Discussione:Server

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crystal Clear app ksirtet.pngQuesta voce rientra tra gli argomenti trattati dal progetto tematico sottoindicato.
Puoi consultare le discussioni in corso, aprirne una nuova o segnalarne una avviata qui.
Computer n screen.svgInformatica
Monitoraggio non fatto.svg
ncNessuna informazione sull'accuratezza dei contenuti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla scrittura. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla attendibilità delle fonti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla presenza di immagini o altri supporti grafici. (che significa?)

Parti mancanti[modifica wikitesto]

Per completezza andrebbero inserite maggiori specifiche hardware (come è fatto esattamente un server, differenze con i normali computer) e software (caratteristiche del sistema operativo di un server) e sulla gestione di un server.

Servente[modifica wikitesto]

È una dicitura molto comune: 25'000 risultati alla ricerca "Servente AND server" (perciò piuttosto restrittiva) con Google. Nemo 14:36, 17 apr 2006 (CEST)

Hardware o Software?[modifica wikitesto]

Ricopio qui una discussione avvenuta nella pagina Wikipedia:Pagine da cancellare/Server FTP

*+1 (+1000) finchè resta scritto che un server (computer) è un programma -1 - cambio voto (grazie MGC di avermi chiarito questo punto, avevo sempre considerato il server come hardware) --Klaudio(Toc! Toc!) 14:14, 24 ott 2006 (CEST)

Ehm, Klaudio: un server FTP è un programma. Penso tu ti riferisca al fatto che, per estensione, si tende a chiamare "server FTP" anche il computer su cui gira quel programma. Moongateclimber 14:41, 24 ott 2006 (CEST)
Scusassero lor signori illustrissimi, ma sulla voce Server si parla proprio di hardware, c'è pure una foto....se è sbagliata, per favore correggete. Grazie. --Dia^ 00:02, 30 ott 2006 (CET)
No. "In realtà, il termine server si riferisce più correttamente al software [...]" --.anaconda 00:04, 30 ott 2006 (CET)
Tu avrai anche tutte le ragioni del mondo, ma quando io clicco su server (che trovo sulla voce di cui si sta discutendo) trovo scritto: "Per server si intende comunemente un computer dedicato allo svolgimento di un servizio preciso" e cliccando su "computer" trovo: "un dispositivo fisico". Per me "dispositivo fisico" significa "hardware". Magari due paroline di spiegazione nelle rispettive voci non farebbero male...--Dia^ 00:22, 30 ott 2006 (CET)
Quella parte l'ho copiata dalla voce. --.anaconda 00:33, 30 ott 2006 (CET)
Visto che è una parola inglese mi sono andata a guardare le versione en che recita: "The term server can refer to hardware (such as a Sun computer system) or software (such as an RDBMS server)" Sembra che le versione it vada aggiornata/sistemata. IMHO naturalmente. --Dia^ 00:38, 30 ott 2006 (CET)
e el foto incluse titraggono sempre di pezzi di hardware senza nessuna altra specificazione.--Dia^ 00:41, 30 ott 2006 (CET)

C'è qualcuno che se ne intende più di me e può mettere a posto la voce e soprattutto l'incipt della stessa?
Grazie--Dia^ 11:19, 30 ott 2006 (CET)

Forse è il caso di far notare che server (che da un servizio) è un sistema (composto di hardware e software) finalizzato ad offrire appunto uno o più servizi. D'altronde, adesso si parla di sistema operativo esteso, che comprende anche le parti hardware.
--Pigr8 mi consenta... 22:25, 5 feb 2007 (CET)

via stub[modifica wikitesto]

Mi sembra ridicolo considerarlo un abbozzo. Levo lo stub-avesan 00:17, 17 feb 2007 (CET)

Incipit: servi serventi e plurali[modifica wikitesto]

Chi mi conosce nella RL sa quanto aborri le traduzioni forzate dei termini, e con "forzate" intendo l'adozione di un nuovo termine italiano (o di un termine non ancora adottato in quel contesto) al posto del termine in lingua straniera. Per intenderci, non utilizzerei mai "palchetto" al posto di "parquet", "direttorio" al posto di "directory" o "servente" al posto di "server". Proprio l'informatica a mio avviso crea qualche problema in più, in quanto per i termini utilizza largamente delle metafore, che non sempre "passano" in italiano, soprattutto se il traduttore non fa uno sforzo in più per renderle nella nostra lingua. A questo proposito cito sempre quella che per me è invece una felice traduzione, quando qualcuno pensè di tradurre il termine informatico "bug" con "baco". Entrambi i termini erano metafore, anche se differenti (in italiano la metafora dell'insetto che si annida tra i circuiti del computer era resa con la bella mela che al suo interno aveva il verme), inoltre il termine italiano, corto quasi come quello inglese, ne richiamava anche il suono: qualunque informatico avrebbe potuto quindi riconoscere ed accettare "baco" con il significato di "difetto del software".

Non è il caso però di "servente", termine decisamente sottoutilizzato in italiano, spolverato solo per forzare un traducente italiano al ben più attestato "server". Nonostante tutto però, così com'è stato confezionato l'incipit, il riferimento a "servente" ci può stare, visto che c'è anche una fonte, ma non andrei oltre, nel senso che non vorrei un giorno trovarmi nell'incipit: "Server o servente in informatica è un componente o sottosistema informatico..." :-)

L'unica cosa che mi lascia perplesso nell'incipit è invece quel "pl. servers": perché? In italiano il plurale dei termini provenienti da una lingua straniera è invariato e non segue certo la grammatica inglese. Prima di cancellare quello che io ritengo una corretta regola inglese, ma un grave errore in italiano, aspetterei però qualche altro parere. --Lepido (msg) 08:30, 14 ago 2015 (CEST)