Discussione:Targhe d'immatricolazione italiane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Crystal Clear app ksirtet.pngQuesta voce rientra tra gli argomenti trattati dal progetto tematico sottoindicato.
Puoi consultare le discussioni in corso, aprirne una nuova o segnalarne una avviata qui.
Logo del Progetto Trasporti.svgTrasporti
Monitoraggio non fatto.svg
ncNessuna informazione sull'accuratezza dei contenuti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla scrittura. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla presenza di fonti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla presenza di immagini o altri supporti grafici. (che significa?)



Targhe 11A111[modifica wikitesto]

Sono sicurissimo che la B è stata usata a Milano (ho visto in giro macchine con targhe come 00B123). Il testo invece dice che sono state usate solo A e D. Qualcuno può controllare l'affermazione? 195.176.176.226 15:30, 14 giu 2006 (CEST)

Probabilmente hai visto la combinazione 0D8123 che vista in lontananza può trarre in inganno, è per la facile ambiguità tra 8

e B che la seconda lettera dell'alfabeto è stata rimossa dalle serie successiva alla prima (Utente:217.58.151.110)

a MILANO non è stata mai superata la A al terzo posto delle targhe... (MI **A***) e cmq la B non era prevista!--Blaskino84 12:15, 6 mar 2007 (CET)

Targhe AFI[modifica wikitesto]

Le targhe AFI sono assegnate a tutto il personale NATO e bilaterale, non solo agli Americani. I provvedimenti di restrizione valgono solo per gli Americani.

I due links proposti sono esclusivamente USA (Aviano è un bilaterale Italia - USA).

Le auto del personale AFI di permanenza superiore ai due anni avranno una regolare immatricolazione in Italia e non

targhe italiane di copertura (quasi identiche alle normali targhe civili italiane, escluso il bollino, essendo concesse con particolari agevolazioni fiscali)

(Perché le targhe italiane hanno il bollino? E da quando?)

Una "targa di copertura quasi identica a ... " sarebbe una violazione della legge italiana e quindi non è neppure lontanamente proponibile. Oltretutto, da un punto di vista operativo, le targhe "quasi uguali" sarebbero "un po' diverse" e quindi riconoscibili: allora tanto vale tenere le targhe AFI!

Gli Americani ex-AFI non avranno nessuna agevolazione fiscale: le riduzioni di prezzo dell'immatricolazione sono sostenute dai Comandi americani.

Fabrizio Fiorita 00:08, 31 mar 2006 (CEST)


Reinserisco le informazioni rimosse da Fiorita perché i link proposti (autorevoli senza alcun dubbio) le documentano per intero: essi paiono pertanto smentire quanto smentito (senza documentare) da Fiorita . Il "bollino" (traduzione dall'inglese migliorabile, come di seguito, concordo) è il simbolo della Repubblica Italiana (o della Provincia Autonoma, come nel caso di Bolzano). Ovviamente, se e quando saranno fornite documentazioni a sostegno di quanto asserito per giustificare la rimozione, si potrà ridiscutere la faccenda. --Piero Montesacro 00:26, 31 mar 2006 (CEST)

I links proposti sono:

  • un giornale online delle Forze Armate degli Stati Uniti;
  • un sito ufficiale di una forza che è USA non assegnata alla NATO, in Italia in base ad un trattato bilaterale Italia - USA.

Nessuno dei due siti riporta disposizioni delle autorità NATO, soltanto disposizioni delle autorità USA.

Se il "bollino" è lo stemma di Stato (povero Stato, se il suo simbolo viene chiamato "bollino") ricordo che esso è componente obbligatoria per legge delle targhe italiane; ricordo anche che gli stemmi delle Provincie autonome (Aosta lo porta da sempre, recentemente introdotti quelli di Trento e Bolzano) non sotituiscono lo stemma di Stato, ma vi si affiancano.

Quindi quanto detto da Montesacro è pressapochismo, come ho già dovuto constatare circa le targhe militari, sui testi deklle quali ho dovuto intervenire per ripristinare la verità.

Circa il "collezionismo" delle targhe AFI, è una boutade bella e buona, visto che nella pagina di targhe da collezionare perché non più utilizzate ce ne sarebbero a diecine.

