Discussione:Futuro e Libertà per l'Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nuvola apps korganizer.svg ...da fare in Futuro e Libertà per l'Italia

aggiorna cache · modifica Annota in questo spazio le cose da fare per migliorare la voce o segui i suggerimenti già indicati.

  • Inserire il template specifico. ✔ Fatto
  • Cambiare l'immagine del logo attuale, ormai obsoleto e non più utilizzato, con la versione con la sigla FLI al posto del nome Fini.
Crystal Clear app ksirtet.pngQuesta voce rientra tra gli argomenti trattati dal progetto tematico sottoindicato.
Puoi consultare le discussioni in corso, aprirne una nuova o segnalarne una avviata qui.
Italian Parliament yellow.svgPolitica
Monitoraggio fatto.svgLa voce è stata monitorata per definirne lo stato e aiutarne lo sviluppo.
Ha ottenuto una valutazione di livello sufficiente (novembre 2010).
CSeri problemi relativi all'accuratezza dei contenuti. Importanti aspetti del tema non sono trattati o solo superficialmente. Altri aspetti non sono direttamente attinenti. Alcune informazioni importanti risultano controverse. Potrebbero essere presenti uno o più avvisi. (che significa?)
CSeri problemi di scrittura. Linguaggio comprensibile, ma con stile poco scorrevole. Strutturazione in paragrafi carente. (che significa?)
BLievi problemi relativi alla verificabilità della voce. Un aspetto del tema non è adeguatamente supportato da fonti attendibili. Alcune fonti andrebbero sostituite con altre più autorevoli. Il tema non è stabile e potrebbe in breve necessitare di aggiornamenti. (che significa?)
BLievi problemi relativi alla dotazione di immagini e altri supporti grafici nella voce. Mancano alcuni file o altri sono inadeguati. (che significa?)
Monitoraggio effettuato nel novembre 2010

Dissoluzione[modifica wikitesto]

Vorrei chiedere cosa significhi dissoluzione "de facto". Un partito o esiste oppure non esiste più, non c'è un caso "intermedio". --Caven (msg) 18:40, 30 mag 2016 (CEST)

Dubbio[modifica wikitesto]

Io penso che questa pagina andrebbe tolta. Non per motivi legati all'enciclopedicità della voce quanto al fatto che FL- Per l'Italia (che poi, sarebbe meglio inserire per l'Italia nel nome della voce, come per DL- la Margherita) è un gruppo autonomo del Parlamento Italiano, non un vero e proprio partito politico. Perciò io aspetterei di vedere se FL diventerà anche un partito e solo allora scrivere la pagina. Non so voi, ma era già stata scritta e tolta questa pagina ieri, perciò... MarkSnape 11:07, 31 lug 2010 (CEST)

Anche io sarei d'accordo per eliminare questa pagina, non è un vero e proprio partito. Ad oggi Fini fa ancora parte del PdL, poi se costituirà un vero e proprio partito suo si creerà la pagina. Poi Futuro e Libertà non è neanche sicuro che sia il nome del suo nuovo partito. !Francijuve! 11:33, 31 lug 2010 (CET)
Beh, Fini è ancora nel gruppo PdL, ma di fatto non fa più parte del partito. Io non ho capito neanche poi se i finiani siano andati via. Alla TV (TG la7) e nei dibattiti (In Onda la7) i finiani vengono etichettati come Futuro e Libertà, però di fatto non hanno costituito nessun partito. MarkSnape 11:57, 31 lug 2010 (CEST)
Pagina da lasciare, che sia partito politico o solo gruppo, ha generato una nuova pagina della storia repubblicana italiana, vedremo se più o meno significativa. Pifoyde (msg) 12:18, 31 lug 2010 (CEST)
Vabbò lasciamo la pagina, però a mio parere non sarebbe stata da creare per il motivo che non è ancora un vero e proprio partito, è vero che di fatto Fini non fa più parte del PdL però non ha ancora formato UFFICIALMENTE un partito. Ripeto anche che non è il nome ufficiale del partito (neanche provvisorio) perchè per esempio il 29 si parlava che avebbe rifondato Alleanza Nazionale, poi che avrebbe cambiato il nome in Azione Nazionale ed ora in Futuro e Libertà. Comunque ormai lasciamola questa voce e cerchiamo però di aggiornarla giorno per giorno :-) . !Francijuve! 15:17, 31 lug 2010 (CET)
Imho il soggetto politico è enciclopedico ed è opportuno che una voce ci sia. È chiaro però che finché non viene fondato un vero e proprio partito non è semplicissimo gestire la cosa qua su WP. La voce sul gruppo in effetti è un po' strana, visto che oltre a questa c'è solo (mi pare) quella sul Gruppo Misto. Forse si potrebbe pensare a una voce dal titolo Finiani (al momento redirect a Generazione Italia) che parli appunto del soggetto politico, spiegando quali sono i vari enti che ad essi fanno riferimento ma senza limitarsi ad uno solo . --Jaqen [...] 15:41, 31 lug 2010 (CEST)
A mio parere, vista la poca stabilità dell'argomento, da spostare su wikinotizie, proprio perché "ha generato una nuova pagina della storia repubblicana italiana[senza fonte], vedremo se più o meno significativa". Insomma ci vedo un pò troppo recentismo, motivazioni importanti che renderebbero l'argomento enciclopedico, ma che si potranno verificare solo più avanti. Tra l'altro sono anche d'accordo con l'osservazione di MarkSnape. Dome era Cirimbillo A disposizione! 16:05, 31 lug 2010 (CEST)
D'accordo con Dome !Francijuve! 20:00, 31 lug 2010 (CET)
+1--SicilianoEdivad (Don't quote me on that) 20:31, 31 lug 2010 (CEST)
Oppure come suggerisce Jaqen un paragrafetto su Finiani, ovviamente senza POV, ci può stare.--SicilianoEdivad (Don't quote me on that) 20:47, 31 lug 2010 (CEST)
Dunque, che si fa? Dome era Cirimbillo A disposizione! 15:30, 1 ago 2010 (CEST)

Rientro È vero che la voce è inficiata da recentismo. Tuttavia le notizie sono certe e consolidate. Non è un partito politico, ma è comunque un gruppo ufficiale della Camera che, nel bene o nel male, rappresenta un evento politico che non si esaurirà nell'arco di qualche giorno. I possibili sviluppi sono la nascita di un governo tecnico, oppure le elezioni anticipate oppure l'appoggio esterno/interno all'attuale maggioranza di governo. In ogni caso questa voce rappresenta un evento non volatile e di sicura rilevanza enciclopedica. La voce deve (IMHO) rimanere, levarla sembrerebbe una inaccettabile censura. --Gac 15:40, 1 ago 2010 (CEST)

L'unica cosa che mi sento di sconsigliare è mettere subito in cancellazione la pagina: rischieremmo la solita battaglia che si ha sulle voci affette da recentismo, come dimostrano i precedenti del Polpo Paul, dell'attacco alla Freedom Flotilla, del caso Marrazzo o di Giampaolo Giuliani. In tutti questi casi, mettere in cancellazione le voci qualche mese dopo i fatti avrebbe dato la serenità giusta per discernere la loro rilevanza. --Nicolabel (msg) 15:52, 2 ago 2010 (CEST)
Concordo con Nicolabel e comunque FLI si comporta già come un vero e proprio partito, vedi le consultazioni con L'UDC (e non col resto del PDL!) per decidere insieme come votare sul caso Caliendo. Credo che il rilievo enciclopedico sia notevole già adesso. Lucio Di Madaura (disputationes) 18:54, 3 ago 2010 (CEST)

Un co-fondatore o più co-fondatori?[modifica wikitesto]

Gianfranco Fini, durante la Direzione Nazionale del Popolo della Libertà teletrasmessa in diretta mentre saliva sul palco e dopo che Silvio Berlusconi aveva elencato tutti i co-fondatori del movimento politico, affermò: <<oggi ho scoperto di non essere il solo co-fondatore>>. Mi dispiace per Fini giacché non l'aveva capito prima, però tengo a precisare che il Popolo della Libertà è stato fondato da Silvio Berlusconi e da vari cofondatori tra i quali Carlo Giovanardi, Gianfranco Rotondi, Stefano Caldoro, oltre che ovviamente Gianfranco Fini. Quindi automaticamente è errato parlare di un solo co-fondatore, giacché esiste una pluralità di co-fondatori come correttamente il fondatore (Silvio Berlusconi) ha ricordato durante la Direzione Nazionale. --insilvis (msg) 18:10, 3 Agosto 2010 (CEST)

Un fondatore e un cofondatore, o tutti cofondatori. Il fatto di averlo "scoperto" quel giorno, era una chiara battuta, in quanto finoa quel momento si era sempre parlato di un fondatore e un cofondatore. E poi se lo fondano in tanti sono tutti cofondatori, quindi anche Berlusconi!. Ricordo poi dell'accordo 70/30 tra FI e An, con tutti gli altri partitini e gruppuscoli che restavano in quota FI. Accordo che non riguardava solo le liste elettorali, ma anche gli incarichi di partito, e anche nei gruppi parlamentari. --Civa61 (msg) 18:21, 3 ago 2010 (CEST)

