minori: Partito Socialista - Popolari UDEUR
Regionali: Union Valdôtaine - Stella Alpina - Fédération Autonomiste - Union für Südtirol - Die Freiheitlichen - Progetto NordEst - Partito Sardo d'Azione
Partiti politici minori - Partiti politici regionali - Movimenti politici - Partiti politici del passato

Credo che al momento questo sia il template più obiettivo e meno sensibile a edit war. Trovo le proposte di Skyluke e di Juanm troppo approssimative (chi l'ha detto che il nome della coaliziopne è il nome della maggiore lista? La Lega Nord non fa parte del Popolo della Libertà, è una forzatura e una macroscopica imprecisione. Le proposte di Sebi, se possibile, sono ancor meno condivisibili e paiono fatte apposta per scongiurare un consenso e aizzare polemiche e edit war. Per esempio chi l'ha detto che il Mobvimento dell'Autonomia è di centrodestrab e non di centro? Se si fosse alleato con l'UDC sarebbe stato automaticamente di centro??? --Corsetto 15:10, 26 feb 2008 (CET)

Noto che non hai compreso perché le coalizioni nella versione vigente sono state denominate così. Comunque sia, non sostengo la tua proposta. --Checco 15:13, 26 feb 2008 (CET)
Le coalizioni non hanno scelto un nome ufficiale. La procedura è stata creare il partito grosso e metterci dentro i nani a forza, apparentando solo forze locali (PdL) oppure facendo deroghe ad personam (PD). Chi non ci stava è stato accompagnato alla porta. Quindi chiamarli con il nome del partito più grosso non è errato ;) -juanm- 15:22, 26 feb 2008 (CET)
Sicuramente non si possono chiamare le coalizioni coi nomi dei partiti maggiori. Forse è davvero il caso, finchè la situazione non si chiarirà con lo stop legale alle trattative (13 marzo) di usare i nomi dei candidati Premier.--Lochness 15:39, 26 feb 2008 (CET)
E dopo? --Checco 15:41, 26 feb 2008 (CET)
I nomi ufficiali che si daranno, o la somma dei nomi delle liste (PD-IdV; Sinista Arcobaleno; PdL-Lega; LaDestra-FT...).--Lochness 15:46, 26 feb 2008 (CET)

qui hanno risolto così...http://www.parties-and-elections.de/italy.html --Sebi1 15:58, 26 feb 2008 (CET)

Quel sito è orientato alle elezioni, il template di cui discutiamo è "partiti politici", non "elezioni 2008". La divisione in coalizioni è fatta per comodità, ma non è obbligatoria, si può anche fare un semplice elenco dei partiti italiani, senza divisione e senza nulla, che a sto punto penso sia la soluzione migliore, poichè sarebbe cmq utilizzabile anche dopo le elezioni, semplicemente aggiungendo o togliendo i partiti in base ai criteri. --Skyluke 16:17, 26 feb 2008 (CET)
Infatti. Tra l'altro sono il "referente" dell'autore di quel sito per l'Italia e insieme abbiamo pensato che la soluzione migliore fosse quella. Come diceva Skyluke, è un sito sulle elezioni. --Checco 16:24, 26 feb 2008 (CET)

Appoggio ancora una volta questa proposta (ma poi si sa che alla fine decidono i soliti noti baroni). Ricordo a tutti che la legge non dà alcun nome alle coalizioni, ma le chiama appunto coalizioni con "a capo" XXX, in questo modo erano indicati sul ministero dell'interno i risultati delle ultime elezioni. E ovviamente avere un certo leader ha una enorme rilevanza politica e non solo elettorale. --Subvertigo 15:24, 28 feb 2008 (CET)

Non penso che esistano baroni in questa discussione: siamo tutti semplici utenti e non ci sono amministratori che forzano la mano (cosa che a volte purtroppo capita).
Nel merito, non condivido la proposta proprio per le ragioni esposte da Subvertigo: questo non è e non deve essere un template elettorale, ma un template sui partiti italiani. Se divenisse un template elettorale, personalmente proporrei di togliero da tutte le voci sui partiti. --Checco 15:27, 28 feb 2008 (CET)
Si ma guarda che i partiti sono il risultato delle elezioni, non vorrei essere banale. La divisione in coalizioni decisa nel template è basata sugli accordi ELETTORALI, i criteri di selezione dei partiti da inserire sono criteri ELETTORALI. Quindi io non vedo dove c'è il male a sostituire a parole arbitrarie (sinistra, centrosinistra, ecc.) con il nome legale, ovvero "Coalizione con a capo XXX", ovvero XXX. --Subvertigo 15:33, 28 feb 2008 (CET)

Mozione d'ordine[modifica wikitesto]

Vediamo di affrontare la questione in maniera razionale, partendo ancora dai criteri (sennò col discorso io voglio così, lui vuole cosà, finiamo davvero per assomigliare ai dibattiti nelle nostre aule parlamentari. I partiti maggiori/minori I criteri sui partiti maggiori (per risolvere le perplessità di Sebi1) sono contrastanti:

  1. aver conseguito, con proprie liste, un risultato pari o superiore al 4% alle ultime elezioni nazionali (politiche o europee), oppure
  2. esprimere almeno 20 rappresentanti (somma di deputati e senatori) nel Parlamento Italiano.

Nella parte sulle elezioni nazionali, i due criteri confliggono fra loro: avere 20 parlamentari, vuol dire detenere una percentuale approssimabile fra il 2% (se si fa parte della maggioranza, ottenendo il premio) e il 2,5% (se si fa parte della minoranza). Votiamo: togliamo il criterio 1 (per la parte nazionale), o il criterio 2, o li uniformiamo?--Lochness 16:09, 26 feb 2008 (CET)

Li abbiamo pensati proprio così. E così devono rimanere, per quanto mi riguarda. In ogni caso, non ho niente in contrario ad alzare quella soglia a 30 perlamentari. Tieni comunque conto che tutti i tuoi calcoli si basano su premesse che possono cambiare. Se la coalizione vincente alla Camera prendesse il 30%, i rimanenti 70% dovrebbero distribuirsi il 45% dei seggi, solo per fare un esempio. --Checco 16:32, 26 feb 2008 (CET)
Certo questo è vero in teoria, però in pratica sappiamo che i vincitori non prenderanno meno di almeno il 40% (stima prudenziale). Con 30 parlamentari, sicuramente i due criteri diverrebbero decisamente più omogenei (3% se si faccia parte della maggioranza, e effettivamente quasi il 4% per i gruppi di minoranza). Tenendo conto delle soglie per avere il proprio gruppo parlamentare autonomo (senza deroghe), e le differenze di legge elettorale fra le due camere, caricherei questa versione:
  • esprimere 30 rappresentanti nel Parlamento Italiano, o almeno 20 deputati, o almeno 10 senatori.--Lochness 16:57, 26 feb 2008 (CET)
Benissimo, a patto che rimanga anche il punto del 4%. E, visto che ci siamo, torniamo ai "3 parlamentari, o almeno 4 deputati, o almeno 2 senatori" per avere cittadinanza nel template. --Checco 17:06, 26 feb 2008 (CET)
Ok. Due cosine già discusse: 3 è numero minore di 4, indi se diciamo 3 parlamentari, 4 deputati e ovviamente incluso! ;-) Va bene rimettere i numeri in ordine, 4 parlamentari, o 3 deputati, o 2 senatori? Alra questioncina: come già discusso, i dati delle elezioni europee sono meno probanti di quelle delle politiche. Apporto i ritocchi necessari affinchè eventuali flop alle europee non compromettano lo status di partiti che abbiano avuto adeguati suffragi alle politiche.--Lochness 17:27, 26 feb 2008 (CET)
No, al massimo si può fare 3 parlamentari (se membri di Camere diverse), o 4 deputati, o 2 senatori. Questa era la ratio. Sulle Europee non vedo alcuna necessità di apportare modifiche perché, se un partito rientra negli altri criteri, non viene compromesso il suo status. --Checco 17:57, 26 feb 2008 (CET)
Che fossero 3 in due camere diverse non si era capito (non è scritto). Quindi sarebbe il caso 2+1... mah, mi sembra un pò intricato.... :-o --Lochness 23:36, 26 feb 2008 (CET)
Questa era la ratio. Penso sia una buona occasione per reintrodurre e chiarire quel punto molto utile. --Checco 01:03, 27 feb 2008 (CET)


Allora si cambia o no?[modifica wikitesto]

o dobbiamo aspettare la fine delle elezioni e intanto disinformare i malcapitati che leggono wiki? a questo punto è meglio togliere piuttosto che disinformare. --Sebi1 19:32, 28 feb 2008 (CET)

Stemma della Repubblica Italiana Partiti politici italiani
La Sinistra
L'arcobaleno
La Sinistra - l'Arcobaleno
(Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Democratica - Partito dei Comunisti Italiani - Verdi)
Partito Democratico
(e alleati)
Partito Democratico - Italia dei Valori
nelle liste del PD: (Radicali Italiani)
Regionali: Südtiroler Volkspartei - Partito Autonomista Trentino Tirolese -Autonomie Liberté Démocratie
Centro Popolare UDC - Rosa Bianca
Popolo della Libertà
(e alleati)
Il Popolo della Libertà (Forza Italia - Alleanza Nazionale) - Lega Nord - Movimento per l'Autonomia
nelle liste del PdL: (Democrazia Cristiana per le Autonomie - Liberal Democratici - Azione Sociale - Partito Pensionati - Partito Repubblicano Italiano)
Regionali: Riformatori Sardi - Partito del Popolo Sardo
La Destra-MSFT La Destra - Fiamma Tricolore
Altri partiti
(non coalizzati)
Sinistra Critica
Partito Socialista
Unione Democratica per i Consumatori
Popolari UDEUR
Regionali: Union Valdôtaine - Stella Alpina - Fédération Autonomiste - Union für Südtirol - Die Freiheitlichen - Progetto NordEst - Partito Sardo d'Azione
Vedi anche: Partiti politici minori - Partiti politici regionali - Movimenti politici - Partiti politici del passato