Fabrizio Fiorita 12:10, 31 mar 2006 (CEST)

Prima di tutto, cerchiamo di assumere toni meno drastici, più gentili e collaborativi. Grazie! :-)
  1. Da un punto di vista Wiki, sarebbe auspicabile, prima di rimuovere informazioni inserite da altri utenti, proporre la modifica in discussione attendendo per un tempo ragionavole (24 ore?) una replica, anziché procedere in senso inverso.
  2. La polemica circa il "bollino" mi pare ormai gratuita: ho già spiegato che si trattava di una traduzione frettolosa dall'inglese e l'avevo corretta.
  3. I due siti testimoniano oltre ogni possibile dubbio il fatto che le Autorità USA trattano l'uso delle targhe direttamente con le autorità italiane, senza dover passare per Bruxelles e in ogni caso, che gestiscono direttamente, come io avevo descritto (di fatto: tradotto dall'inglese), le targhe AFI.
  4. Tutte le informazioni da me aggiunte sono documentate, come sopra. Resto in attesa di documentazioni che smentiscano i siti gestiti dalle Autorità USA.
  5. Anche la polemica sul collezionismo (invece rilevante per la voce, a mio avviso) è piuttosto incomprensibile.

--Piero Montesacro 12:49, 31 mar 2006 (CEST)

Replico per dovere di verità, anche se so che non esiste possibilità di far recedere Montesacro dalle sue opinioni, anche dopo ampie dimostrazioni.

  1. Da un punto di vista di Wiki, se un'informazione è fasulla è dovere di un utente modificarla proprio per salvaguardare la credibilità della stessa Wiki (che non è eccelsa).
  2. Nessuna fretta nelle traduzioni giustifica chiamare "bollino" il sigillo di Stato.
  3. Le autorità USA trattano direttamente con le Autorità italiane per quanto riguarda il personale USA, in quanto - come già detto - molte forze USA non sono assegnate NATO. Bruxelles non c'entra un cavolo, in quanto i Comandi NATO in Italia (come quelli in tutta Europa) hanno dei loro SOFA con lo Stato italiano. Le targhe AFI sono gestite dai Comandi NATO e non dagli Americani. La trattativa fra le forze USA e l'Italia non riguarda le targhe AFI ma le targhe italiane, e ciò risulta chiaro dai due comunicati citati.
  4. Le informazioni originali sono corrette, ma sono state impropriamente traslate dagli USA a tutta la NATO, diventando così sbagliate. Non occorrono quindi smentite, basta riportare il tutto nel suo corretto ambito.
  5. Credo che un collezionista di targhe possa essere molto più attratto dalle targhe che non esistono più (ad esempio le vecchie targhe militari, o le targhe delle provincie non più italiane, o le targhe del TLT, o le targhe provvisorie emesse dalle Prefetture negli anni '70, o le targhe delle provincie che hanno cambiato sigla) che non da una targa AFI privata, che oltretutto continuerà ad esistere perché il personale non USA dei Comandi NATO continuerà almeno per ora ad averle. Quindi la citazione sul collezionismo "solo per le targhe AFI" è gratuito; oltretutto, conoscendo le procedure attuate dai Comandi NATO per la consegna e la restituzione delle targhe, quelle destinate al collezionismo potrebbero provenire soltanto dai furti, e quindi mi sembra molto opportuno togliere la citazione.

Fabrizio Fiorita 16:04, 31 mar 2006 (CEST)


  1. Inserire considerazioni del tipo: "anche se so che non esiste possibilità di far recedere Montesacro dalle sue opinioni, anche dopo ampie dimostrazioni" non è rilevante per l'oggetto della discussione e non è Wiki. Vedere anche WikiLove.
  2. Quale penitenza debbo pagare per la faccenda del bollino, dopo averti dato ragione e aver corretto la definizione? :-) Tra l'altro, a voler cavillare, l'uso del termine "bollino" nel contesto, non è del tutto cervellotico, perché la sua presenza è giustificata anche in termini fiscali, come altri bolli. Comunque ti ho dato ragione anche prima che tu mi garantissi non t'avrei mai dato ragione su nulla... :-)
  3. Per il resto, sembra di capire, rispetto a quanto sostenuto dai link e dallo stesso Fiorita, che la gestione delle targhe AFI possa benissimo bypassare il controllo da parte di organismi NATO. Dunque , al massimo, si tratta di targhe usate sia in ambito NATO, sia in ambiti non-NATO. Chiariamo questo punto e la voce ne guadagnerà.
  4. Se le informazioni sono corrette nell'ambito USA-Italia, allora occorreva semplicemente specificare la circostanza, non eliminare le informazioni, come invece è stato fatto in un primo tempo.
  5. Nessuno dubita che anche altre targhe siano ambite dai collezionisti (ami scritto che possano interessare solo quelle AFI!), mentre è da verificare se e quante targhe collezionate non provengano, all'origine, da furti: in genere le targhe vanno sempre restituite all'Autorità emittente. La citazione non è un incitazione a rubare targhe! :-)

