Discussione:L'uomo duplicato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Dopo l'iniziale difficoltà nell'approccio con il linguaggio utilizzato dall'Autore si rimane invischiati in un impianto narrativo senza uguali, in cui il paradosso diviene ordinario e il clone diviene l'occasione per riflettere sulle condizioni umane fuori dal proprio "IO". Un'analisi profonda sulle sensazioni, umori, affetti e pertinenze altrui, che tende inevitabilmente ad un rapporto "esclusivizzante" con la vita, ovvero spinge alla tentazione di impossessarsi della vita di chi consideriamo "altro" da noi. Nunzio Costa