Buona proposta --Giuse93 19:37, 28 feb 2008 (CET)

Non male, anche se ovviamente bisogna sistemare bene i partiti (in carattere normale e small) perché così non sono rispettati i criteri che ci siamo dati. --Checco 19:49, 28 feb 2008 (CET)
il carattere normale dovrebbe valere per chi compare con la sua lista nella scheda elettorale ed ha un certo peso elettorale pregresso. Il carattere small vale per chi non si presenta col proprio simbolo elettorale ma in una federazione oppure per chi non ha un certo peso elettorale. --Sebi1 19:57, 28 feb 2008 (CET)
E' una tua legittima idea che però deve ottenere il consenso degli altri utenti. Il mio non ce l'ha. --Checco 20:40, 28 feb 2008 (CET)

scusa checco ma quale sarebe il problema? --Sebi1 11:37, 29 feb 2008 (CET)

Penso di non dover ripetere cose già dette. Ci sono dei criteri e io li condivido. Non sento la necessità di modifiche e men che mai di modifiche come le tue. --Checco 12:06, 29 feb 2008 (CET)

scusa ma qui sopra leggo: Non male, anche se ovviamente bisogna sistemare bene i partiti, e adesso non senti necessità di modifiche e men che mai di modifiche come le mie? non capisco...--Sebi1 12:45, 29 feb 2008 (CET)

Proposta Lipe Cvatu[modifica wikitesto]

ottima proposta quella di sebi, si da spazio effettivamente a tutti i partiti. soprattuto la sezione altri partiti viene ampliata e resa finalmente dignitosa. ma riscriverei i raggruppamenti per aree politiche non con pdl o pd. mi permetto di rivisatarlo alla luce di queste idee, sperando che si arrivi ad un compromesso largamente condiviso e si faccia finalmente il bene di wikipedia. --Lipe Cvatu 21:09, 28 feb 2008 (CET)

Stemma della Repubblica Italiana Partiti politici italiani
La Sinistra
L'Arcobaleno
La Sinistra - l'Arcobaleno
(Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Democratica - Partito dei Comunisti Italiani - Verdi)
Centro Sinistra
Partito Democratico - Italia dei Valori
Radicali Italiani
Regionali: Südtiroler Volkspartei - Partito Autonomista Trentino Tirolese -Autonomie Liberté Démocratie
Centro Popolare UDC - Rosa Bianca
Centro Destra
Il Popolo della Libertà (Forza Italia - Alleanza Nazionale) - Lega Nord - Movimento per l'Autonomia
nelle liste del PdL: (Democrazia Cristiana per le Autonomie - Liberal Democratici - Azione Sociale - Partito Pensionati - Partito Repubblicano Italiano)
Regionali: Riformatori Sardi - Partito del Popolo Sardo
Destra Nazionale La Destra - Fiamma Tricolore
Altri partiti
(non coalizzati)
Sinistra Critica
Partito Socialista
Unione Democratica per i Consumatori
Popolari UDEUR
Regionali: Union Valdôtaine - Stella Alpina - Fédération Autonomiste - Union für Südtirol - Die Freiheitlichen - Progetto NordEst - Partito Sardo d'Azione
Vedi anche: Partiti politici minori - Partiti politici regionali - Movimenti politici - Partiti politici del passato
Ma tenere l'attuale versione inserendo i nomi dei candidati Presidente (se si scrive Centro-sinistra, il PS è un partito di csx, se invece si scrive Coalizione W.Veltroni, il PS ne resta legittimamente fuori), e darsi tregua fino al 14 aprile? Tanto qualunque cosa caricassimo ora, il 14.IV verrebbe radicalmente sconvolta. Quello di cui dobbiamo preoccuparci ora, è di non esporre it.wiki a qualche sorpresina (data cmq la sua crescente diffusione) scrivendo cose oggettivamente false (tipo appunto che il PS non sia un partito di csx).--Lochness 01:41, 29 feb 2008 (CET) Ma sti Popolari Democratici appena inseriti? Rispetteranno i nuovi criteri, ma pur gradendo io i partiti locali, non siamo quasi al punto di inserire il comitato di quartiere di Lambrate?
Meglio lasciare tutto com'è. --Checco 02:11, 29 feb 2008 (CET)
Ribadisco di appoggiare la proposta di mettere i candidati premier sulla coalizione, dato che è l'unica cosa che distingue la coalizione dall'area politica, e giustissimamente parlando di aree politiche, il PS è sicuramente centrosinistra, se non addirittura semplicemente sinistra, quindi è un problema. Ma ci si è mai contati su questa proposta? Io direi di iniziare. Allora teniamo qui il conteggio, partendo dalle ultime posizioni palesate, almeno mi pare (correggete se sbaglio):

Mettere il nome del capo coalizione al posto di nomi generici di coalizione
Favorevoli: 3 (Lochness, Corsetto, Subvertigo)
Contrari: 4 (Checco, juanm, Paolos, Sebi1)

Non ho letto l'intera discussione quindi invito tutti a editare ed aggiungersi. --Subvertigo 06:21, 29 feb 2008 (CET)
Propendo per l'ultima proposta Sebi1 con qualche aggiustamento. Paolos 10:07, 29 feb 2008 (CET)

Non si può mettere un generico csx e cdx perchè il PD/alleati e il PDL/alleati non sono tutto il csx e tutto il cdx... Non si può certo lasciare tutto comè, perchè adesso la rappresentazione è falsata. Se il template deve rappresentare i partiti politici italiani non si possono mettere i nomi dei candidati premier. Al limite si toglie la prima colonna e si lasciano solo i partiti --Sebi1 11:42, 29 feb 2008 (CET)

Ho sbagliato a scrivere candidato premier ed ho corretto. E' capo della coalizione. E dato che tali coalizioni non si danno nomi, è logico chiamarle con il nome del loro "capo coalizione", come si fa legalmente. Ribadisco di non vedere il problema di dare una natura troppo elettoralistica al template, perchè questa natura GIA' ce l'ha e ce l'ha sempre avuta, altrimenti il PS sarebbe rimasto in centroninistra o la destra in centrodestra. La cosa più esatta sarebbe scrivere "Coalizione con a capo XXX" ma mi parrebbe troppo lungo. --Subvertigo 11:54, 29 feb 2008 (CET)
Ecco, io quel problema lo vedo eccome. --Checco 12:05, 29 feb 2008 (CET)

Una vaga propensione per questa proposta[modifica wikitesto]

è stata espressa da:

se cè qualcun altro si aggiunga e gli altri spieghino le modifiche da apportare, o se no ripeto che è meglio togliere piuttosto che lasciare la rappresentazione attuale che non è corretta. --Sebi1 12:54, 29 feb 2008 (CET)

Stemma della Repubblica Italiana Partiti politici italiani
La Sinistra
L'arcobaleno
La Sinistra - l'Arcobaleno
(Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Democratica - Partito dei Comunisti Italiani - Verdi)
Partito Democratico
(e alleati)
Partito Democratico - Italia dei Valori
nelle liste del PD: (Radicali Italiani)
Regionali: Südtiroler Volkspartei - Partito Autonomista Trentino Tirolese -Autonomie Liberté Démocratie
Centro Popolare UDC - Rosa Bianca
Popolo della Libertà
(e alleati)
Il Popolo della Libertà (Forza Italia - Alleanza Nazionale) - Lega Nord - Movimento per l'Autonomia
nelle liste del PdL: (Democrazia Cristiana per le Autonomie - Liberal Democratici - Azione Sociale - Partito Pensionati - Partito Repubblicano Italiano)
Regionali: Riformatori Sardi - Partito del Popolo Sardo
La Destra-MSFT La Destra - Fiamma Tricolore
Altri partiti
(non coalizzati)
Sinistra Critica
Partito Socialista
Unione Democratica per i Consumatori
Popolari UDEUR
Regionali: Union Valdôtaine - Stella Alpina - Fédération Autonomiste - Union für Südtirol - Die Freiheitlichen - Progetto NordEst - Partito Sardo d'Azione
Vedi anche: Partiti politici minori - Partiti politici regionali - Movimenti politici - Partiti politici del passato

Proposta Sebi1-Checco[modifica wikitesto]

La mia propensione sarà più convinta se sarà quella che propongo qui sotto:

Stemma della Repubblica Italiana Partiti politici italiani
La Sinistra
l'arcobaleno
La Sinistra - l'Arcobaleno (Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Democratica - Partito dei Comunisti Italiani - Federazione dei Verdi)
Partito Democratico
e alleati
Partito Democratico - Italia dei Valori - Radicali Italiani
Regionali: Südtiroler Volkspartei - Partito Autonomista Trentino Tirolese
Costituente di Centro Unione dei Democratici Cristiani e di Centro - Rosa Bianca
Il Popolo della Libertà
e alleati
Il Popolo della Libertà (Forza Italia - Alleanza Nazionale - Democrazia Cristiana per le Autonomie - Liberal Democratici - Azione Sociale - Partito Pensionati) - Lega Nord - Movimento per l'Autonomia - Partito Repubblicano Italiano
Regionali: Progetto NordEst - Riformatori Sardi - Partito del Popolo Sardo
La Destra-MSFT La Destra - Fiamma Tricolore
Altri partiti
(non coalizzati)
Partito Socialista - Popolari UDEUR - Sinistra Critica - Unione Democratica per i Consumatori
Regionali: Union Valdôtaine - Stella Alpina - Fédération Autonomiste - Union für Südtirol - Die Freiheitlichen - Partito Sardo d'Azione
Vedi anche: Partiti politici minori - Partiti politici regionali - Movimenti politici - Partiti politici del passato