E poi parla di cofondatore anche il Giornale di proprietà del fratello del presidente del consiglio! [1] --Civa61 (msg) 18:29, 3 ago 2010 (CEST)

Carlo Giovanardi, Gianfranco Rotondi, Stefano Caldoro, i liberalriformisti di Dini hanno solo aderito. --Civa61 (msg) 18:38, 3 ago 2010 (CEST)

Scusate, ma non è colpa mia se lo ha detto lo stesso Fini di essere uno tra i co-fondatori. Non so se la sua fosse un'ammissione ironica oppure non, intanto l'ha detto. Sempre nella medesima occasione forse anche quando Gianfranco Fini aveva suggerito a Silvio Berlusconi di cacciarlo dal partito ("che fai? Mi cacci?") può persino darsi che il suo fosse un suggerimento ironico. Comunque, ironia si o ironia no, il suo suggerimento è stato accolto dal Presidente del partito e dall'Ufficio di Presidenza. --insilvis (msg) 19:05, 3 ago 2010 (CEST)

Quella di Fini è chiaramente una battuta sarcastica nei confronti di Berlusconi! I fatti raccontano altro e te l'ho già scritto chiaramente. Ti prego di non insistere nella edit war --Civa61 (msg) 19:24, 3 ago 2010 (CEST)
Quoto Civa. Fini è il co-fondatore del PDL, al pari di Berlusconi: non vorremo epurarlo anche da questo (sul modello Stracquadanio, per intenderci)... --Melkores93 (msg) 19:32, 3 ago 2010 (CEST)

Non posso fare altro che rispondere che ciascuno deve prendersi le responsabilità per ciò che dice. Oltretutto, ma questa è una mia opinione personale, immaginati come l'avranno presa gli altri co-fondatori presenti lì alla Direzione Nazionale, e cioè sto parlando di ministri e presidenti di regione... --insilvis (msg) 19:33, 3 ago 2010 (CEST)

@Insilvis: il tuo discorso (" Non so se la sua fosse un'ammissione ironica oppure non, intanto l'ha detto.") non ha senso. Se è una cosa ironica, come chiaramente è, non possiamo fare finta che non lo sia, per cui la fonte citata di certo non va bene. Ma c'è anche da dire un'altra cosa: chi sia fondatore e co-fondatore dal punto di vista giuridico interessa fino a un certo punto. Politicamente quello che importa è che il PdL è una fusione fra FI di Berlusconi e AN di Fini. Peraltro a ben vedere il dato politico trova conforto anche in quello giuridico, basta guardare l'atto costitutivo del PdL (ad esempio l'art. 2). --Jaqen [...] 19:39, 3 ago 2010 (CEST)

La tua citazione è sbagliata: tua hai citato l'atto costitutivo dell'associazione "Popolo della Libertà", associazione finalizzata all'elaborazione di una lista alle elezioni politiche del 2008 sotto lo stesso contrassegno elettorale da parte di Forza Italia e Alleanza Nazionale.

Difatti si parla di "parti contraenti" e non della costituzione di un partito, giacché la costituzione de IL POPOLO DELLA LIBERTA' è avvenuta solo con la celebrazione del congresso. Mi rendo conto che non è semplice distinguere tra la formazione di una lista elettorale che ha un contrassegno denominato IL POPOLO DELLLA LIBERTA' e un partito chiamato IL POPOLO DELLA LIBERTA', ma sono due cose diverse.

Faccio notare che durante la Direzione Nazionale del Popolo della Libertà il presidente del partito, nonché presidente l'assemblea così ha scandito l'ordine dei lavori:

http://espresso.repubblica.it/dettaglio/pdl-scontro-totale%3Cbr-%3E/2125507 Berlusconi: «Parleranno i coordinatori, poi i ministri, quindi i co-fondatori: Gianfranco Fini, Gianfranco Rotondi, Carlo Giovanardi...»

http://www.corriere.it/politica/10_aprile_22/direzione-pdl-diretta-cazzullo_a0983ed2-4de6-11df-b72f-00144f02aabe.shtml Berlusconi: «Prima ho salutato i cofondatori del Pdl: Fini, Rotondi Giovanardi. Ho dimenticato di salutare Mario Baccini, Alessandra Mussolini, Sergio De Gregorio. E poi Bonocore, Caldoro, Dini, Biasotti, Nucara...»

Quindi, se Fini riteneva che Berlusconi avesse detto una cosa non corrispondente al vero, invece di rispondere dicendo: «Oggi ho scoperto di non essere l'unico cofondatore» avesse risposto dicendo: «a quanto mi risulta so di essere io l'unico cofondatore del Popolo della Libertà» la questione si sarebbe dipanata definitivamente.

Invece Fini ha dimostrato con la sua battuta di essere ignorante, nel senso che ignora, che non sa: ma lo sapra bene il Presidente del Popolo della Libertà se ci sono un co-fondatore o più co-fondatori oppure non? Una enciclopedia non deve basarsi sui "si dice" dei giornalisti, bensì su ciò che gli organismi preposti di una istituzione quale è un partito dichiarano pubblicamente senza ombra di smentita. --insilvis (msg) 20:27, 3 ago 2010 (CEST)

Insilvius, Ma non ti rendi conto che quella risposta di Fini è stata una reazione sarcastica alla provocazione di Berlusconi quel 22 aprile in Direzione nazionale? E molto più efficace di quello che tu avresti voluto dicesse per suffragare il tuo postulato! Sei l'unico! Convinciti e in ogni caso rispetta gli altri... --Civa61 (msg) 20:52, 3 ago 2010 (CEST)

Insilvius ti risponde: <<te lo dico io perché Fini ha risposto così: perché lui non poteva smentire quello che Berlusconi aveva appena detto!!! Per questo Fini ha risposto in quel modo!!!>>. Comunque io ci tengo a che le cosa vengano scritte con precisione, e Berlusconi è stato preciso in quell'occasione.

Scusa se così non fosse perché Fini non ha fatto scrivere dal suo ufficio stampa almeno una precisazione? Semplice: perché non c'era alcunché da precisare, e Fini l'ha messa quasi come dire: <<che cavolata ho udito>> proprio per sminuire senza smentire.

Fini è laureato in psicologia ed è una vita che applica queste tecniche di "coercizione psicologica" per fare passare come "poveri di spirito" (per non dire peggio) i suoi avversari. --insilvis (msg) 21:14, 3 ago 2010 (CEST)

(confl.) @Insilvius: stiamo andando un po' OT ma guarda lo statuto. La VI norma transitoria recita: "Fino al secondo Congresso nazionale del Popolo della Libertà, valgono in materia di presenza negli Organi di partito e nelle candidature i criteri specificatamente individuati nell’atto notarile del 27 febbraio 2008, costitutivo dell’associazione Il Popolo della Libertà." Questo dimostra l'importanza dell'atto costitutivo che citavo prima.
Ma il punto più importante è quello che dice Civa61: Fini ha smentito Berlusconi, anche se lo ha fatto ironicamente.
Comunque insistendo con la tua versione sei riuscito a ottenere il blocco della voce: bene! (meglio precisare che sono ironico) --Jaqen [...] 21:17, 3 ago 2010 (CEST)

Si ma non c'entra con il discorso, che non riguarda incarichi di partito o posti nelle liste elettorali: io ho semplicemente voluto sottolineare che Fini non è l'unico co-fondatore del Popolo della Libertà. Tutto il resto è placido, compreso il 70-30 per le liste. E Fini non ha smentito affatto, giacché smentire significa negare un'affermazione: in questo caso non riesco a indentificare la negazione, tu per caso la trovi? Comunque è giusto essere ironici nella vita, non sprezzanti però e Fini lo è stato. Quantomeno nei confronti degli altri co-fondatori, perché con quella battuta lui voleva dire: <<io sono io, e voi altri non valete un beneamato c...>>, con buona pace dell'ironia... --insilvis (msg) 21:32, 3 ago 2010 (CEST)


Vi invito a non fare commenti sulle persone che sono oggetto di questa voce. Si discute della voce, non dell'oggetto. --Retaggio (msg) 21:20, 3 ago 2010 (CEST)

Comunque, vista la diatriba, anche io ho cercato un po' in giro. Qui di Rotondi e/o Giovanardi non si parla. Né (a parte diversi "spettatori") di altri soggetti politici oltre FI e AN. --Retaggio (msg) 21:33, 3 ago 2010 (CEST)

IMHO solo Fini e Berlusconi possono essere considerati cofondatori del PDL ("cofondatori" entrambi, però: la presenza di un "fondatore" accanto a uno o più "cofondatori" è una contraddizione in termini) --Nicolabel (msg) 21:37, 3 ago 2010 (CEST)
Ah beh sì, un unico cofondatore non può esistere... :-DDD --Retaggio (msg) 21:40, 3 ago 2010 (CEST)