--Piero Montesacro 16:46, 31 mar 2006 (CEST)

Targhe 11A111[modifica wikitesto]

Risposta all'intervento precedente: probabilmente in lontananza hai visto la combinazione del tipo 0D81234, in effetti la lettera B e il numero 8 generavano delle ambiguità che sono state ridotte con la soppressione della seconda lettera dell'alfabeto dalle serie successive alla prima.

TARGHE CORPO DIPLOMATICO / NUOVE TARGHE "CD 000 XX"[modifica wikitesto]

Scusate il dubbio, ma ho visto automobili in giro con le nuove targhe..e sono arrivati ad immatricolare le nuove targhe con "CD"...e vista la stessa composizione della targa, non è che per caso siano state modificate le "nuove" per il corpo diplomatico? E un'altra cosa: come mai la banda laterale dell'unione Europea non appare su targhe che non siano immatricolate nella motorizzazione civile? E come mai in Italia non sono previste targhe di ripetizione per i rimorchi così come invece avviene in tutta Europa?? grazie

ps: dimenticavo! Ho una balilla della Fiat immatricolata negli anni venti. Sulla targa appare, li dove oggi vi è il bruttissimo simbolo della repubblica, un fascio littorio: può servire ai fini della Wiki una foto di questa targa quale "esempio"? fatemi sapere! {Mastru}

In ordine sparso:
  • Ho spostato in basso il tuo intervento perchè, per convenzione su wikipedia ci si accoda sempre in fondo :-)
  • Di solito a quesiti di questo genere viene risposto con una cosa del tipo "mi spiace se non hai trovato su wikipedia l'informazione che cercavi, se la trovi da qualche altra parte perchè non ne aiuti la crescita espandendo la voce in questione?". Questo nel senso che se la notizia non è già presente nella voce non è detto che qualcuno sia in grado di rispondere alle tue domande :-)
  • Nello specifico dei tuoi quesiti provo a darti cmq qualche risposta
    • Targhe ripetitrice dei rimorchi, la domanda non è formulata in modo chiaro (per me), il rimorchio in Italia ha una sua targa autonoma che viene apposta in maniera fissa sul lato o sul retro del rimorchio stesso, in più ha una targa ripetitrice di quella del mezzo trainante, di colore diverso e in questo caso movibile, sul retro.
    • Per le targhe "particolari" senza il simbolo della comunità, questa è però solo una ipotesi, si tratta di mezzi per uso specifico, solitamente circolanti solo nel territorio nazionale e sicuramente soggetti ad obblighi completamente diversi dai mezzi civili. La stessa procedura, di non mettere le stelline, è in uso anche nella altre nazioni.
    • Per le targhe "CD" non ne ho proprio idea, in ogni caso segnalo queste domande sul Discussioni Progetto:Trasporti dove sono un po' più visibili e chissà mai che qualcuno sia in grado di rispondere meglio di me :-)
  • Per le immagini la risposta è sì, di certo, sia per la targa che per eventualmente tutta l'auto. Una volta caricate puoi provvedere direttamente all'inserimento in questa voce e in quella dell'auto (presumo una Fiat 508 Balilla) oppure nel Portale:Trasporti/Deposito immagini per l'uso da parte di qualcun altro :-)
Ciaooooo --pil56 21:34, 4 gen 2007 (CET)

CC[modifica wikitesto]

Non è chiarito in che modo le targhe CC possano essere: 1)ordinarie, 2)dei Carabinieri, 3)del Corpo Consolare :-) --Ediedi (msg) 11:22, 23 mag 2008 (CEST)

Targhe militari[modifica wikitesto]