Spero che la proposta sia gradita agli altri tre utenti elencati sopra. Si tratta di una versione più compatta, più agile e in linea con i criteri, sui quali si era raggiunto un ampio consenso. --Checco 14:04, 29 feb 2008 (CET)

In effetti questa proposta è migliore dato che utilizza i criteri seguiti fin'ora, ma farei un'ulteriore modifica all'interno del centro-destra:

Il Popolo della Libertà
e alleati
Il Popolo della Libertà (Forza Italia - Alleanza Nazionale - Democrazia Cristiana per le Autonomie - Liberal Democratici - Azione Sociale - Partito Pensionati) - Lega Nord - Movimento per l'Autonomia
nelle liste del PdL: Partito Repubblicano Italiano
Regionali: Progetto NordEst - Riformatori Sardi - Partito del Popolo Sardo

Questo perchè il Partito Repubblicano Italiano non presenter° il proprio simbolo e avrà i propri candidati all'interno delle liste PdL pur non facendone parte... Stesso discorso per i Radicali nel centro-sinistra --Giuse93 15:01, 29 feb 2008 (CET)

Anche PNE, Riformatori Sardi e altri non presenteranno il simbolo e questo non è un template elettorale, ma sui partiti italiani. Dunque non accolgo la proposta. --Checco 15:05, 29 feb 2008 (CET)
L'ultima proposta mi pare la più sensata, anche io son contrario a mettere il nome del capo coalizione, per motivi già illustrati sopra, per i radicali si potrebbe pensare ad una formula tipo Partito Democratico(con Radicali Italiani), e tenere il PRI dentro il PDL com'è ora.--Skyluke 16:08, 29 feb 2008 (CET)
Qual è l'ultima proposta: la mia o l'obiezione di Giuse93? --Checco 16:12, 29 feb 2008 (CET)
La tua.--Skyluke 16:49, 29 feb 2008 (CET)

Proposta -secondo me- brutta esteticamente. Non apprezzabile la logica di dire "tale lista e alleati", per di più se ancora non è mai stato pesato il peso di quella lista... Perché non mettere IdV e alleati o il partitino di Rotondi e alleati? No no non mi piace. Non posso evitare di ripetere come la proposta al momento più razionale non possa che essere quella di mettere i nomi dei capi coalizione, proposta che ha tra l'altro anche il pregio di dare un'informazione in più, a differenza dell'ultima proposta di Checco.--Corsetto 20:20, 29 feb 2008 (CET)

L'informazione in più sarebbe fuori tema, perchè come detto più volte il template riguarda i partiti, non le elezioni; sul nome della coalizione, non ci si basa sul peso elettorale, che cmq è indubbio nel caso di Pd e PDL, ma sul fatto che PD da un lato e PDL dall'altro, hanno proposto un candidato e un programma, e altri si sono aggregati accettando la proposta e sottoscrivendo il programma, quindi sono alleati, mentre nel caso del centro e della destra, i programmi sono scritti insieme e concordati, quindi si mette il nome dei due partiti ne caso della destra e il nome che si sono autodeterminati i due partiti di centro nel caso di udc-rb, esattamente come la sinistra. --Skyluke 21:33, 29 feb 2008 (CET)

certo che una capperata come quella scritta da corsetto non l'ho mai letta...--Sebi1 10:06, 1 mar 2008 (CET)

Favorevoli alla proposta[modifica wikitesto]

  • Checco (condivido quanto dice Lipe Cvatu: mettiamo il PRI nel PdL!)
  • Skyluke
  • Lipe Cvatu seppur cn una riserva: è inuTile quella precisazione sul PRI, sa di pignoleria.
  • Paolos (se mettiamo il PRI nel PdL dobbiamo mettere anche i Radicali nel PD).
  • Sebi1
  • Giuse93
  • -juanm-

Contrari alla proposta[modifica wikitesto]

Astenuti[modifica wikitesto]

  • --Lochness 12:54, 1 mar 2008 (CET) A mio avviso è prioritario togliere le attuali falsità (tipo PS non di csx), poi si metta il nome del leader o del partito-guida (segnalando però che si tratta di un'alleanza, non di un partito unico), non mi pare fondamentale. Il PRI va dentro il PDL che non è ancora un partito, ma una semplice lista (e il PRI sta nella lista). La Sinistra Critica, che io sappia, ha solo il senatore Turigliatto: quali altri rappresentanti ha per stare nel template?--Lochness 12:54, 1 mar 2008 (CET)

Italia dei Valori[modifica wikitesto]

L'Italia dei Valori non ha mai avuto più del 4%, la metto tra i minori... Erodotos84

infatti rispetta l'altro criterio, quello sul numero dei parlamentari. --Skyluke 21:26, 29 feb 2008 (CET)
da quando ha 20 deputati o 10 senatori? Erodotos84
Partiva con 20 deputati, poi son diventati 17. Neanche Verdi e PDCI ce li hanno...quindi anche loro sarebbero "piccoli" che fare? Comunque va sicuramente prima dei radicali. Ribadisco infine che è meglio togliere la riga "minori" e metterli semplicemente in fila con il loro carattere piccolo, per due ragioni 1) non si crea confusione con Sinistra Arcobaleno o PDL che sembra abbian dentro solo 2 partiti; 2) si rende il template più compatto, ora è eccessivamente alto. PS:ma quando son stati scritti i nuovi criteri, si poteva anche controllare... --Subvertigo 07:35, 1 mar 2008 (CET)
Anche il criterio d'ordinamento delle coalizioni è sbagliato, propongo temporaneamente di toglierlo e lasciare solo l'ordinamento delle liste, altrimenti sicuramente SINISTRA non deve essere prima. --Subvertigo 07:40, 1 mar 2008 (CET)
Sono in generale d'accordo con Subvertigo e sistemerò i vari partiti alla luce del criterio dei parlamentari, così come modificato la settimana scorsa. --Checco 09:37, 1 mar 2008 (CET)
@Subvertigo: Se dici "è meglio togliere la riga "minori" e metterli semplicemente in fila con il loro carattere piccolo" sui partiti minori perché contesti la mia proposta sopra che propone esattamente quello e poco altro? --Checco 09:39, 1 mar 2008 (CET)

L'attuale ordinamento delle coalizioni è in deroga ai criteri, come specificato anche nella nota, fino ai risultati elettorali. --Skyluke 12:10, 1 mar 2008 (CET)

@Checco: Immagino perché non è d'accordo col mettere "principale partito e alleati", invece che il nome del leader della coalizione, come previsto dalla legge elettorale e come anche più semplice e bello visivamente. Per quanto riguarda l'eliminazione di "minori:" sono assolutamente d'accordo, provvedo a modificare dato che mi pare su questo ci sia consenso--Corsetto 12:22, 1 mar 2008 (CET)

Torniamo sempre allo stesso discorso, la legge elettorale non c'entra, non è un "Template:Partiti candidati alle elezioni 2008", e poi la legge è fatta così male che il "capo coalizione" può essere indicato anche senza il consenso dello stesso, alle elezioni 2006 ci furono due liste che misero come capo coalizione Montezemolo senza che lui ne sapesse nulla, ma la legge lo consente (e poi c'è chi si chiede ancora perchè si chiama porcellum); se poi vogliamo essere pignoli, l'indicazione del preventiva del premier è anti-costituzionale, perchè la sua nomina è prerogativa del presidente, infatti sulla scheda non ci sono i nomi dei "candidati premier", e gli stessi per la legge sono considerati solo referenti politici della coalizione.--Skyluke 12:45, 1 mar 2008 (CET)
Beh evidentemente il discorso non è mai stato chiarito. I nomi di area politica sono ambigui (PS starebbe nel centrosinistra o in sinistra, come Udeur in centro) e non c'è accordo (giustamente) su mettere un partito come se fosse tutta la coalizione. Il rischio "montezemolo" ovviamente non c'è con i partiti (minori o grandi) che entrano nel template. Inoltre non esiste il "candidato premier", esiste il "capo coalizione" che è cosa ben diversa. L'indicazione di questo "capo" è un fatto estremamente politico e inerente i partiti non è solo un fatto elettorale. La legge non è anticostituzionale proprio perchè non prevede l'indicazione del premier nè la sua elezione, bensì indica la persona che rappresenta la coalizione (un po' come se fosse il "segretario" del megapartito). Praticamente tale "capo" è il nome della coalizione. Propongo "Coalizione guidata da:(a capo) Nomecapo" --Subvertigo 14:35, 1 mar 2008 (CET)

Bisognerebbe anche affrontare il discorso di come si indicheranno (grandi o small) i nomi dei partiti inclusi nei "cestoni" (PdL, Arcobaleno...) dopo il 14 aprile, quando non avremo più nè le singole percentuali elettorali, nè autonomi gruppi parlamentari.--Lochness 12:43, 1 mar 2008 (CET)

Uhm, non c'è da affrontare molto... è ovvio: si contano i parlamentari di ogni partito. --Checco 12:46, 1 mar 2008 (CET)
Sì, ma saremo in grado di discernere l'appartenenza partitica dei vari parlamentari? Cioè, che Berlusconi sia di FI e Fini di AN non penso ci piova, ma sui nuovi parlamentari? Saremo in grado di avere fonti certe? Il precario annunciato catapultato in lista nell'Arcobaleno, sarà un PRC o un PDCI? --Lochness 13:00, 1 mar 2008 (CET)
Prima domanda: sì, sempre fatto. Seconda: lo sapremo, ma al massimo non lo si conta. --Checco 13:03, 1 mar 2008 (CET)