Noto con piacere che l'apparato neuronale di tutti incomincia a mettersi in moto. Comunque nel frattempo aggiungo riferimenti:
http://www.giornaledisiracusa.it/editoriale-top/14397-carlo-giovanardi-domani-a-siracusa-il-senatore-pdl-incontra-i-referenti-locali.html "Il senatore Giovanardi è tra i cofondatori del Popolo della Libertà e chissà se la sua visita potrà in qualche modo servire a stemperare gli animi nel duro confronto tra le diverse anime del maggiore partito del centrodestra."
http://www.siracusanews.it/node/15387 "Il sen. Carlo Giovanardi, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, con delega alle Politiche per la famiglia, al contrasto delle tossicodipendenze e al servizio civile, già Ministro e tra i cofondatori del PdL, ha partecipato ieri a Siracusa ad un incontro che ha visto la partecipazione di esponenti della politica e della società civile."
http://www.carlogiovanardi.it/sito/modules.php?name=News&file=print&sid=1166 Dal sito del Sottosegretario di Stato Carlo Giovanardi: "(ANSA) Con il collega Rotondi, nella nostra qualità di cofondatori del PdL, abbiamo riunito i democratici cristiani - spiega Giovanardi in una nota - che hanno scommesso sull'iniziativa di Silvio Berlusconi di creare un partito popolare democratico di ispirazione cristiana, costola italiana del partito popolare europeo."
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2010/01/19/caldoro-missione-socialista.html "Quarantanove anni, ex ministro, segretario nazionale del Nuovo Psi e cofondatore del Pdl, Caldoro ha alle spalle una gigantografia di Berlusconi («Parlerò con lui in serata»)."

Però al di la dei sacrosanti riferimenti che è giusto aggiungere secondo me c'è una ratio di logica che viene prima di tutto: certo, si sa che l'architrave del Popolo della Libertà è costituita da Forza Italia e da Alleanza Nazionale, però il PdL è stato formato anche dalla confluenza di altri movimenti e partiti polici i quali, seppur più piccoli, formalmente hanno diritto a ottenere la medesima dignità riservata ai partiti "BIG". Così Il Nuovo PSI, i Popolari Liberali, la Democrazia Cristiana per le Autonomie più tutti gli altri sono confluiti nel PdL e Stefano Caldoro, Carlo Giovanardi, Gianfranco Rotondi solo per citarne alcuni sono pertanto a tutti gli effetti co-fondatori come lo è (o meglio lo è stato) Gianfranco Fini. Ripeto: prima di tutto è logica. --insilvis (msg) 00:32, 4 ago 2010 (CEST)

Riporto qui sotto la frase incriminata:

La formazione del nuovo gruppo parlamentare scaturisce dal contrasto di linee politiche sorto tra il Presidente del Popolo della Libertà, cioè Silvio Berlusconi, e uno dei co-fondatori di tale movimento politico ovverosia Gianfranco Fini, attuale Presidente della Camera dei Deputati e già leader di Alleanza Nazionale.

A me sembrerebbe equilibrata: afferma che Silvio Berlusconi è il Presidente del PdL (difatti questa è la carica che egli ricopre all'interno del movimento politico) e che Gianfranco Fini è uno dei co-fondatori (cosa che Fini è, o meglio: è stata). --insilvis (msg) 01:04, 4 ago 2010 (CEST)

La storia dell'"apparato neuronale" mi suona come vagamente offensiva. Stai facendo una battaglia solitaria e hai determinato il blocco della voce: ti consiglio di evitare di ricorrere pure agli attacchi personali, oppure rischi un blocco (sacrosanto) da un qualunque admin dal grilletto facile. --Nicolabel (msg) 02:16, 4 ago 2010 (CEST)
Proposta di mediazione:
La formazione del nuovo gruppo parlamentare scaturisce dal contrasto di linee politiche sorto tra Silvio Berlusconi, presidente del Popolo della Libertà, e Gianfranco Fini, cofondatore di tale movimento politico e già leader di Alleanza Nazionale.
Sottolineo che scrivendo cofondatore senza articolo non si entra nel merito se Fini sia l'unico o sia stato accompagnato dal sottobosco dei vari Giovanardi, Rotondi e Caldoro. Le cariche istituzionali occupate pro-tempore da Fini e Berlusconi IMHO possono essere meglio specificate altrove nella voce. --Nicolabel (msg) 02:26, 4 ago 2010 (CEST)

Sono assolutamente d'accordo con la mediazione proposta e personalmente l'accetto senza esitazioni. Grazie a Nicolabel. --insilvis (msg) 02:33, 4 ago 2010 (CEST)

p.s.
Ho scritto "apparato neuronale di tutti", proprio perché fra tutti mi ci mettevo pure io: non penso di essere ancora così masoschista da offendere me stesso e altri --insilvis (msg) 02:41, 4 ago 2010 (CEST)

Rutengo che siano i documenti ufficiali a disciplinare la vicenda e cioè sia l'atto costitutivo che lo statuto del Pdl, che lo richiama, come bene ha scritto Jaqen, e allora a questo atteniamoci, visto che la prassi politica non sta bene al solo inSilvis! --Civa61 (msg) 20:26, 4 ago 2010 (CEST)

Bene: puoi allora gentilmente riportare in quale parte dell'atto costitutivo viene affermato che Gianfranco Fini sia COFONDATORE UNICO del Popolo della Libertà? --insilvis (msg) 22:00, 4 ago 2010 (CEST)

In caso contrario direi essere più che doveroso attenersi alle dichiarazioni pubbliche e mai smentite da alcuno del Presidente del Popolo della Libertà e degli altri cofondatori i cui riferimenti ho già più sopra riportato. --insilvis (msg) 22:07, 4 ago 2010 (CEST)

Wikipedia non è l'ufficio stampa di nessuno. Le dichiarazioni pubbliche di un politico hanno un valore relativo che lo storico (come si suppone debba essere il contributore di wikipedia) deve interpretare. Altrimenti, stando alle dichiarazioni ufficiali della Casa Bianca, gli americani avrebbero vinto in Vietnam :-) --Gac 22:22, 4 ago 2010 (CEST)

Insomma io ho sviluppato un ragionamento dettato prima di tutto dalla logica, ma non solo: ho portato i riferimenti, le dichiarazioni dei ministri, il presidente del partito scandendo l'ordine dei lavori ha elencato i cofondatori, non vi è stata smentita perché ovviamente una cosa vera non può essere smentita.

Allora o mi tiri fuori un documento in cui è scritto che Fini è l'unico cofondatore oppure non si possono scrivere palle. --insilvis (msg) 22:42, 4 ago 2010 (CEST)

Oppure tu ti convinci che questo non è un forum o l'area commenti di un blog e la pianti di polemizzare tanto per... --Brownout(msg) 22:46, 4 ago 2010 (CEST)
PS: abusare del grassetto non rende le tue posizioni più forti.

Io non polemizzo "tanto per". Anzi non polemizzo affatto. Però ribadisco che scrivere una cosa palesemente falsa non è un atteggiamento enciclopedico. --insilvis (msg) 22:50, 4 ago 2010 (CEST)

Però adesso prendi atto che la volontà unanime della comunità è quella di lasciare "il cofondatore" e accettalo senza più insistere ne replicare, anche se ritieni la voce sbagliata. Queste sono le regole e vanno rispettate anche se a volte, e a me è capitato, non ti convincono. grazie. --Civa61 (msg) 00:28, 5 ago 2010 (CEST)

La volontà unanime implica che la totalità di un gruppo sia concorde con una decisione e se così fosse non esisterebbe alcuna discussione e io non avrei posto la questione di fronte alla comunità.

Io non ritengo la voce sbagliata, io la ritengo palesemente falsa: uno sbaglio implica una distrazione da parte di colui che scrive la voce.

Non esiste documento che affermi che Gianfranco Fini sia l'unico cofondatore del Popolo della Libertà. Viceversa si documenta che

  • esistono altri cofondatori, tra i quali vi sono ministri, sottosegretari di stato e presidenti di regione, e che loro stessi si definiscono come tali. Sai che se mentissero dicendo una cosa di questo genere potrebbero venire denunciati per millantato credito?
  • il presidente del partito, anche in qualità di presidente dell'assemblea, ha chiaramente scandito l'ordine della Direzione Nazionale: «Parleranno i coordinatori, poi i ministri, quindi i co-fondatori: Gianfranco Fini, Gianfranco Rotondi, Carlo Giovanardi...».

Ti faccio notare che il presidente di un partito, ancora di più se presiede una pubblica assemblea, è istituzionalmente obbligato dal suo ruolo. Ergo lo deve svolgere al meglio. Ora tu se non ho capito male mi vorresti dire che il presidente del partito dice una cosa scorretta, che gli altri cofondatori (ministri, sottosegretari, presidenti di regione), dicono tutti una cosa scorretta e che nonostante non vi sia mai stata alcuna smentita io dovrei interpretare una frase pronunciata da uno dei cofondatori (“Sta accadendo che su alcune questioni di carattere squisitamente politico, relative ai problemi del Paese, all’azione del governo, al ruolo del partito, uno dei cofondatori (ho scoperto che eravamo in tanti a cofondare...) ha opinioni diverse rispetto a quelle del presidente Berlusconi. Il che non vuol dire negare ciò che ha fatto il Governo: molte cose dette dai ministri erano a conoscenza della Direzione e degli italiani”) come ironica, e da questa interpretazione io dovrei dedurne una smentita?