Qualcuno ha qualcosa in contrario se metto la tabellina delle targhe militari in ordine alfabetico? Silvio.dellacqua (msg) 23:54, 5 giu 2008 (CEST)

Secondo me è una idea intelligente :-) --pil56 (msg) 08:43, 6 giu 2008 (CEST)
Ok ho messo in ordine alfabetico la tabella delle targhe militari, e ho fatto una tabellina separata per quelle non più in uso, ditemi se vi piace :-). Ho intenzione di creare un sottoparagrafo di spiegazione per ogni tipo di targa, con link dalla tabella... che ne dite? Silvio.dellacqua (msg) 12:11, 3 lug 2008 (CEST)

Mantenere un contenuto enciclopedico[modifica wikitesto]

La frase "Secondo alcune previsioni (tenendo conto del numero di immatricolazioni negli ultimi anni) le prime targhe rettangolari con lettera iniziale E, ovvero EA, dovrebbero uscire a metà del 2009." presente nel paragrafo "Sistema di numerazione 1994-1999" a mio avviso non ha alcun valore enciclopedico. Che importanza ha ai fini della nozione enciclopedica sapere quando iniziera' la prossima serie. o quella dopo.. una volta appurato qual'é il sistema di numerazione ognuno puo' divertirsi a stilare delle previsioni.Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 79.16.64.66 (discussioni · contributi) . il 23/10/08

Sono d'accordo, io rimuoverei questa parte Silvio.dellacqua (msg) Silvio.dellacqua (msg) 00:52, 2 dic 2008 (CET)

Croce Rossa Italiana[modifica wikitesto]

Ho modificato la frase iniziale:
[...]sono dotati di targa ministeriale
in
[...]sono dotati di targa dedicata.
Il termine ministeriale, riferito alle targhe della Croce Rossa Italiana, è improprio, in quanto esse non sono emesse da alcun ministero ma direttamente dall'Ufficio Centrale Motorizzazione CRI. Silvio.dellacqua (msg) 22:55, 18 feb 2010 (CET)

La voce è ottima[modifica wikitesto]

Complimenti a tutti gli utenti che hanno scritto la pagina, per la loro precisione, la loro accuratezza, la descrizione precisa del soggetto in questione. --Alex97 Bisogno di aiuto? 13:20, 2 mag 2010 (CEST)

Targhe_automobilistiche_italiane#1905-1927[modifica wikitesto]

Io a casa ho 4 volumi dell'Annuario Generale del Touring (già citato nella pagina di Pola dove qualcuno ha sbagliato la sigla della provincia scrivendo PO) e soprattutto quello del 1923-24 dove sono riportate tutti i numeri abbinati alle provincie. Domanda: posso fare un rettangolo su 3 o 4 colonne con tutti i numeri abbinati alle rispettive provincie e riprodurre l'esempio della targa per auto e moto (togliendo i simboli non enciclopedici del TCI ?). Grazie per la risposta.--Nipas (msg) 01:50, 20 ago 2010 (CEST)

Sigle attuali provincie[modifica wikitesto]

Ho notato che ci sono le sigle delle provincie nel periodo 1923-1927 ma non quelle attuali. Non sarebbe forse il caso di aggiungerle? Nelle voci relative alle targhe tedesche e austriache le sigle sono elencate. --Gspinoza (msg) 09:54, 6 apr 2011 (CEST)

L'elenco delle targhe dell'anteguerra ha un senso perché c'è la tabella di trasformazione del numero nella relativa sigla; secondo me indicare anche le sigle delle province attuali sarebbe solamente un appesantimento della pagina (anche pensando a quelli che le voci di wiki le stampano), meglio mettere una nota nel corpo della voce e un rimando a Province_italiane#Elenco_delle_province dove l'elenco già esiste. --Pil56 (msg) 10:34, 6 apr 2011 (CEST)

Strana targa su Top Gear[modifica wikitesto]

In questo video della 17a stagione di Top Gear http://www.youtube.com/watch?v=UZiHPLGh-Ek la Lamborghini ha una targa composta da una lettera, un numero stampato a metà della dimensione normale, e cinque numeri. Ha tutto l'aspetto di una targa italiana e nuova, ma non ne ho mai vista una del genere. Cercando con Google non ho trovato niente di interessante. Se qualcuno ne sa qualcosa bisognerà aggiornare la voce. Xja (msg) 22:23, 17 dic 2011 (CET)

Presumo si tratti di una targa di prova o provvisoria... La sigla L2 è quella della Motorizzazione Civile di Ferrara come da Tabella 1 dell'Appendice XI del Regolamento del Codice della Strada (vedi [1]), che ha rilasciato la targa, seguita da un progressivo di 5 cifre. --DirkCherchi Dch discutiamone 00:27, 18 dic 2011 (CET)

Targhe Prova[modifica wikitesto]

Ho visto che in questa pagina mancano le targhe prova sia le vecchie che le nuove... ci sono immagini disponibili su google e su targheitaliane.it...