Eliminazione "minori"[modifica wikitesto]

Ho eliminato la dicitura "minori:" perchè convinto che ci fosse consenso su questo. Checco ha rollbackato perché secondo lui non c'è consenso. Cerchiamo di risolvere almeno questo punto sul quale possiamo trovare un accordo più facilmente--Corsetto 13:56, 1 mar 2008 (CET)

Sia chiaro: io sono favorevole a eliminare la dicitura "minori" e del resto è la proposta centrale della mia proposta sopra (che peraltro tu opponi). In ogni caso, la modifica che avevi fatto era molto sciatta perché c'erano diversi errori di grandezza del carattere. --Checco 13:59, 1 mar 2008 (CET)
Checco è grande come una casa il motivo per cui io e penso Corsetto non sosteniamo la tua versione. E' il nome della coalizione. Sull'eliminazione della dicitura "minori" siamo tutti d'accordo e da sempre, quindi facciamolo almeno questo. --Subvertigo 14:24, 1 mar 2008 (CET)
Facciamolo, ma correttamente. --Checco 14:25, 1 mar 2008 (CET)

PRI, DCA, Radicali[modifica wikitesto]

Risolviamo qui a parte la questione PRI. Secondo me SE non presenta una lista autonoma e SE ha candidati chiaramente riconducibili a lui e non aderenti ad FI o altri partiti, allora va messo insieme a tutti gli altri nel PDL. Inoltre avevo letto che ultimamente c'erano dei problemi con Rotondi delle DCA e forse presenta una lista autonoma, sempre con capo coalizione Berlusconi, ma veramente ne so poco. Invece per quanto riguarda i Radicali, dato che anche loro non presentano una lista, sono d'accordo a mettere la dicitura (comprende Radicali) accanto a Partito Democratico. Infine faccio notare che tutte queste 3 questioni sono estremamente legate alla scadenza elettorale forse più dell'indicazione del "capo coalizione", detto a chi solleva questo dubbio di "elettoralisticità". --Subvertigo 14:59, 1 mar 2008 (CET)

Sottoscrivo tutto--Corsetto 15:15, 1 mar 2008 (CET)
Differenza di base: PD è ora un partito del tutto costruito, PdL è al momento solo una lista. Conseguenza: nella parentesona del PdL stanno tutti i partita compresi nella lista; i Radicali invece non fanno parte del partito PD e dunque stanno a lato.--Lochness 15:18, 1 mar 2008 (CET)
Sul fatto che il PD sia un vero e proprio partito mentre il PDL solo una lista di persone non c'è dubbio. Tuttavia i Radicali con l'atto di candidarsi PER e CON il PD praticamente è come se ci fossero entrati (ovviamente dovranno fare campagna elettorale per il PD, e i loro candidati aderiranno al gruppo PD infine il programma è unico). Perciò sono d'accordissimo come già detto a metterli nella parentesi come indicato da Skyluke (il "con" è la differenza) e dato che mi pare non ci siano obiezioni palesate, eseguo. --Subvertigo 17:10, 1 mar 2008 (CET)
D'accordo sul mettere il PRI dentro il pdl, e rilancio la proposta di mettere "Partito Democratico(con Radicali Italiani)"; secondo le agenzie giornalistiche, al viminale hanno presentato il simbolod el pdl apparentato con lega ed mpa alla camera e con lega, mpa e DC (non DCA) al senato. --Skyluke 15:28, 1 mar 2008 (CET)
Dato che mi pare c'è accordo sposto il PRI. La posizione della DCA va approfondita, mentre DC (sia di Pizza, sia di Sandri) non avrebbe i requisiti per entrare nel template,penso, anche se in effetti visto il numero limitato di apparentamenti potrebbe essere evidenziato. --Subvertigo 17:10, 1 mar 2008 (CET)
Non concordo sulla modifica apportata sui Radicali e deduco che non c'è consenso su di essa, vista la mia opposizione e quella di Lochness. --Checco 22:34, 2 mar 2008 (CET)

Partito Socialista[modifica wikitesto]

Scusate se mi intrometto, ma il PS come ideologia [ di centro sinistra. E allora come mai [ messo come altri, oppure l-UDEUR, centrista, o Sinistra Critica.

La risposta è in tutta la pagina di discussione. --Skyluke 16:06, 1 mar 2008 (CET)
E' il problema irrisolto del template, vedi appena sopra. --Subvertigo 17:14, 1 mar 2008 (CET)

Ecco la mia proposta:

Stemma della Repubblica Italiana Partiti politici italiani
SINISTRA La Sinistra - l'Arcobaleno (Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Democratica - Partito dei Comunisti Italiani - Federazione dei Verdi)
CENTRO-SINISTRA Partito Democratico (con Radicali Italiani e Italia dei Valori) - Partito Socialista (Italia)
Regionali: Südtiroler Volkspartei - Partito Autonomista Trentino Tirolese
CENTRO Unione dei Democratici Cristiani e di Centro∗ - Rosa Bianca Popolari UDEUR *=aderenti alla costituente di centro.
CENTRO-DESTRA Il Popolo della Libertà (Forza Italia - Alleanza Nazionale - Democrazia Cristiana per le Autonomie - Liberal Democratici - Partito Repubblicano Italiano - Partito Pensionati - Azione Sociale) - Lega Nord - Movimento per l'Autonomia
Regionali: Riformatori Sardi - Partito del Popolo Sardo
DESTRA La Destra - Fiamma Tricolore
ALTRI - NON SCHIERATI Regionali: Union Valdôtaine - Stella Alpina - Fédération Autonomiste - Union für Südtirol - Die Freiheitlichen - Progetto NordEst - Popolari Democratici - Partito Sardo d'Azione - SOS Italia
Partiti politici minori -

Partiti politici regionali - Movimenti politici - Partiti politici del passato

Mi sembra una falsità mettere tutti quei partiti fra i "non schierati", in base a cosa metti i "popolari democratici" fuori dal centro? --Skyluke 10:24, 2 mar 2008 (CET)

Proposta Subvertigo[modifica wikitesto]

Stemma della Repubblica Italiana Partiti politici italiani
coalizione guidata da:
Silvio Berlusconi
Il Popolo della Libertà (Forza Italia - Alleanza Nazionale - Democrazia Cristiana per le Autonomie - Liberal Democratici - Partito Repubblicano Italiano - Partito Pensionati - Azione Sociale) - Lega Nord - Movimento per l'Autonomia
Regionali: Riformatori Sardi - Partito del Popolo Sardo
coalizione guidata da:
Walter Veltroni
Partito Democratico (con Radicali Italiani) - Italia dei Valori
Regionali: Südtiroler Volkspartei - Partito Autonomista Trentino Tirolese
coalizione guidata da:
Fausto Bertinotti
La Sinistra - l'Arcobaleno (Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Democratica - Partito dei Comunisti Italiani - Federazione dei Verdi)
coalizione guidata da:
Pier Ferdinando Casini
Unione dei Democratici Cristiani e di Centro - Rosa Bianca
coalizione guidata da:
Daniela Santanchè
La Destra - Fiamma Tricolore
Altri Partito Socialista - Popolari UDEUR
Regionali: Union Valdôtaine - Stella Alpina - Fédération Autonomiste - Union für Südtirol - Die Freiheitlichen - Progetto NordEst - Popolari Democratici - Partito Sardo d'Azione
Partiti politici minori - Partiti politici regionali - Movimenti politici - Partiti politici del passato

I colori li ho scelti come buon compromesso tra colori ufficali dei principali partiti aderenti ed esigenza di non dover cambiare colore alla scritta in bianco, oltre ad una certa armonicità generale. Ribadisco che si tratta di "capi di coalizione" e non di candidati premier, e che tale indicazione è l'UNICA cosa che identifica una coalizione o meno. Al capo di coalizione è associato anche un determinato programma, e la stessa divisione in coalizioni ha sempre seguito l'evolversi della situazione politica ed elettorale. Vedasi anche i miei interventi precedenti. La proposta risolve gli irrisolti problemi di collocazione di PS e Udeur. Ho modicato i colori dei link sui capi coalizioni in nero. --Subvertigo 19:16, 1 mar 2008 (CET)

-1 Non mi piace proprio! Paolos 18:16, 1 mar 2008 (CET)

Decisamente favorevole. E' il template specchio dell'attuale realtà politica italiana. Secondo me non c'è neanche bisogno di scrivere coalizione guidata da è sottinteso--Corsetto 18:40, 1 mar 2008 (CET)

Ho modificato l'ordine, seguendo il criterio che ci si era dati, non capisco perché poi non è più stato seguito, secondo me l'ordine precedente era del tutto arbitrario. (per il "risultato" ho sommato i risultati delle singole liste, sia camera, sia senato coincide; per la coalizione con a capo Santanchè era presente solo FT quindi va in fondo). Confermate i giudizi? --Subvertigo 20:09, 1 mar 2008 (CET)

Il criterio che si è dato non si è seguito perchè le coalizioni, così come sono, non sono mai state presentate alle elezioni. --Skyluke 20:25, 1 mar 2008 (CET)

Contrario a mettere i nomi dei capi coalizione, per il resto mi sembra che si sia raggiunto un compromesso soddisfacente e condiviso. --Skyluke 20:25, 1 mar 2008 (CET)