Accettare questa come smentita e quindi come interpretazione sarebbe avallare una scorrettezza. Ma se anche io dovessi prenderla in considerazione sarebbe una scorrettezza parimenti, quantomeno nei confronti degli altri cofondatori (ministri, sottosegretari, presidenti di regione) i quali si definiscono come tali e hanno il medesimo diritto dell'on.Fini di vedere rispettata la loro parola.

Non è stato fornito alcun documento contrastante le parole del presidente del partito ove si parlasse di un cofondatore solo, né vi sono state chiare confutazioni alle parole degli altri cofondatori definiti sia da loro stessi che da altri come tali.

Quindi esorto a non trasformare un pregiudizio in un giudizio e a prendere invece atto della realtà dei fatti documentati. --insilvis (msg) 1:25, 5 ago 2010 (CEST)

Allora Insilvis, mettiamo una cosa in chiaro. Un Co-fondatore è tale perché ha fondato un qualcosa insieme a qualcun altro. Questo vuol dire che è assurdo parlare di un FONDATORE soltanto (Silvio Berlusconi) e di una miriade di Co-Fondatori. Per due motivi. Primo: perché il PDL è nato dalla fusione principalmente di Forza Italia e Alleanza Nazionale, rappresentati rispettivamente da Berlusconi e da Fini, co-fondatori dello stesso soggetto in modo eguale. Secondo: perché se è vero che Rotondi, Giovanardi e compagnia bella si ritengono "co-fondatori", questo non li autorizza, ai fini dell'enciclopedia, a essere considerati tali. Non almeno al pari di Gianfranco Fini. E Silvio Berlusconi. --Melkores93 (msg) 11:06, 5 ago 2010 (CEST)
PS: E poi, può essere che siamo tutti d'accordo, tutti tranne te? E basta, per favore! Ci stai impedendo di lavorare, te ne sei reso conto? --Melkores93 (msg) 11:06, 5 ago 2010 (CEST)
Davanti al notaio (vedi i link sopra riportati) i soggetti rappresentati erano due (FI e AN). Esistono dunque due cofondatori che sono i due segretari di quei due partiti. Gli altri (Giovanardi e Rotondi)possono considerarsi cofondatori da un punto di vista politico, ma non da un punto di vista formale. --Retaggio (msg) 12:37, 5 ago 2010 (CEST)


Qui sono elencati i movimenti che hanno contribuito a fondare i Popolo della Libertà: http://www.ilpopolodellaliberta.it/notizie/15377/statuto
E sono elencati tutti. (Forza Italia ,Alleanza Nazionale, Democrazia Cristiana per le Autonomie, Nuovo PSI, Popolari Liberali, etc...).
E come tu hai giustamente ricordato questi possono considerarsi cofondatori.

Il documento da te citato ( http://www.consani.it/Popolo%20della%20Libert%C3%A0/ATTO%20COSTITUTIVO%20DELLA%20ASSOCIAZIONE%20DENOMINATA%20%27IL%20POPOLO%20DELLA%20LIBERTA%27%27%20-%20Adnkronos%20Politica.htm ) così afferma:

ARTICOLO 2.[modifica wikitesto]

L'Associazione ha il fine di attuare un programma politico di libertà, democrazia e giustizia sociale, di liberalismo, solidarietà ed equità fiscale, con vocazione europea. L'Associazione ha come proprio scopo, quello di procurare che, attraverso di essa, i movimenti politici Forza Italia e Alleanza Nazionale, con la eventuale aggiunta di altri soggetti, avviino un percorso di azione politica unitaria e congiunta, con la prospettiva che, nel pieno rispetto dei propri Statuti e delle future determinazioni assunte nelle rispettive sedi proprie congressuali, sia dato luogo entro il 1° marzo 2009 ad un unico soggetto politico. L'Associazione ha, inoltre, come proprio precipuo scopo quello di procurare che,attraverso di essa, i movimenti politici Forza Italia e Alleanza Nazionale partecipino con una lista di candidati comunemente indicati alla consultazione elettorale che si terrà il 13/14 aprile 2008 per il rinnovo del Parlamento nazionale, avendo essi verificato la piena convergenza dei rispettivi programmi e finalità politiche. Costituisce altresì ulteriore scopo dell'Associazione quello di svolgere azione politica comune anche nel prosieguo, in ogni sua tradizionale forma e, segnatamente, attraverso l'attività dei gruppi che si formeranno tra gli eletti nella sede parlamentare nazionale e in ogni altra sede istituzionale.

Questo articolo fornisce alcune informazioni importanti. Intanto si afferma che sia dato luogo entro il 1° marzo 2009 ad un unico soggetto politico, il che significa che il soggetto politico unitario denominato IL POPOLO DELLA LIBERTA' non era ancora nato.

Poi si afferma che Forza italia e Alleanza Nazionale partecipino alla costituzione di una lista elettorale sotto il medesimo contrassegno durante le elezioni politiche del 2008. E che quindi la partecipazione dei due soggetti non preclude alla partecipazione di ulteriori soggetti nella medesima lista.

Eppoi si afferma che Forza Italia e Alleanza Nazionale, con la eventuale aggiunta di altri soggetti, avviino un percorso di azione politica unitaria e congiunta.

Quindi si parla dell'avvio di un percorso comune di azione politica unitaria e congiunta. E già si prevede l'eventuale aggiunta di di altri soggetti.

Ergo: questo non è l'atto costitutivo di un partito.

La costituzione del partito è avvenuta in occasione della celebrazione, precedentemente alle elezioni europee 2009, del primo Congresso Nazionale del Popolo della Libertà.

Il che significa che "la eventuale aggiunta di altri soggetti" è avvenuta prima della fondazione del partito. E che quindi non è affatto vero, come tu hai affermato, che i movimenti politici che hanno contribuito alla fondazione del POPOLO DELLA LIBERTA' siano stati esclusivamente Forza Italia e Alleanza Nazionale.

Quindi il documento da te citato non esclude affatto la presenza di ulteriori cofondatori.

Allora tu hai

  • un atto notarile che non esclude alcunché anzi prevede ciò che poi è effettivamente avvenuto (ovverosia la presenza di un'ampia pluralità di movimenti politici partecipanti alla poi avvenuta fondazione)
  • il sito ufficiale del partito che elenca puntualmente i movimenti politici fondativi
  • le dichiarazioni degli altri cofondatori che io ho già riportato
  • oltre che ovviamente il pronunciamento del presidente del partito durante una pubblica assemblea che successivamente non è stato smentito da alcuno

Pertanto francamente non riesco a capacitarmi di cosa ci sia da discutere giacché è assolutamente palese la presenza di un'ampia pluralità di soggetti politici e di varii cofondatori. --insilvis (msg) 14:45, 5 ago 2010 (CEST)

Comunicazione di servizio: il link non funziona. Grazie. --Retaggio (msg) 14:55, 5 ago 2010 (CEST) PS - Perché tutti questi grassetti?
Ooops: aspetta che lo correggo subito. Fatto. Adesso dovrebbe funzare... --insilvis (msg) 15:02, 5 ago 2010 (CEST)
Sentite, io di questa discussione mi sono stancato. E' chiaro che Insilvis non recederà mai, perché è convinto di essere nel giusto. Una via di mediazione sarebbe inutile, perché tutti qui sappiamo bene che i DUE CO-FONDATORI del Popolo delle Libertà sono Gianfranco Fini e Silvio Berlusconi. Basta, vi prego! Possiamo cercare di tagliare la testa al toro scrivendo che:

«La formazione del nuovo gruppo parlamentare scaturisce dal contrasto di linee politiche sorto tra i due co-fondatori del Popolo della Libertà, Silvio Berlusconi ed ex leader di Forza Italia, e l'ex leader di Alleanza Nazionale Gianfranco Fini, attuale Presidente della Camera dei Deputati.»

--Melkores93 (msg) 15:10, 5 ago 2010 (CEST)

Allora, letto il link. @Insilvis. OK sull'articolo 2, ma dall'articolo 1 leggo: E' tra essi soggetti costituita un'Associazione con la denominazione "IL POPOLO DELLA LIBERTA'", e i soggetti sono indicati immediatamente sopra; tra essi vi sono solo due segretari di partito: Fini e Berlusconi. Lo stesso art. 2 parla solo ed esclusivamente di FI e AN, mentre la eventuale aggiunta di altri soggetti è indefinita, tanto che paradossalmente avrebbero potuto anche entrarci Vendola e Grillo (scherzo, niente paura...). Dunque tutti gli altri sono venuti dopo. Se mi permettete un'interpretazione, potremmo supporre che il soggetto politico "PDL" (nato il 1 marzo) ha 5 cofondatori, mentre la associazione "PDL" (27 febbraio) ne ha solo 2. Non vi soddisfa? Allora una proposta: eliminiamo dal testo l'indicazione a quanti erano i cofondatori e andiamo avanti, tanto più che in questa voce il loro numero conta poco, dato che si parla di un gruppo parlamentare diverso da quello del PDL. Bye. --Retaggio (msg) 15:22, 5 ago 2010 (CEST)


Sì ma non è quello l'atto di fondazione del partito, difatti si dice che in futuro si fonderà il partito: ...i movimenti politici Forza Italia e Alleanza Nazionale, con la eventuale aggiunta di altri soggetti, avviino un percorso di azione politica unitaria e congiunta, con la prospettiva che, nel pieno rispetto dei propri Statuti e delle future determinazioni assunte nelle rispettive sedi proprie congressuali, sia dato luogo entro il 1° marzo 2009 ad un unico soggetto politico.