Titolo[modifica wikitesto]

Non sarebbe meglio un titolo tipo "targhe d'immatricolazione italiane" dato che si parla non solo di autoveicoli ma anche di motoveicoli, ciclomotori ecc?--Carnby (msg) 14:07, 10 giu 2012 (CEST)

Targhe ZA[modifica wikitesto]

Nessuno ne parla delle targhe delle jeep con le ruote di scorta sul retro?

Nuove targhe rimorchi[modifica wikitesto]

Ho inserito la rappresentazione sotto il testo

Errore di logica[modifica wikitesto]

È errato scrivere "[...] nessuna provincia ha immatricolato fino a 1.000.000 di motocicli". Questa frase equivale a dire che tutte le provincie ne hanno immatricolati più di oppure almeno 1 000 000, a seconda che si dia all'espressione fino a carattere inclusivo oppure no nei confronti della milionesima unità (cioè che si scelga di far corrispondere a fino a il segno < oppure ≤).

È invece corretto scrivere "nessuna provincia ha immatricolato 1 000 000 o più motocicli", o, in alternativa, "nessuna provincia ha immatricolato più di 999 999 motocicli" (ma quest'ultimo modo è meno chiaro a mio parere).

Ancor meglio è scrivere "nessuna provincia è mai arrivata ad immatricolare un milione di motocicli". La cifra in lettere è ancora più leggibile in una frase così.

Corretto errore di logica optando per la frase "1 000 000 o più motocicli". Spacc67 (msg) 23:32, 13 gen 2017 (CET)

Targhe provvisorie con codice alfanumerico della provincia[modifica wikitesto]

All'inizio del sottoparagrafo manca una foto esemplificativa. Se qualcuno è in grado di inserire la foto di un World Truck di Overland con sigla provvisoria di Torino (inizia con A6) posizionata nella targa anteriore vista tra le immagini dei famosi documentari mandati in onda su Raiuno dal 1994, darebbe un contributo notevole. Al momento le altre foto di queste targhe temporanee sono poche e coperte da copyright. Grazie! Spacc67 (msg) 23:25, 13 gen 2017 (CET)

Collegamenti esterni modificati[modifica wikitesto]

Gentili utenti,

ho appena modificato 2 collegamento/i esterno/i sulla pagina Targhe d'immatricolazione italiane. Per cortesia controllate la mia modifica. Se avete qualche domanda o se fosse necessario far sì che il bot ignori i link o l'intera pagina, date un'occhiata a queste FAQ. Ho effettuato le seguenti modifiche:

Fate riferimento alle FAQ per informazioni su come correggere gli errori del bot

Saluti.—InternetArchiveBot (Segnala un errore) 15:12, 13 apr 2018 (CEST)

Storia: 1901-05[modifica wikitesto]

Vorrei modificare il paragrafo così: "Con il Regio Decreto del 28 luglio 1901 n. 416 viene promulgato il primo Regolamento per la circolazione delle vetture automobili sulle strade ordinarie, il cui articolo 32 dispone l'obbligo di dotare le vetture circolanti in servizio pubblico di apposita targa fissa. Tale obbligo venne esteso a tutte le vetture circolanti dal Regio Decreto 5 marzo 1903 n. 91 ...." Fonte: i testi dei due RD, in Gazzetta Ufficiale rispettivamente del 16 set 1901 n. 221 e del 1 apr 1903 n.76. Testi reperibili al sito augusto.digitpa.gov.it

Sono assolutamente nuovo a questo tipo di interventi, chiedo scusa se ho sbagliato procedura.

--Elbalabiot (msg) 19:59, 11 gen 2019 (CET)Elbalabiot 11-01-2019