Alla fine i colori non sono nemmeno obbligatori, come dimostra il template su en.wiki. --Skyluke 20:27, 1 mar 2008 (CET)
Beh le coalizioni le ho ordinate, come ho detto, applicando il criterio ai singoli facenti parte (e quindi sommando). I colori messi penso stonino meno di ora e tolgono l'incomprensibile Rosa alla coalizione con capo Veltroni (e non c'è bisogno di scritte bianche). Per i capi coalizioni ho già detto, sono l'unica cosa universalmente accettata che identifica una coalizione. Il partito grosso più alleati fa discriminazione tra le liste; il centro/centrosinistra non va bene per Udeur, PS,ecc. e sarebbero comunque nomi arbitrari. La parte destra della mia proposta è quella attualmente caricata. --Subvertigo 06:33, 2 mar 2008 (CET)
Non capisco perchè si parla di discriminazione di liste se si mette il nome del partito che ha proposto la coalizione, sia il PD che il PDL hanno un prorpio programma e un proprio candidato, che gli altri devono accettare incondizionatamente, facendo solo da spalla, quindo non mi pare scandaloso mettere "Partito ed alleati"; cosa diversa invece a sinistra, destra e centro, dove nel primo caso, il nome della coalizione è chiaro, sinistra arcobaleno, al centro, si son autonominati, costituente di centro, e a destra basta mettere i nomi dei due partiti.
Sul rosa al PD son d'accordo, anche perchè stava male nel template come colore.--Skyluke 10:30, 2 mar 2008 (CET)
Tra l'altro noto un certo numero di favorevoli alla proposta "sebi1-checco", quindi l'ideale è partire da quella. --Skyluke 10:32, 2 mar 2008 (CET)
Questo è un template che va bene per chi è sceso oggi da marte sulla terra e vede che ci sono i leader a tirare la campagna elettorale. La proposta sebi1-checco ha il merito di disegnare in un colpo d'occhio (che comprende il rosa come parte essenziale), anche la geografia politica italiana attuale. E' nettamente migliore anche dal punto di vista grafico: questo non è il massimo, anche se meglio di altre proposte passate. Paolos 11:50, 2 mar 2008 (CET)
Guarda che le lista coalizzate sono tali semplicemente perchè hanno indicato come capo coalizione una certa stessa persona quando hanno presentato il simbolo elettorale (ieri e successive scadenze). Ed è un fatto politico indicare un certo leader. E se tali stesse coalizioni non si danno nomi (come Unione o CDL) non è che possiamo inventarcelo noi o scegliere arbitrariamente un partito. --Subvertigo 13:22, 2 mar 2008 (CET)

Urge cambiare il template attuale, poichè l'attuale indicazione del PD come "centro-sinistra" è totalmente priva di fondamento, come si evince da questo articolo. :D --Skyluke 12:23, 2 mar 2008 (CET)

Dai che se riusciamo a tirare avanti la discussione per un altro mese, arriviamo alle elezioni e dobbiamo ricominciare tutto da capo! ;-)
A parte gli scherzi, do il mio appoggio a qualsiasi proposta che tolga le attuali falsità (UDEUR non di centro, PS non di csx) che espongono wikipedia a eventuali lamentele da parte dei partiti in oggetto, (la campagna elettorale si scalda e già cominciano ad arrivare le prime querele ad it.wiki).
Entrando nei discorsi letti, sorrido di fronte a chi ha sostenuto che PD e PdL decidano i programmi, e gli altri si accodano, specialmente nel caso PdL-Lega, con Berlusconi che non muove un dito senza prima essersi confrontato nella cena arcorese del lunedì con Bossi.
Quanto invece al colore del PD, loro hanno adottato il verde, ma ci sono già altri due partiti che ce l'hanno (LN e FV). Si è proposto il rosa come csx, ma se assumiamo una prospettiva internazionale (si dice molto che questa è la wiki in italiano non quella dell'Italia, ma spesso ce lo si dimentica), all'estero dove le nostre ambiguità (centro-sx e centro-dx) non sanno neanche cosa siano, usano il rosso per la maggior coalizione progressista, e il blu per quella borghese, e gli schieramenti minori si adattano (molto usato il bordeaux per il PCF francese e la PDS tedesca). Se invece guardiamo la questione da un punto di vista ideologico, il rosa sa molto di socialdemocrazia alla Bettino Craxi, ma il PD si è spinto su posizioni ancor più centriste rispetto al PSI dell'epoca, abbandonando ogni residuo marxista e, nei fatti, socialista (innegabile la matrice liberista del programma economico del PD). Di conseguenza, il rosa come csx non ha più senso nè relativamente al posizionamento politico (in base al quale, sul modello internazionale, si dovrebbe usare il rosso tout-court) nè relativamente all'ideologia (i liberisti non possono essere rosées). Meglio l'arancione proposto dall'Ulivo da 8 anni (prima apparizione alle Regionali lombarde come colore della prima lista unica DS-DL, germoglio del PD). --Lochness 13:07, 2 mar 2008 (CET)

Scusate ma ora ribalto l'obiezione di "non è un template elettorale" fatta da alcuni. Perchè allora in passato non abbiamo messo FI e alleati e DS/PD e alleati? Perchè seguire il trend elettoralistico di chiamare una coalizione con il nome stesso del partito (o lista nel caso PDL) presumibilmente più grande?! L'indicazione del nome del capo coalizione è l'unica cosa obiettiva possibile. E poi vengono fuori situazioni ambigue, come UDC e alleati... Tra l'altro solo come esempio, Berlusconi ieri ha fatto un comizio e c'eran sotto i 3 rotondini elettorali della sua coalizione, Lega-PDL-MPA in stessa identica grandezza, non c'era un grosso PDL e accanto alleati in piccolo gli altri simboli. Supponiamo che si presentavano le stesse coalizioni del 2006 e che i nomi Unione/CDL non esistessero (nomi tra l'altro fatti quando c'era il maggioritario e giustamente ora non più presenti), che si metteva DS/PD e alleati e FI e alleati? Mi direte no, perchè non c'era un partito così con sondaggi così alti...OK ma da questo si evince che è tale scelta ancora più da "template elettorale" di quella di mettere i nomi dei capi coalizione. A maggior ragione a seguito degli argomenti prima esposti di Lochness.

Ricapitolando le questioni sono due. 1) indicazione di un partito guida o del capo coalizione 2) colore della coalizione di Veltroni e tonalità per gli altri. Per il resto tra le proposte non ci sono differenze. --Subvertigo 13:22, 2 mar 2008 (CET)

  1. Se oggi non abbiamo i nomi delle coalizioni non è colpa di nessuno (N.B. Unione è stato inventato dopo l'approvazione del porcellum). La coalizione del PD non ha nome perchè l'idea è quella di fondere IdV e Radicali nel PD. Il PdL probabilmente ha come riferimento la CDU-CSU tedesca che anche là non ha nome. I nomi dei partiti però esistono e quindi usiamoli. Non ha senso personalizzare coi nomi dei leader che all'indomani delle elezioni potrebbero cambiare.
  2. Il rosa è adatto al template dal punto di vista cromatico, non ideologico. Funziona perchè è esattemente la fusione del colore che sta sopra (rosso) con il colore che sta sotto (bianco), esattamente come l'azzurro è il colore fusione di quello che sta sopra (bianco) con quello che sta sotto (blu).
Ciao, Paolos 13:51, 2 mar 2008 (CET)
Se il colore è usato per "esigenze cromatiche", allora togliamoli come su en.wiki: siamo un'enciclopedia e il template deve dare notizie corrette, mica belle esteticamente (mica è una brochure: se viene anche bello, è meglio, ma prima deve essere corretto).
Sui nomi delle coalizioni, non occupiamoci di cosa sarà il template dopo le elezioni (quando cambierà radicalmente, in base ai risultati), cerchiamo i fretta di caricare la versione da lasciare fino al 14 aprile (facendolo possibilmente un bel pò prima del 13 aprile). --Lochness 14:04, 2 mar 2008 (CET)
  • Stiamo contribuendo alla maggiore enciclopedia italiana, mica al volantino dell'oratorio, quindi non ci possiamo permettere di essere sciatti!
  • Il PD probabilmente esisterà anche dopo Veltroni, e poi questo template è sui PARTITI: non c'azzecca molto il nome del leader!
Paolos 14:08, 2 mar 2008 (CET)
Appunto: stando contribuendo alla maggior enciclopedia in lingua italiana, dobbiamo essere precisi, ancorchè estetici: ho capito che siamo il paese dell'arte, però.... ;-)
Il template è sui partiti (mi domando a quel punto cosa ci stia a fare il PdL, che partito non è), ma volendo tenere una colonna di sx con le coalizioni, la coalizione è una coalizione, non un partito. O no? :-) --Lochness 14:34, 2 mar 2008 (CET)
Ok, togliamo la colonna si sinistra, e teniamo solo i nomi dei partiti in ordine alfabetico, per me è la soluzione ideale e più duratura, in quanto indipendente dalle tornate elettorali.--Skyluke 14:48, 2 mar 2008 (CET)

Proposta "finale"[modifica wikitesto]

Aboliamo la divisione in coalizioni, il template deve rappresentare solo i partiti, non le elezioni, come dice il nome, e come è su en.wiki e altre lingua per tutti i paesi ad esclusione dell'italia. --Skyluke 14:52, 2 mar 2008 (CET)