Scusa ma se c'è scritto che si deve ancora dare luogo ad un unico soggetto politico (nel pieno rispetto dei rispettivi statuti etc...) vuol dire che il soggetto politico non esisteva ancora!!! E infatti si parla genericamente di una prospettiva che quindi si sarebbe anche potuta non attuare. Quel documento è servito per regolare i rapporti tra Forza Italia e Alleanza Nazionale nel periodo intercorrente tra la formazione di una lista unica per le elezioni politiche 2008 e la futura fondazione di un nuovo partito: INFATTI FORZA ITALIA E ALLEANZA NAZIONALE si sono sciolti solo NELL'AUTUNNO DEL 2008 e non prima!!! Anche qui è pura logica: come si fa a fondare un nuovo partito se i partiti che lo devono fondare ancora esistono? Perciò prima si è dovuta terminare l'esistenza dei partiti fondanti e SUCCESSIVAMENTE c'è stata la fondazione del Popolo della Libertà, fondazione che è avvenuta con la celebrazione del primo congresso nazionale nel 2009.


Un momento che rispondo a Melkores93: ma non è vero che io non sia disposto a recede: basta che qualcuno mi posti uno straccio di documento in cui viene sancito che Fini sia l'unico cofondatore del partito. Poi io non ho detto <<la frase sia così e muoiano tutti i filistei>>:

La formazione del nuovo gruppo parlamentare scaturisce dal contrasto di linee politiche sorto tra il Presidente del Popolo della Libertà, cioè Silvio Berlusconi, e uno dei co-fondatori di tale movimento politico ovverosia Gianfranco Fini, attuale Presidente della Camera dei Deputati e già leader di Alleanza Nazionale.

visto che questa è la frase incriminata. Viceversa quando difatti è stata proposta un frase di mediazione:

La formazione del nuovo gruppo parlamentare scaturisce dal contrasto di linee politiche sorto tra Silvio Berlusconi, presidente del Popolo della Libertà, e Gianfranco Fini, cofondatore di tale movimento politico e già leader di Alleanza Nazionale.

Elaborata da Nicolabel (vd. più sopra) io non ho avuto alcuna esitazione nell'accettarla. La frase sviluppata da Nicolabel ovvia brillantemente alla questione sorta giacché scrivendo cofondatore senza articolo non si entra nel merito se Fini sia l'unico o sia stato accompagnato dai varii Giovanardi, Rotondi e Caldoro.

E personalmente ho accettato la proposta mediatoria proprio per non confliggere con coloro che hanno radicati pregiudizii differenti dai miei.

Quindi concludo solamente dicendo: a condizione che non presenti manifeste falsità per me la frase incriminata può venire scritta come si vuole. --insilvis (msg) 15:45, 5 ago 2010 (CEST)

I miei radicati pregiudizii mi permettono comunque di accettare la frase di Nicolabel ^__^ --Retaggio (msg) 15:35, 5 ago 2010 (CEST)

Grazie Retaggio. Tutti abbiamo una ottica specifica con cui interpretiamo gli accadimenti, io ho una ottica specifica come anche altri oltre a me. E non ho alcuna intenzione di stigmatizzare i differenti modi di osservare le cose. --insilvis (msg) 15:55, 5 ago 2010 (CEST)

Concordo con Retaggio e Nicolabel. --Cameragni (camerati compagni) (msg) 20:32, 9 ago 2010 (CEST)

Ok, allora vada per la versione di Nicolabel. --insilvis (msg) 18:12, 10 ago 2010 (CEST)

Protezione[modifica wikitesto]

Il giochino si è rotto, mentre discutete per arrivare ad una versione condivisa la voce resta protetta. --Brownout(msg) 20:35, 3 ago 2010 (CEST)

Chiara Moroni[modifica wikitesto]

l'onorevole m>oroni è il 34 membro del gruppo parlamentare alla Camera --Willimoski (msg) 20:29, 4 ago 2010 (CEST)

Ma a causa di un singolo (insilvius) non possiamo aggiornare la voce: ++ FLI: MORONI LASCIA PDL E PASSA CON I FINIANI ++

SI E' ASTENUTA SU MOZIONE CALIENDO. (ANSA) ---Civa61 (msg) 20:31, 4 ago 2010 (CEST)

Penso che tu ti stia riferendo a me. Ti ricordo che per litigare bisogna essere almeno in due. La causa del blocco non sono io bensì l'incorrettezza di una informazione che io ho puntualmente fatto rilevare. --insilvis (msg) 21:53, 4 ago 2010 (CEST)

Il passaggio ufficiale non risulta essere stato ancora fatto per cui aspetterei. --Jaqen [...] 20:36, 4 ago 2010 (CEST)

Ricordo che esiste sempre Wikinews. --Brownout(msg) 20:40, 4 ago 2010 (CEST)

Passaggio ufficializzato: [2] --Melkores93 (msg) 21:00, 4 ago 2010 (CEST)

Template[modifica wikitesto]

Se non ci sono obiezioni io aggiungerei il template mancante.

{{Partito politico
|nome = Futuro e Libertà. Per l'Italia
|colore = blue
|logo = 
|leader = [[Gianfranco Fini]]
|fondazione = [[30 luglio]] [[2010]] (Camera)<br />[[2 agosto]] [[2010]] (Senato)
|dissoluzione = 
|sede = 
|ideologia = [[Conservatorismo liberale]]<br />[[moderatismo]]
|posizione = [[Centro-destra]]
|coalizione = Scissosi dal [[Popolo delle Libertà]]
|internazionale = 
|partiti membri = 
|testata = 
|giovanile = 
|iscritti = 
|sito = 
}}

--→ Airon Ĉ 22:14, 4 ago 2010 (CEST)

Direi che è troppo presto ancora. Al momento è ufficialmente solo un gruppo parlamentare. Ma presto diverrà partito --Civa61 (msg) 22:17, 4 ago 2010 (CEST)

Anch'io credo sia ancora presto, anche se sono convinto che fra poco diventerà una realtà. --Melkores93 (msg) 10:59, 5 ago 2010 (CEST)
Non pensate sia arrivata l'ora di inserire il template?
Però io più che questo inserirei la specifica {{Infobox Partito politico italiano}}--Figiu (msg) 19:33, 9 nov 2010 (CET)

Correggere[modifica wikitesto]

Nella voce si sottolinea che tutti i membri del gruppo al Senato sono ex An. Peccato però che Barbara Contini provenga non da Alleanza Nazionale ma da Forza Italia, e che non sia una senatrice tra le tante ma ha avuto incarichi importanti, tra cui quello di governatrice di Nassirya per il quale ai tempi si parlò parecchio di lei ("strano" il silenzio riservatole oggi...) Chi ha i "tastini" e passa di qui può porre rimedio? --LUCA p - dimmi pure... 21:52, 5 ago 2010 (CEST)

Occorre attendere che scada la protezione per questa giusta modifica (come anche per nuovi capigruppo e nuove adesioni), causa edit war di un soggetto. --Civa61 (msg) 22:29, 5 ago 2010 (CEST)
Occorre attendere che passi un amministratore. Non si occupano solo di bloccare le voci ma anche di modificarle. --LUCA p - dimmi pure... 22:34, 5 ago 2010 (CEST)

Titolo[modifica wikitesto]

Non sono d'accordo con il titolo che è stato dato alla voce. Futuro e Libertà. Per l'Italia risulta essere il nome del gruppo parlamentare alla Camera ma non al Senato dove si chiama Futuro e Libertà per l'Italia. Sarebbe dunque più corretto scegliere come titolo la denominazione più diffusa, vale a dire Futuro e Libertà, che è peraltro l'unica che possa andare bene tanto per il gruppo alla Camera quanto per quello al Senato. --Checco (msg) 16:02, 10 ago 2010 (CEST)

Mi dispiace che il mio appunto sia passato completamente inosservato. Rilancio il cambio di titolo. --Checco (msg) 14:22, 12 ago 2010 (CEST)
Contrario al cambio di titolo. Non mi pare che "Per l'Italia" sia parte secondaria del nome, considerando che la sigla è Fli. La differenza tra il nome del gruppo alla camera e il nome al Senato è talmente minima (un punto) da non avere a mio avviso particolare rilevanza (e poi una differenza così minima è con ogni probabilità frutto di un errore) Comunque "per l'Italia" c'è in entrambi, quindi... --LUCA p - dimmi pure... 21:01, 12 ago 2010 (CEST)

Conservatorismo liberale?[modifica wikitesto]

