Discussione:Sociologia della comunicazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Scusate ma chi è che sostiene che la sociologia della comunicazione e la sociologia dei processi culturali e comunicativi siano la stessa cosa? La sociologia dei processi culturali e comunicativi comprende anche i i processi culturali, che sono altro rispetto ai processi comunicativi. Si potrebbe ritenere che i primi comprendono i secondi, ma non il contrario.


Caro Sannita, non capisco perché hai fatto il rollback. Truman sarà pure un admin, ma non è il Verbo. «Sociologia dei processi culturali e comunicativi» è il nome di un settore scientifico-disciplinare universitario che raggruppa due campi di studio tradizionalmente distinti. La sociologia dei processi culturali e la sociologia della comunicazione sono due branche della stessa disciplina e hanno in comune l'origine presso la scuola di Francoforte, ma tuttora hanno interessi ed esponenti completamente diversi. In questo articolo si parla della sociologia della comunicazione e non della sociologia dei processi culturali (altrimenti si sarebbe parlato di Bauman, Giddens, Beck, Meyrowitz, Bechelloni e forse Sonia Livingstone). Se vuoi redigere un articolo sulla sociologia dei processi culturali, accòmodati.


Ho eliminato la frase pienamente pubblicitaria, evidenziata dal tag "Senza fonte", riguardante il presunto maggiore esponente italiano. Non mi risulta che Wikipedia sia un giornale d'annunci. --Psyche (msg) 12:21, 29 giu 2011 (CEST)

Ho cercato di migliorare le definizioni iniziali nell'ottica di irrobustire la voce con citazioni bibliografiche accademiche recenti

Imprecisioni[modifica wikitesto]

Prego l'anonimo autore di tradurre la sigla «ETC», che non rimanda a nulla nemmeno su Wikipedia. Inoltre rimango perplesso circa la classificazione della semiotica, che è una disciplina speculativa, come scienza sociale. --151.77.35.180 (msg) 17:02, 1 ago 2014 (CEST)

Giuseppe Tipaldo[modifica wikitesto]

L'articolo è stato rimaneggiato eliminando una lista di studiosi e ponendo una particolare enfasi sui contributi di un tale Tipaldo. Confesso che inizialmente ho pensato di essere un grande ignorante nonostante una laurea con 110 e lode in Media e giornalismo, con circa un terzo degli esami afferenti proprio al settore della sociologia dei processi culturali e comunicativi. Ho pensato che fosse una sorta di soprannome, più che un cognome, oppure l'adattamento di un cognome straniero (tipo Bolena, Cheplero, Lutero etc.). Inserito il wikilink mi sono accorto che non rimanda a niente e ho notato che nelle note c'era l'iniziale del suo nome puntata, il che mi fa pensare che ha scritto qualcuno che non conosce bene le regole di WP. Cerco in Rete e scopro che si tratta di Giuseppe Tipaldo, un baldo giovanotto, che ama pubblicare foto di quando era uno sbarbatello lampadato, che sul blog del Fatto quotidiano si spaccia per «ricercatore e docente universitario» e che, in realtà, ha solo un assegno di ricerca post-dottorato presso il dipartimento "Culture, politic e società" dell'Università degli studi di Torino, ove è anche docente a contratto di Sociologia dell'informazione e della comunicazione. Probabilmente è noto nell'àmbito movimentista, avendo concentrato i suoi studi sul movimentismo (in particolare il Movimento cinque stelle). Credo che eliminare eminenti studiosi quali Bechelloni, Sorrentino, la Buonanno, Abruzzese, Morcellini, De Masi, o addirittura un pioniere quale Ferrarotti, per far spazio a questo sia un po' eccessivo. --93.41.49.202 (msg) 22:30, 4 apr 2015 (CEST) Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 93.41.49.202 (discussioni · contributi).

Facciamo un po' di ordine. Condivido il fatto che l'impostazione che è stata fatta, anzi la riscrittura, della voce era tutto fuorchè neutrale, essendo fortemente orientata verso la "promozione" (involontaria o no, non importa) di testi e autori che - evidentemente - non hanno lo status di padri della disciplina, che nasce agli inizi del '900 e pertanto ha al suo attivo una discreta letteratura (che andrebbe riportata nella voce). Per tale motivo ho ripristinato la versione precedente, inserendo il link alla Treccani ecc. La versione attuale è di certo migliorabile, ma non con l'orientamento e le fonti precedenti.
Tuttavia non vedo, in quella versione ripristinata, i nomi che citi e pertanto non mi pare che si possa dire che sono "stati eliminati". Infine, invito a non lasciare commenti e giudizi personali su persone/movimenti: siamo qui a scrivere un'enciclopedia e come sono intervenuto io potevi farlo pure tu, motivando il perchè --Soprano71 16:06, 9 ott 2015 (CEST)