OK però in questo modo spariscono anche PDL e Sinistra Arcobaleno. Per me OK, non so per altri.--Subvertigo 15:00, 2 mar 2008 (CET)
Se il template era "possibili futuri partiti" o "Federazioni di partiti" o "liste elettorali" ci sarebbero stati, non sono partiti? allora non vanno tra i "partiti politici italiani". --Skyluke 15:01, 2 mar 2008 (CET)
Esatto è quello che penso,infatti come ho detto appoggio. --Subvertigo 15:03, 2 mar 2008 (CET)
Ma no, la divisione in coalizioni serve! E' utile avere in un colpo d'occhio la geografia politica italiana. Oltretutto potrebbe essere anche la geografia dei gruppi politici nel prossimo parlamento (e di conseguenza dei partiti maggiori). Insomma, non buttiamo il bambino con l'acqua sporca...
Scusate, ma sulla proposta Sebi1-Checco abbiamo 7 d'accordo e 3 non d'accordo: perchè non si parte da quella???
Paolos 15:04, 2 mar 2008 (CET)
Allora o si fa un template politico-elettorale come è sempre stato, allora si fanno le coalizioni con un nome decente e obiettivo (sono aperto ad altre proposte ma non vedo altre soluzioni), oppure si fa un template dei "Partiti politici italiani" come dovrebbe essere, senza liste, ma con partiti. --Subvertigo 15:10, 2 mar 2008 (CET)
Secondo voi la sera delle elezioni i risultati li daranno con una dicitura "PDL e alleati=x; PD e alleati=x" oppure "coalizione Veltroni=x; Coalizione Berlusconi=x" ? PS: e Unione è stata fatta prima del porcellum, se no non ci stavano neanche a fare il simbolo che era destinato al maggioritario--Subvertigo 15:12, 2 mar 2008 (CET)
E tra l'altro i due partiti sardi siete sicuri che sono in coalizione con Berlusconi? Perchè leggendo gli scarni articoli su Wiki, uno si dice che era alleato a UDC e dell'altro non si hanno notizie recenti (io ero contrario all'introduzione dei microregionali, tra l'altro SVP ha i requisiti sia nazionali, sia regionali ed è declassata a regionale). --Subvertigo 15:37, 2 mar 2008 (CET)

Permettetemi di dire che la versione si è imbarbarita. Non mi piace neanche un po'. Qui c'è una vocazione a complicare le cose. --L'osservatore 15:51, 2 mar 2008 (CET)

Quale versione? Complicare in che senso? Spiegati meglio. Sulla versione attualmente caricata ci sono problemi obiettivi (Udeur e PS)...poi magari dopo le elezioni tali problemi non ci saranno nemmeno più e si potrà rimettere centrodestra, centrosinistra, ecc. Infine. Ennesima proposta di compromesso. Mettere coalizione di Centrodestraleader:Silvio Berlusconi su 2 righe. Se ti riferivi a me non sto tentando di complicare nulla, solo di risolvere i problemi di capire la natura del template (partiti o altro) e la collocazione di PS e Udeur. --Subvertigo 16:20, 2 mar 2008 (CET)

Ripartiamo dalla proposta seby-checco ... ha il 70% dei voti e potrà durare si e no per due mesi Dopo potremo discutere se anche chi è rimasto fuori dal parlamento ha diritto di cittadinanza o se è meglio escluderli dal template ;) -juanm- 18:26, 2 mar 2008 (CET)

Si ma il problema sta tutto nella parte sinistra, sulla parte destra c'è pieno accordo sulla versione attualmente caricata, almeno mi pare. Quindi le proposte sono tutte uguali, basta decidere sulla parte sinistra. Io non sono d'accordo come qualcun'altro con la proposta partito+alleati, ma se viene approvata a maggioranza ovviamente non farò edit war! Volevo pure vedere se c'era spazio per un accordo più ampio. Ribadisco la mia ultima proposta in tal senso:

coalizione di Centrosinistra
leader: Walter Veltroni

Praticamente è l'impianto attualmente caricato con in più la nota disambiguativa circa il fatto di essere coalizioni (e non aree politiche) e identificate/disambiguate dal leader (scritto in piccolo). Risolve i problemi di PS e Udeur. Per i colori e ordine per ora lasciamo tutto com'è. Questo commento senza la firma utente è stato inserito da Subvertigo (discussioni · contributi).

In ordine sostengo:
  1. Abolizione della divisione in coalizioni.
  2. Abolizione dei colori, in stile en.wiki.
  3. No ad indicare il capo coalizione.
  4. Si a togliere le "aree politiche", sostituendole con qualcosa di più indicativo.
quindi in base all'accordo che si trova sapete come la penso. --Skyluke 19:25, 2 mar 2008 (CET)
Una proposta che non divideva i partiti in coalizioni era già stata da me presentata qui, se può servire a rendere l'idea. --K.93 (msg) 19:53, 2 mar 2008 (CET)

La carichiamo?[modifica wikitesto]

Proposta Checco 3[modifica wikitesto]

Stemma della Repubblica Italiana Partiti politici italiani
La Sinistra
l'arcobaleno
La Sinistra - l'Arcobaleno (Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Democratica - Partito dei Comunisti Italiani - Federazione dei Verdi)
Partito Democratico
e alleati
Partito Democratico - Italia dei Valori - Radicali Italiani
Regionali: Südtiroler Volkspartei - Partito Autonomista Trentino Tirolese
Unione di Centro Unione dei Democratici Cristiani e di Centro - Rosa Bianca
Il Popolo della Libertà
e alleati
Il Popolo della Libertà (Forza Italia - Alleanza Nazionale - Democrazia Cristiana per le Autonomie - Liberal Democratici - Azione Sociale - Partito Pensionati) - Lega Nord - Movimento per l'Autonomia - Partito Repubblicano Italiano
Regionali: Progetto NordEst - Riformatori Sardi - Partito del Popolo Sardo
La Destra-MSFT La Destra - Fiamma Tricolore
Altri partiti Partito Socialista - Popolari UDEUR
Regionali: Union Valdôtaine - Stella Alpina - Fédération Autonomiste - Union für Südtirol - Die Freiheitlichen - Partito Sardo d'Azione
Vedi anche: Partiti politici minori - Partiti politici regionali - Movimenti politici - Partiti politici del passato

Su questa proposta (che ho ora corretto per quanto riguarda il nome della coalizione UDC-RB) si sono espressi favorevolmente (fino ad'ora) 7 utenti su 10 che hanno espresso un voto (+ 1 astenuto). La carichiamo? --Checco 22:27, 2 mar 2008 (CET)

A sto punto che dici di togliere i colori come su en.wiki. --Skyluke 22:41, 2 mar 2008 (CET)
Niente in contrario. Si può usare anche quel format. Che ne dici di una proposta Checco-Skyluke2? --Checco 22:44, 2 mar 2008 (CET)

E' francamente orribile quest'alternanza di caratteri normale-small. A questo serviva la dicitura "minori". --L'osservatore 22:50, 2 mar 2008 (CET)

Credo che l'eliminazione della dicitura minori fosse l'unica cosa su cui erano tutti d'accordo, per snellire il template visivamente.--Skyluke 22:59, 2 mar 2008 (CET)

Sub-proposta Checco-Skyluke 2[modifica wikitesto]

Stemma della Repubblica Italiana Partiti politici italiani
La Sinistra
l'arcobaleno
La Sinistra - l'Arcobaleno (Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Democratica - Partito dei Comunisti Italiani - Federazione dei Verdi)
Partito Democratico
e alleati
Partito Democratico - Italia dei Valori - Radicali Italiani
Regionali: Südtiroler Volkspartei - Partito Autonomista Trentino Tirolese
Unione di Centro Unione dei Democratici Cristiani e di Centro - Rosa Bianca
Il Popolo della Libertà
e alleati
Il Popolo della Libertà (Forza Italia - Alleanza Nazionale - Democrazia Cristiana per le Autonomie - Liberal Democratici - Azione Sociale - Partito Pensionati) - Lega Nord - Movimento per l'Autonomia - Partito Repubblicano Italiano
Regionali: Progetto NordEst - Riformatori Sardi - Partito del Popolo Sardo
La Destra-MSFT La Destra - Fiamma Tricolore
Altri partiti Partito Socialista - Popolari UDEUR
Regionali: Union Valdôtaine - Stella Alpina - Fédération Autonomiste - Union für Südtirol - Die Freiheitlichen - Partito Sardo d'Azione
Vedi anche: Partiti politici minori - Partiti politici regionali - Movimenti politici - Partiti politici del passato

Così com'è? --Skyluke 22:59, 2 mar 2008 (CET)

Forse un po' monotono, ma non mi oppongo: è la sostanza che conta! A limite facciamo una piccola votazione: colori sì-colori no. --Checco 23:01, 2 mar 2008 (CET)
Dobbiamo privilegiare i contenuti rispetto all'aspetto, e così è più fruibile. --Skyluke 23:09, 2 mar 2008 (CET)
E' francamente noioso senza colori. Sembra tutto piatto, tutta una marmellata indistinta. Decisamente meglio Checco3 che è più fruibile perchè con un colpo d'occhio trovi la coalizione e la distingui dalle altre. Paolos 01:11, 3 mar 2008 (CET)
D'accordo all'eliminazione dei colori, se l'alternativa sono quelli attuali. Non ho capito perchè i Radicali sono fuoriusciti dal PD (non c'era accordo?). Non sono d'accordo sulla dicitura "Altri partiti (non coalizzati)"...se il PD andava da solissimo e quindi non era coalizzato andava a finire qua? Lascierei semplicemente "Altri", o addirittura farei un bel colspan="2" e eliminerei la prima cella. Rimango contrarissimo a "partito+alleati", anche perchè fatto in modo parziale (per la destra si indica tutto). Ribadisco la mia ultima proposta prima postata. E non ho capito perchè sono rientrate dalla finestra Sinistra Critica, Unione Consumatori...ma la parte destra non si può semplicemente tenere quella caricata (con eventuale rispostamento dei radicali) ? --Subvertigo 07:53, 3 mar 2008 (CET)
Correggo alcune cose che condivido. Vorrei sottolineare che Unione Democratica rientrava fino a poco tempo fa nei criteri, dato che si diceva che per entrare erano necessari 3 parlamentari (anche se non era ben specificato il concetto "eletti nelle due distinte Camere") o 4 deputati o 2 senatori. --Checco 08:13, 3 mar 2008 (CET)

Colori sì, colori no[modifica wikitesto]

La versione sopra ha ricevuto il consenso di 7 utentu sui 10 che si sono espressi finora. Dunque va presto caricata. Vorrei solo capire se piace di più la versione con o senza i colori, in pratica la proposta Checco 3 o la Checco-Skyluke 2.