Con l'utente Harrison si è aperta una discussione sull'inserimento o meno del Conservatorismo liberale come ideologia per Futuro e Libertà. Secondo me, FLI è un partito pienamente liberal-conservatore, sul modello di molti partiti di Destra-Centro europei (penso ai Tory inglesi, al PP spagnolo, all'UMP francese), che coniugano liberalismo, liberismo e conservatorismo e per questo sono convinto che vada inserito come ideologia, insieme al moderatismo. L'utente Harrison mi fa notare però che manca una fonte: sono sicuro, però, che si tratti di un'ovvietà e che come tale non abbia bisogno (in attesa di averle) di fonti. --Melkores93 (msg) 20:49, 16 ago 2010 (CEST)

Non è collocabile genericamente come un movimento liberale (non è il PLI!) Più idonea una definizione liberal conservatore alla Sarkozy o Cameron cui Fini fa esplicitamente riferimento nelle sue dichiarazioni --Civa61 (msg) 21:09, 16 ago 2010 (CEST)

Il fatto che Fini dica di ispirarsi ai vari Cameron, Sarkozy ed Aznar non vuol dire niente, il suo potrebbe benissimo essere semplice opportunismo politico per far credere ai suoi simpatizzanti di essere ancora nell'alveo del centro-destra europeo e non perdere quindi il loro voto; penso che non serva essere profondi conoscitori dei leader nominati (e dei loro partiti) per rendersi conto che tra il loro pensiero e quello dei finiani ci sono parecchie differenze, cosa che può riscontrare chiunque sui vari quotidiani segua almeno un minimo la politica estera.
Avevo lasciato come ideologia il liberalismo non perchè trovi particolari analogie tra i finiani ed il vecchio PLI, ma perchè giudico questa categoria talmente vasta da poter benissimo contenere al suo interno anche i finiani, del resto le prese di posizioni esternate negli ultimi tempi da Gianfranco Fini, dagli intellettuali di FareFuturo di cui si è circondato e dal Secolo d'Italia sembrano ampiamente rientrare in questa categoria politica.
Infine un anneddoto che lascia il tempo che trova ma di cui voglio comunque rendere partecipi, ricordo ancora quando tempo fa in una trasmissione televisiva Fini rispondendo a Gad Lerner disse: "Per favore non chiamarmi conservatore". --Hamlet80 (msg) 22:08, 16 ago 2010 (CEST)

Forse è liberale Berlusconi, non certo Granata, Bocchino, Briguglio, Menia! la destra politica non può essere definita unicamente "liberale". Anche Pannella in fondo è liberale! --Civa61 (msg) 22:56, 16 ago 2010 (CEST)

Che la destra politica non possa essere definita unicamente "liberale" è ovvio, ma siamo sicuri che i finiani possano essere ancora considerati di destra e non invece di centro? forse è il caso di giudicare i politici per le loro attuali posizioni, e non dal nome che portano o dal loro passato politico... dei finiani che hai citato l'unico che considererei vagamente conservatore è Menia che però rappresenta solo una minoranza dei finiani.
P.S. Berlusconi sarebbe liberale come si auto-definisce? A me sembra che il personaggio si ponga al di là di qualsiasi ideologia politica, direi che la sua azione politica consiste prima di tutto nel farsi i propri affari personali e poi nell'affidarsi ai sondaggi e alle mediazioni con i suoi luogotenenti ed alleati. Ma questo è chiaramente un mio personalissimo giudizio che di certo non ho intenzione di riportare nelle pagine principali di wikipedia.
Mi scuso per l'OT ma non sono riuscito a trattenermi dal ribattere, ad ogni modo al di là del Berlusconi "politico" e delle sue motivazioni trovo assolutamente corretto considerare il PDL un partito nei fatti dalle posizioni liberal-conservatrici. --Hamlet80 (msg) 23:55, 16 ago 2010 (CEST)

Credo che Hamlet abbia le idee un po' confuse. Definire i finiani come dei "liberali" o addirittura di "centro", è paradossale. Adolfo Urso parla di un movimento simile ai Tea Party del Partito repubblicano americano, che non è certo liberale, tutt'altro, [3] mentre Fabio Granata scrive nel suo bolg di "costruzione di un nuovo profilo culturale e politico della Destra italiana. Quella Destra che, per dirla con Montanelli, c’era prima di Berlusconi e ci sarà dopo di lui. Parlare di Destra Politica è indispensabile anche per chi, come me, ritiene che le vecchie categorie del 900 abbiano perso senso e capacità di spiegare il mondo”. [4] --Civa61 (msg) 16:05, 17 ago 2010 (CEST)

Ragazzi cerco di darvi una mano conoscendo molto bene l'ambiente che una volta fu di AN. Conservatorismo liberale in fondo può andar bene,visto che si tratta di "conservatori" molto sui generis (alla europea insomma).Comunque badate bene alle prese di posizione di Fini, alle parole di Granata, al nome delle varie fondazioni che lo appoggiano...bene in futuro si sentirà parlare di Progressismo di destra (cosi come fatto anche da Aznar,Sarkozy e Cameron)..cioè un contenitore politico tiepidamente conservatore su certe materie e progressista,riformatore su altre.--Il Mago di Oz (msg) 23:38, 19 ago 2010 (CEST)

Non ci sono dubbi sul fatto che FLI sia un soggetto liberalconservatore, mentre sono fortemente contrario a caratterizzarlo come "moderato" che è peraltro un redirect a centrismo: i membri di FLI si considerano di destra e oggettivamente FLI non ha niente a che vedere con il centrismo. Vista però che i gruppi parlamentari sono in gran parte costituiti dagli esponenti più a destra della vecchia AN aggiungerei anche "nazional-conservatore". In effetti, al di là dei proclami di pochi esagitati, i gruppi sono composti in maggioranza da conservatori del Sud come Briguglio e da nostalgici dell'MSI come Menia. Certo, ci sono anche alcuni (pochi) liberali: si può segnalare la loro presenza come una minoranza interna. --Checco (msg) 23:03, 20 ago 2010 (CEST)

Ciao Checco rispondo alla tua osservazione dalla pagina iniziale.Si progressismo di destra ci stà,è un termine oramai sdoganato a livello europeo da non confondere con il termine tradizionale di "sinistra". FLI o come si chiamerà da settembre in poi,pur considerandosi più a destra del PdL,continuerà ad essere "nazionale" (con tutto quello che ne deriva chiamandosi nazionale o popolare) ma attuerà anche politiche in linea con il Progressismo,cioè liberali e laiche,politiche economiche socio-liberali,apertura ai diritti civili e sociali,apertura alla ricerca scientifica,agli immigrati. Una linea che sembrerà strano ai più tende ad essere simile a quella del nuovo corso dei Tory,dei Neogollisti,dei Popolari spagnoli. Il vero strappo dal PdL,al di là della politica della legalità,nasce anche dalle accuse rivolte ai berlusconiani di fare del PdL anzichè un partito liberal-conservatore,un partito populista, schiacciato in questa posizione sulla Lega Nord. --Il Mago di Oz (msg) 09:37, 21 ago 2010 (CEST)

Quello che definite "progressismo di destra" è una visione laica, sociale e nazionalpopolare, già presente nella destra missina --Civa61 (msg) 15:55, 21 ago 2010 (CEST)
Questa discussione ha reso chiaro che di ovvietà ce ne sono poche. È troppo quindi chiedere di citare fonti (qui, ma soprattutto nella voce)? Per ora l'unico che lo ha fatto è Civa. --Jaqen [...] 16:10, 21 ago 2010 (CEST)

In parte è vero Civa61..nella sua storia il MSI-DN era un partito nazionale, sociale, laico favorevole al progresso e rispettoso della tradizione...tuttavia era pure l'erede diretto del fascismo,sia di quello di regime,sia di quello movimentista.Queste posizioni poi venivano ritenute "uniche" cioè di nicchia da parte di Almirante e Rauti che definivano il MSI diverso da ogni altro partito e la tendenza era isolazionista.(da ambo le parti,ricordi l'arco costituzionale?). In questo caso invece FLI ,nelle intenzioni dei suoi aderenti,pur mantendedo la propria collocazione a destra, tende ad essere un partito che si apre al confronto con altre parti,assorbendo le posizioni più avanzate,moderniste di altri soggetti.