Checco 3 (con i colori)[modifica wikitesto]

Checco-Skyluke 2 (monocromatica)[modifica wikitesto]

Proposta con 7 voti favorevoli[modifica wikitesto]

Uno da l'assenso ad una cosa e poi si ritrova un altra cosa...se cambiate le cose rifate la votazione, grazie. --Sebi1 08:55, 3 mar 2008 (CET)

Scusa, ma cosa è cambiato? --Checco 10:03, 3 mar 2008 (CET)
Comunque hai ragione forse, anche se non ho capito cosa intendi. Se una proposta ha ricevuto tali consensi va caricata. Poi si può continuare la discussione sui colori. La inserisco, dunque. --Checco 10:05, 3 mar 2008 (CET)
Ben fatto. Paolos 10:17, 3 mar 2008 (CET)
Abbiamo notizie di stampa che attestino l'alleanza dei partiti regionali segnati all'interno delle coalizioni di Veltroni e di Berlusconi? Nelle relative voci non se ne parla.--Lochness 11:18, 3 mar 2008 (CET)
Per SVP e PATT in trentino c'è già l'accordo col PD, almeno al senato. Sul PdL non ho letto nulla. --Skyluke 14:08, 3 mar 2008 (CET)
Progetto NordEst, Riformatori Sardi e Partito del Popolo Sardo presenteranno candidati nelle liste del PdL, mentre sembra vicina la ripetizione dell'accordo elettorale tra MpA e Nuova Sicilia. --Checco 14:12, 3 mar 2008 (CET)
Puoi postare qualche fonte? --Subvertigo 16:54, 3 mar 2008 (CET)
Oddio, sono cose che si leggono sui giornali. Adesso non ho molto tempo. In ogni caso, si tratta di aspettare una settimana: domenica è il termine ultimo per la presentazione delle liste. Sulla Sardegna è un'ottima fonte L'Unione Sarda. --Checco 16:58, 3 mar 2008 (CET)

Crea le istruzioni?[modifica wikitesto]

Scusate, ma cos'è quel "Crea le istruzioni!" che compare sotto al template nelle pagine dov'è incluso??? Paolos 11:50, 3 mar 2008 (CET)

 ??? A me non succede... --Lochness 12:14, 3 mar 2008 (CET)
Mi sa che L'osservatore ha già sistemato. Paolos 12:34, 3 mar 2008 (CET)

Correzioni[modifica wikitesto]

Constatato di essere con altri in minoranza, ok tengo buono lo schema "grossopartito+alleati" per il nome coalizione, tengo buono l'ordinamento arbitrario, tengo buono l'incomprensibile colore rosa per PD+alleati (sempre che non si arrivi ad un accordo per togliere i colori). Le correzioni, basate unicamente sulla coerenza/logicità, che però propongo sono: 1) PRI va in PDL come già argomentato in precedenza; 2) Radicali vanno in PD (dicitura "con Radicali" come era già caricato; 3) "Unione di centro" da dove è venuto fuori questo nome? Coerentemente con quanto fatto con altri il nome più logico è "UDC e alleati" o questo termine è meno giornalisticamente friendly degli altri 2? 4) Idem "La destra e alleati". 5)La SVP rispetta i criteri dei nazionali, per cui o si cambiano i criteri o va nei nazionali (anche perchè equiparare SVP a micropartiti regionalisti con pochi voti non è giusto). --Subvertigo 17:12, 3 mar 2008 (CET)

  • 1) PRI - Fate voi.
  • 2) Radicali - Assolutamente contrario, come detto sopra.
  • 3) Unione di Centro - è il nome che campeggia nel simbolo della lista UDC-RB per le prossime elezioni (vedi sito UDC).
  • 4) Destra-MSFT - Non ho preclusioni, ma questo mi sembra essere il nome dell'alleanza.
  • 5) SVP - E' presente in una sola provincia: rientra dunque nel criterio sui partiti regionali.
--Checco 17:20, 3 mar 2008 (CET)
D'accordo con 1 e 2.
3) ha risposto Checco, in pratica è come la sinistra arcobaleno.
4) in teoria la partecipazione dei due partiti è paritaria, e poi verrebbe "La destra e alleatO", sta male.
5)La Svp è dichiaratamente regionale.

Li leviamo i colori? --Skyluke 17:27, 3 mar 2008 (CET)

per me va bene così comè, sono contrario a ulteriori modifiche. --Sebi1 17:42, 3 mar 2008 (CET)

Totalmente contrario nel levare i colori: sono un po' stufo di questa cultura minimal-chic che pretende di dare dignità solo al testo. Il template fatto solo di testo è piatto e NOIOSO! La grafica, le immagini, le icone, in questo caso i colori, servono per far capir meglio, a volte per alleggerire l'occhio, spesso per rendere più gradevoli le pagine. In questo caso i colori sono propedeutici ad una migliore comprensione del template. Paolos 17:43, 3 mar 2008 (CET)
1) ok penso ci sia consenso, rimettiamo in PDL
2) mi adeguo umilmente
3) OK
4) qui vengono fuori le contraddizioni dell'impianto generale...lascio perdere il punto.
5) Qui ho parecchi dubbi. Allora SVP rispetta i criteri per i nazionali, eppure logicamente parlando è un partito regionale. Ok ma viene paragonata a partiti che hanno un centesimo dei suoi voti...è addirittura la parte maggioritaria di un gruppo al senato (gruppo per le autonomie) ormai presente da più legislature. E come ho già detto rispetta i criteri dei nazionali, quindi a logica andrebbe li. Soluzioni: 1) metterla tra i nazionali 2) modificare i criteri inserendo una chiara differenziazione con gli altri, ad esempio carattere grande.
6) i colori attuali sono un pugno in un occhio. Soprattutto l'illeggibile nero su rosso e blu. Io li toglierei. E dato che oggi siamo tutti più buoni rilancio:
7) l'idea di riordinare le coalizioni secondo i risultati delle ultime elezioni degli aderenti

Sui punti 6) e 7) direi di procedere a maggioranza come fatto in appena in precedenza per i nomi coalizione. --Subvertigo 17:56, 3 mar 2008 (CET)

Ti sbagli sulle proporzioni. Faccio un solo esempio il 6% del PNE in Veneto (regione che ha 10 volte il numero di abitanti dell'Alto Adige) non è molto diverso dal 50% della SVP in Alto Adige in termine di voti. Punto 7: non ho capito se parli di coalizioni o di liste... --Checco 18:02, 3 mar 2008 (CET)
Riordinare le coalizioni, in base alla somma dei risultati elettorali delle liste aderenti. In pratica viene l'ordine messo alla "proposta subvertigo". Sulle proporzioni poi faccio qualche controllo, per ora lascio in sospeso. --Subvertigo 18:05, 3 mar 2008 (CET)
E' già così, dunque votazione inutile. --Checco 18:09, 3 mar 2008 (CET)
Riordinare le COALIZIONI. Ovvero l'ordine è PDL e alleati, PD e alleati, Sinistra Arcobaleno, Unione di Centro, Destra.
Intendi cioè farlo già adesso anziché aspettare fino alle elezioni come avevamo deciso? --Checco 18:20, 3 mar 2008 (CET)
Esatto, praticamente è il criterio già scritto semplicemente adattato alle nuove coalizioni, tramite somma dei voti delle liste (scusate ma non avevo partecipato a tale decisione). --Subvertigo 18:27, 3 mar 2008 (CET)

Contesto che ora il template sia un pugno in un occhio. Ci sono solo il nero-su -rosso e il nero-su-blu come problemi, ma prima era MOLTO peggio. Se mi date mandato (cioè se non si decide di eliminare i colori) vedo di fare delle prove. Paolos 18:31, 3 mar 2008 (CET)

Eliminazione dei colori[modifica wikitesto]

Favorevoli[modifica wikitesto]

  • --Subvertigo 17:56, 3 mar 2008 (CET)
  • L'ho proposto io quindi... --Skyluke 18:14, 3 mar 2008 (CET)
  • Credo che il modello inglese sia quello da seguire --Gusme (talk) 17:42, 5 mar 2008 (CET)
  • Quoto Gusme. --K.93 (msg) 12:55, 6 mar 2008 (CET)
  • Decisamente più sobrio e corretto, evita il rischio di eventuali ulteriori polemiche e mi pare più consono all'argomanto --Ediedi (msg) 10:54, 9 mar 2008 (CET)

Contrari[modifica wikitesto]