Per Jaquen è vero,tuttavia in questo momento le uniche fonti che abbiamo sono le parole,le intenzioni dei politici(concordo sul fatto che non siano altamente attendibili).--Il Mago di Oz (msg) 19:41, 21 ago 2010 (CEST)

Ok, ma se le fonti non ci sono o non vanno bene la soluzione è non scrivere niente, non fare discorsi che per quanto possano essere ragionevoli finiscono per essere ricerche originali. --Jaqen [...] 20:15, 21 ago 2010 (CEST)
Quanto dice Civa61 sul MSI è vero, così com'è vero che FLI possa essere in qualche modo innovativo, anche se è bene ricordare che, al di là di pochi liberali, il gruppo finiano è composto da conservatori del Sud e nostalgici del MSI. Dubito che si troveranno molti progressisti tra loro. In ultima analisi, parlare di "progressismo di destra" è discutibile in generale dato che non esiste tale classificazione politologica e a maggior ragione nel caso di FLI che si presenta come una formazione nazional-conservatrice (vedi in particolare le posizioni economiche tutt'altro che liberali), a tratti liberal-conservatrice e solo in minima parte liberale. Per una volta, "The Economist" ci ha preso. --Checco (msg) 17:29, 23 ago 2010 (CEST)

Penso anch'io che FLI possa considerarsi un partito di centrodestra sia liberalconservatore e, anzi, a tratti liberista (vedi le posizioni di Della Vedova) sia conservatore liberale. Non direi proprio che FLI possa considerarsi conservatore nazionale da una parte nè liberalsociale dall'altra nè tanto meno moderato, in quanto nel moderatismo è insita la cultura cristiana democratica che in FLI manca. -- Wilden (msg) 00:04, 09 nov 2010 (CEST)

Bisogna attenersi ai documenti e finora l'unico è il "Manifesto per l'Italia" [5]. --Civa61 (msg) 18:34, 9 nov 2010 (CET)
Il manifesto però non è una fonte terza, dunque conta davvero poco. FLI è sicuramente liberalconservatore, ma la matrice principale dei suoi membri è nazionalconservatrice, non fosse altro perché la gran parte di loro proviene dalla storia del MSI/AN. Anche in economia non si tratta certo di liberali, fatta la dovuta eccezione di Della Vedova. --Checco (msg) 20:01, 15 nov 2010 (CET)
I partiti si danno un'etichetta che poi viene verificata da politologi e storici che possono confermarla, smentirla o rettificarla. E siccome WP è neutrale noi possiamo solo registrare entrambi i punti di vista: del partito e degli studiosi.--Bronzino (msg) 20:42, 15 nov 2010 (CET)
Concordo con Bronzino.--Figiu (msg) 22:13, 15 nov 2010 (CET)
Certo, infatti, di tutti i partiti scriviamo come amano definirsi, ma anche come sono definiti dal punto di vista politologico (l'ideologia che viene messa nell'infobox). Prendiamo il PdL: i suoi membri lo definiscono tutto fuuorché conservatore (e negli statuti non c'è traccia del termine "conservatorismo"), ma è bene che nell'infobox del PdL non ci siano fregnacce come "riformismo" ma ideologie corrette come "conservatorismo liberale". Mi sembra un discorso logico e adatto a un'enciclopedia... --Checco (msg) 22:43, 15 nov 2010 (CET)

Concordo, ma solo in parte, con le precedenti osservazioni, tutte in ogni caso equilibrate. Però si corre il rischio, almeno al momento, di creare delle categorie della politica, basandosi, su chematismi e/o definizioni che appartengono (appartenevano?) al passato. Per fare un esempio è come se avessimo definito Forza Italia demo-socialista, in quanto gran parte degli esponenti provenivano da esperienze della ex DC (la Loggia, Pisanu, Formigoni) e del PSI (Cicchitto, Sacconi, Brunetta). Quindi FLI occorre al momento capire dai documenti dei promotori dove si colloca, dove vuole andare. Definirili semplicemnte "conservatori liberali", così come già è per quanto riguarda il PDL, rischia di non definire perfettamente questo nascente movimento, che si pone certamente all'interno del partito popolare europeo, un movimento quindi, che si colloca sì schematicamente a destra dello schieramento politico italiano, ma che per esempio, e a detta di molti suoi esponenti, vuole andare "al di là della destra e della sinistra" delle vecchie categorie dalla politica. Il dibattito insomma, è in corso... --Civa61 (msg) 23:05, 15 nov 2010 (CET)

Tutti i partiti dicono di voler uscire dagli schemi del passato, ma tutti ci ricadono perché le categorie della scienza politica non sono così rigide come alcuni pensano. Wikipedia è ovviamente aperta al contributo libero di tutti, ma avere un'idea più o meno precisa di quelle categorie sarebbe molto utile... (NB: non sto accusando nessuno di essere ignorante, ma chiedo a tutti di approfondire il tema) --Checco (msg) 23:14, 15 nov 2010 (CET)

Infatti, ci vorrebbe un'idea più precisa e anche qualcosa in più di un'idea... in scienza della politica si studia che il liberalismo e il conservatorismo sono due ideologie contrapposte. Poi possiamo creare tante definizioni: liberal conservatori, conservatori liberali, nazional conservatori, liberal sociali, nazional liberisti e chi più ne ha, più ne metta... con buona pace di Locke, Mills, Hobbes, fino ad arrivare alle categorie del politico di Schmitt. --Civa61 (msg) 19:20, 16 nov 2010 (CET)

FLI è un'associazione[modifica wikitesto]

Se guardiamo il sito, Futuro e Libertà è considerata un'associazione, quindi non è solo il nome dei due gruppi. --79.54.128.31 (msg) 21:32, 12 dic 2010 (CET)

Giampiero Catone e il gruppo alla Camera dei Deputati[modifica wikitesto]

Nel testo sono nominati Siliquini, Polidori e Moffa. Tuttavia manca l'avvenuta fuoriuscita da Futuro e Libertà dell'onorevole Giampiero Catone, il quale attualmente non è più iscritto al gruppo finiano bensì al gruppo misto.

FLI è un partito[modifica wikitesto]

Trovo curiosa questo dibattito "partito sì, partito no". Usciamo un attimo dal politichese, amici: cos'è un partito? Se leggiamo qualsiasi definizione di partito in qualsiasi enciclopedia, FLI è un partito. A parte il fatto che ha pure un'organizzazione, anche se fosse solo un gruppo parlamentare sarebbe ugualmente un partito: non erano forse un partito i Tories fin dall'inizio della loro storia? Dovremmo lasciar perdere il politichese giornalistico italiano (per esempio, in scienza politica, non esiste la distinzione tra "partito" e "movimento" che si fa spesso in Italia, un movimento è tutt'altra cosa). Con molta simpatia, direi di finire questa commedia: bando agli equivoci, FLI è un partito, in tutti i sensi! Statemi bene, --Checco (msg) 22:51, 16 dic 2010 (CET)

Due robette da fare...[modifica wikitesto]

Ciao!
Propongo di fare due cose alla pagina:
1) togliere il Template In Corso: francamente non vedo più il motivo di tenerlo...
2) il logo: qui volendo c'è quello nuovo in una definizione un po' più decente, ma se non possiamo ancora metterlo per il fatto che non si trova il codice dell'UIBM io sarei più propenso a toglierlo del tutto dalla pagina, piuttosto che tenere questo qui con scritto FINI.
Ciao! --Ciò che tutto sostiene (msg) 16:37, 13 feb 2011 (CET)

Teniamolo un altro po' il template, fino a quando non sarà chiaro l'organigramma del partito.Il simbolo non va levato a mio parere, certo é meglio quello senza Fini ma meglio di niente é.Jamala 16:46, 13 feb 2011 (CET)
Altra cosa: Fini è il Presidente? Non si è autosospeso? Com'è la questione? --Ciò che tutto sostiene (msg) 17:00, 13 feb 2011 (CET)

In serata l'organigramma sarà completato, al momento stanno discutendo (litigando?). In effetti meglio tenere questo simbolo fin quando non abbiamo l'altro. Su Fini, anche se autosospeso, è sempre presidente, eserciterà il vicepresidente il ruolo.--Civa61 (msg) 17:26, 13 feb 2011 (CET)

Ora il template si puó togliere?Ormai é un partito a tutti gli effetti ed é un bel po' che esiste come gruppo parlamentare.Jamala 19:24, 13 feb 2011 (CET)

C'é un po' di confusione nella voce, Della Vedova é capogruppo o portavoce, e Urso?Jamala 19:53, 13 feb 2011 (CET)

Sistemato secondo il comunicato ufficiale di FLI. --Civa61 (msg) 20:08, 13 feb 2011 (CET)

Cariche del partito[modifica wikitesto]

Chiedo prima di modificare: è una buona idea impostare la sezione riguardante le cariche del partito come quella che c'è nella pagina del PD, in cui c'è anche la storia di presidenti, coordinatori e capigruppo (e segretari, carica che in FLI non c'è)? CorradoM (msg) 14:07, 14 feb 2011 (CET)

ma se non sbaglio Fini si è già dimesso da presidente perchè incompatibile con la carica di presidente della camera fra4481 (msg) 17:56, 16 feb 2011 (CET)

Fini si é autosospeso non dimesso, e a prendere il suo posto sarà il vicepresidente, quindi Bocchino.Nella sezione organigramma e struttura si spiega tutto, di come si sono evolute le cariche e la stessa composizione del gruppo alla Camera.Il segretario non c'é, credo che corrisponda al vice, esiste invece la segreteria, composta da non parlamentari eccetto Lo Presti e Menia, coordinatore della segreteria.Jamala 18:52, 16 feb 2011 (CET)

Simbolo[modifica wikitesto]

Dovrebbe inserirsi il nuovo simbolo, senza la scritta "Fini",ma con "FLI". Chi lo fa?--Civa61 (msg) 22:52, 16 feb 2011 (CET)

Partito politico o gruppo parlamentare?[modifica wikitesto]

Ma la voce è sul partito poliico o sul gruppo parlamentare?