  • Paolos 18:27, 3 mar 2008 (CET) ovviamente
  • Ci ho pensato un po' e sono giunto a questa conclusione. Dopotutto dopo le elezioni avremo solo due coalizioni sopra il 10% e quindi solo due colori. --Checco 19:30, 3 mar 2008 (CET)
Dopo le elezioni avremo un gruppo unico PD, e Radicali e IDV si scioglieranno, quindi il tutto non avrà più molto senso. E gli occhi cmq si spaccano ora. --Subvertigo 19:32, 3 mar 2008 (CET)
io spero che per allora si voglia fare un semplice elenco alfabetico come nelle altre wiki...--Skyluke 19:44, 3 mar 2008 (CET)
Checco, eviterei di far dipendere le scelte da opinioni personali sui risultati elettorali, di cui, tralaltro, non esiste certezza :-)--Ediedi (msg) 10:58, 9 mar 2008 (CET)
  • Per ora lasciamo così ... -juanm- 10:41, 4 mar 2008 (CET)
  • Pessimo senza colori --Giuse93 (msg) 07:43, 9 mar 2008 (CET)
  • Mi accodo--Jacvan (msg) 11:05, 9 mar 2008 (CET)

Riordinare coalizioni secondo precedenti risultati delle liste aderenti[modifica wikitesto]

Favorevoli[modifica wikitesto]

Contrari[modifica wikitesto]

  • Ormai aspettiamo le elezioni. --Skyluke 18:15, 3 mar 2008 (CET)
Senza i colori non c'è più neanche la scusa cromatica...non ha senso tale ordinamento. O si fa alfabetico o la somma delle liste, IMHO. (ho commentato sul voto solo perchè hai inserito qui il tuo commento). --Subvertigo 18:25, 3 mar 2008 (CET)
  • Paolos 18:28, 3 mar 2008 (CET) Non sono d'accordo, la geografia politica (ovvero come si siedono i deputati/senatori nell'emiciclo) è oramai patrimonio comune di tutti. Perchè mai non seguirla?
Peccato che l'udc si siede a destra e non al centro dell'emiciclo, cmq... --Skyluke 18:32, 3 mar 2008 (CET)
Ed è scritto sulla pietra che si parte da sinistra e si va a destra? E poi come l'hai detta te contraddice il criterio già scritto del template. X Skyluke->confido in tuo ripensamento sull'ordinamento! :-)
Attenzione, la cosa che propone Subvertigo si applicherà comunque il giorno dopo le elezioni. Mettiamo che cambiamo anche quella regola, per quale ragione si deve partire dalla sinistra? E ha ragione Skyluke: l'UDC siede alla destra di FI e Lega. --Checco 18:35, 3 mar 2008 (CET)
E anche se si volesse ordinare PD,PDL,UdC che ormai son tutti di centro è alquanto ardito. Ribadisco: perchè non applicare subito il criterio e fare invece questa eccezione?--Subvertigo 18:43, 3 mar 2008 (CET)
(conflittato)Io non sono contrario, sono per aspettare le elezioni dato che si è discusso quella questione e si era deciso così, Subvertigo ha chiesto una votazione, e quindi voto coerentemente con la decisione, condivisa, che avevo contribuito a prendere in precedenza. Anche perchè, nella sinistra che peso diamo a SD che non ha mai fatto un'elezione? Il PD potrebbe essere considerato semplicemente come la fusione di DS e DL, hanno perso alcuni pezzi e acquistati altri. Possiamo noi decidere aprioristicamente il peso elettorale di una lista come il PdL, che ha in se partiti che alle scorse elezioni andarono da soli o con la sinistra? E la destra? in base a cosa possiamo dire che ha più o meno voti dell'UDC se non è mai stato presente a nessuna elezione? La pazienza è la virtù dei forti, abbiamo raggiunto questo compromesso, aspettiamo un mesetto e avremo i dati certi. --Skyluke 18:48, 3 mar 2008 (CET)
Il peso di PD e PDL è già stato deciso aprioristicamente dando addirittura il nome alla coalizione stessa. L'ordinamento dal più grande al più piccolo secondo i risultati delle ultime elezioni delle singole liste è palese. L'unica possibile obiezione è la destra, e dato che è una lista nuova va contato solo il risultato di FT e quindi va per ultima. Cioè io mi metto dei panni di uno che apre wikipedia per la prima volta...che senso ha mettere sinistra arcobaleno come prima riga? Cmq ovviamente accetterò il risultato della votazione. --Subvertigo 19:22, 3 mar 2008 (CET)
Lì non è questione di peso, è questione che nel caso del PD, IdV si è aggregata al programma, scritto unicamente dal PD, e dopo il voto si scioglierà, i radicali non hanno liste; nel caso del Pdl è l'unico partito della coalizione presente in tutta italia, la lega va solo al nord e l'Mpa solo al sud. --Skyluke 19:48, 3 mar 2008 (CET)
  • Aspettiamo le elezioni. --Checco 19:30, 3 mar 2008 (CET)
Aspettiamo le elezioni, ma guardate che il template adesso funziona. Si può partire da sinistra o da destra, ma non capisco perchè saltabeccare... L'UDC siede oggi alla destra di FI e Lega, ma alla sinistra di AN: pensate veramente che l'indomani delle elezioni si siederà a destra del PdL??? Paolos 20:55, 3 mar 2008 (CET)
Gli errori tecnici ed oggettivi nei criteri e nel template sono stati finalmente (con enorme fatica) rimossi. Restano i punti opinabili, ma per questi è inutile azzuffarsi visto che questa versione del template durerà solo sei settimane: mi dichiaro contrario ad ogni cambiamento proposto, e do a tutti appuntamento al 15 aprile, coi dati definitivi del Ministero in mano. Ciao!--Lochness 01:10, 4 mar 2008 (CET)
PS un pò OT: mi pare proprio il momento ideale per farsi dare ogni autorizzazione per caricare i loghi dei partiti, i quali porranno l'unica condizione di non visualizzarli in dimensioni inferiori ai 1000px: chi può occuparsi della ricerca?
  • Meglio aspettare non solo le elezioni, ma anche la formazione dei gruppi parlamentari e del nuovo governo. --Ediedi (msg) 11:02, 9 mar 2008 (CET)

Spero...[modifica wikitesto]

Mi assento per qualche giorno. Spero di non trovare il template stravolto fra quattro giorni... In ogni caso, dirò allora la mia. --Checco 15:47, 5 mar 2008 (CET)

Megalomania? --Subvertigo 09:53, 7 mar 2008 (CET)
Io sono più preoccupato di Checco, ma la battuta è simpatica. :-) --L'osservatore 13:32, 7 mar 2008 (CET)
Ho solo espresso una speranza. --Checco (msg) 00:20, 10 mar 2008 (CET)

SVP non in coalizione alla Camera[modifica wikitesto]

La SVP presenta una lista autonoma alla Camera, con capo "Brugger" e non Veltroni, quindi non è collegata al PD e non concorrerà al conteggio per il premio di maggioranza (e questo tra l'altro vuol dire -0,5% circa alla coalizione Veltroni). Invece al Senato SVP-PATT-PD presentano una lista comune e un unico simbolo. Che fare? Penso che come minimo un'indicazione vada messa. --Subvertigo 09:53, 7 mar 2008 (CET)

PS:faccio notare che invece le scorse elezioni era collegata a Prodi, come tutte le altre liste nazionali collegate. Non sono stati presentati altri simboli ibridi (tipo SVP-PD), quindi penso non ci siano "paracadute". Al massimo che alla fine SVP non presenti il proprio simbolo e inviti a votare PD, ma mi pare decisamente improbabile. --Subvertigo 16:23, 7 mar 2008 (CET)
C'è cmq l'accordo al senato, quindi lascerei com'è. --Skyluke 01:23, 8 mar 2008 (CET)
Quoto Skyluke. --Checco (msg) 00:20, 10 mar 2008 (CET)

PRI e amministrative[modifica wikitesto]

Attenzione, che per quanto riguarda le regionali, provinciali, comunali e circoscrizionali, il PRI ha sempre solo liste proprie e non sempre queste sono alleate con il centrodestra, in vari casi il PRI è alleato anche con la sinistra. L'accordo e l'alleanza con il centrodestra valgono solo per le politiche, questo dimostra, una volta di più, che si tratta solo di un accordo esclusivamente a scopi elettorali e non di una vera e propria "alleanza". --Ediedi (msg) 08:01, 8 mar 2008 (CET)

Anche la rosa bianca alle amministrative va da sola e non con l'udc, così come la sinistra e il PD in quasi tutta italia vanno insieme, a segrate, in giunta comunale del Pdl, sta per entrare il PD; è impossibile riassumere la realtà totale in un template, per questo avevo proposto di fare un semplice elenco in ordine alfabetico dei partiti, senza coalizioni e altri orpelli, come avviene nelle altre wiki per tutti i partiti di altri paesi. --Skyluke 11:02, 8 mar 2008 (CET)
Hai ragione, aggiungerei però che la situazione del PRI è ancor più particolare inquanto in alcune giunte è alleato a sinistra. --Ediedi (msg) 11:43, 8 mar 2008 (CET)
Sbaglio o poco sopra ho scritto di una giunta mista PD/PDL? --Skyluke 14:11, 8 mar 2008 (CET)
Skyluke, non è certo paragonabile, in quel caso si tratta di "larghe intese" a livello locale, mentre nel caso delle giunte o opposizioni di sinistra cui partecipa il PRI in opposizione al centrodestra, la situazione è ben diversa. Mi spiego meglio: non solo è alleato con il centrosinistra, ma è anche in opposizione al centrodestra :-) --Ediedi (msg) 07:15, 9 mar 2008 (CET)
Penso che, tutto sommato, abbia ragione Skyluke. Ci sono parecchi casi di comuni in cui l'UDC, la LN e talvolta pure FI sono alleati con la sinistra. --Checco (msg) 00:22, 10 mar 2008 (CET)