Il dubbio vieen, a vedere gli aggiornamenti dei numeri di deputati e senatori ... --79.24.134.163 (msg) 10:13, 20 feb 2011 (CET)

La voce si riferisce al partito, ovviamente c'è anche l'elenco dei deputati e senatori.Jamala 11:29, 20 feb 2011 (CET)
"Ovviamente" mica tanto. Direi che è l'unica voce di partito con l'elenco dei deputati e dei senatori. Togliamo gli elenchi così finisce anche l'aggiunta/cancellazione di chi entra/esce? --LUCA p - dimmi pure... 21:22, 22 feb 2011 (CET)

Condivido, Aveva un senso quando era un gruppo parlamentare. Adesso che è un partito, basta il numero complessivo e non l'elenco nominativo.--Civa61 (msg) 21:28, 22 feb 2011 (CET)

É vero che é l'unico partito a presentare l'elenco ma dopotutto non sono tanti i parlamentari e secondo me la voce é ben strutturata cosí com'é.Potremmo comunque levare la storia delle entrate e delle uscite, che dovrebbero essere aggiornate nella pagina dei deputati di questa legislatura.Jamala 19:31, 23 feb 2011 (CET)

OK. --Civa61 (msg) 20:27, 23 feb 2011 (CET)

Conservatorismo liberale[modifica wikitesto]

Secondo me il template dovrebbe essere tolto dall'ideologia, non c'é giorno che passi che un esponente di FLI ribadisca la linea politica del soggetto politico: Una destra liberale, espressione che si traduce senza dubbio in conservatorismo liberale.Jamala 12:40, 24 feb 2011 (CET)


Giusto credo che il template [senza fonte] si debba togliere. SERB1914 parliamone 12:45, 25 feb 2011 (CET)

✔ Fatto Jamala 18:02, 5 mar 2011 (CET)

Scusa, mi sfugge la logica secondo la quale se un partito si dichiara liberale è senza dubbio conservatore liberale, no perchè il liberalismo ed il conservatorismo liberale sono due ideologie differenti ed entrambe possono essere considerate di destra (anche se nel caso del liberalismo non sempre). Questo a prescindere dal fatto che i politici fanno tipicamente propaganda e come tempo fa faceva presente qualcun altro non necessariamente chi dichiara di riconoscersi in una determinata ideologia politica poi vi appartiene realmente. Quindi rimetto il template [senza fonte] su conservatorismo liberale, visto che nella fonte (tra l'altro discutibile non essendo "terza") non se ne parla affatto. --ArtraxG (msg) 13:44, 10 mar 2011 (CET)

Ciao AtraxG, la questione é abbastanza complicata, purtroppo non esistono dichiarazioni di politici esplicite riguardo all'ideologia di FLI, gli esponenti difficilmente chiariranno il dilemma, né tantomeno dobbiamo aspettarci non so, una dichiarazione di Bocchino che afferma che la linea politica del partito é liberal conservatrice.Dovremmo invece leggere tra righe ció che gli esponenti ribadiscono da mesi: FLI vuole rappresentare una destra moderna e liberale, sullo stampo di quella francese, britannica, spagnola, insomma europea.Traducendo dal politichese propagandistico all'enciclopedico avremo Conservatorismo Liberale.Riguardo ai politici che non appartengono alle ideologie a cui dicono di appartenere, sinceramente quelli sono problemi loro.Un partito é formato da persone, ognuna con la propria ideologia che spesso contrasta con quella espressa dal partito (Per es. Lo scheletro del PdL é formato da moltissimi socialisti, ma non per questo l'ideologia del PdL é di tipo socialista) cosí abbiamo un Egidio Diglio o un Mario Baldassarri che si riconoscono nel cristianesimo democratico, opposti a Benedetto Della Vedova radicale o Roberto Menia nazional conservatore.Non so se sono stato chiaro, comunque teniamo per il momento il CN in cerca di una fonte "adeguata".Jamala 14:12, 10 mar 2011 (CET)

La nascita dei circoli del FLI ha di fatto incoronato Fini a leader di una destra progressista e riformatrice; probabilmente qualche schematico dei termini potrebbe non accettare tali aggettivi,(perche risalgono si alla sinistra,ma dell'ottocento..) ma sono gli stessi futuristi a definirsi tali ( vedere dichiarazioni e titoli dei giornali dopo la convention ); comunque si, l'aggettivo più accettabile appunto utilizzando i termini tradizionali è conservatore liberale,come lo sono la maggior parte delle destre di stampo europeo a cui guardono i futuristi.--Il Mago di Oz (msg) 13:49, 12 mar 2011 (CET)

Sottoscrivo, fosse per me inserirei Futurismo ... Jamala 17:38, 12 mar 2011 (CET)

E proprio perchè schemi ottocenteschi, come si fa a definire FLI una "destra progressista"? O semplicemente "Liberale". Certo c'è qualche vecchio liberale come Consolo, ma come si fa a definire tali i vertici, come Bocchino o Menia? O Granata e Briguglio? Concordo al messimo nella defnizione "conservatore liberale". --Civa61 (msg) 18:23, 12 mar 2011 (CET)

Scusa Civa, secondo me definire FLI liberale é piú che scontato, forse più di Liberal-conservatore.Se vogliamo metterla a politici di stampo liberale c'e ne sono a bizzeffe: Della Vedova, Grillo, Moroni,Nan, Bongiorno, solo per citarne alcuni; ai vertici Menia non sarà proprio liberale ma non dimentichiamoci di Fini, piú volte autodefinitosi tale.Ricordiamoci che non molti giorni fa Bocchino e lo stesso Urso hanno detto di voler fare quella rivoluzione Liberale che Berlusconi non ha potuto o non ha voluto compiere.Inoltre da qualche parte sul sito di GI c'é un articolo riguardo le posizioni liberali di FLI.La fonte, se si lascia il CN, non ha senso di esistere, quindi o ne cerchiamo una migliore o si lascia il CN e si toglie la fonte.Jamala 19:03, 12 mar 2011 (CET)

E infatti si parla di "rivoluzione liberale" che con il liberalismo classico c'entra poco. Della Vedova lo definirei un riformatore, Grillo è un cattolico ex DC, Moroni al massimo liberalsocialista. Quindi ha un senso se "liberale" è accompagnato da un altro suffisso (nazional-liberale, liberalconservatore)e se voi siete d'accordo lascerei quest'ultima. In fondo se si segue la polemica sul sottolineare da parte di tutti (da Urso a Bocchino, a Menia e allo stesso Granata) la collocazione a "Destra" di FLI, la definizione "liberale" è poco efficace. --Civa61 (msg) 19:29, 12 mar 2011 (CET)

Tutte le "destre" europee sono liberali, a partire dal PPE e dal Partito Conservatore di Cameron.Inoltre abbiamo:
  • UMP di Sarkozy;
  • PO del polacco Tusk;
  • MS dello svedese Reinfeldt;
  • PP dello spagnolo Rajoy;
  • E a proposito di destra repubblicana notare tra le ideologie del Partito Repubblicano USA sia Liberalismo Classico che l'attuale liberalismo.

Spero di aver chiarito che Liberalismo e Destra sono due concetti in totale armonia soprattutto se si parla di destra moderna.--Jamala 20:13, 12 mar 2011 (CET)

Ovvio che pure la destra può essere liberale, chi lo vieta? è il gioco dei nomi, degli aggettivi che trae in inganno; se un partito di destra è a favore di riforme e modernizzazioni può esser definito immobilista?no. Se un partito di sinistra mantiene tutto inalternato e si oppone a certe riforme può esser definito riformatore o progressista?no. Il punto è che per tradizione si utilizza conservatore in luogo alla destra e progressista per la sinistra, ma al giorno d'oggi sono vecchi schemi del passato, dovremmo essere in grado di separare tali termini tra di loro e utilizzarli solo per l'effettiva politica svolta dai partiti che essi siano di destra o di sinistra. Se ad esempio utilizzassimo una linea retta per i partiti italiani, sopra cui elencare i partiti più innovatori e quelli più immobilisti, troveremmo le posizioni del FLI (che è di destra) (su riforme,ricerca scientifica,diritti sociali,ambiente) sul versante innovatore. Comunque il termine conservatore (destra) liberale ci sta tutto.--Il Mago di Oz (msg) 17:20, 13 mar 2011 (CET)

Su Wikipedia occorre evitare teorie personali (su cosa sia la destra ad esempio) e citare le fonti. Per decidere cosa inserire nel campo ideologia inoltre occorre evitare di rifarsi solo alle dichiarazioni degli esponenti del partito stesso, basandosi invece su fonti terze e autorevoli. --Jaqen [...] 21:01, 13 mar 2011 (CET)

Su questo punto hai ragione Jaqen...per fonti terze gli articoli dei giornali e ricerche sul web possono bastare?--Il Mago di Oz (msg) 21:13, 13 mar 2011 (CET)

Ricerca sul web cosa vuol dire? Sul web ci sono, a titolo di esempio, anche i video scemi di Youtube. "Articoli di giornale" è già più preciso, ma bisogna vedere cosa dicono. Linkali qua e vediamo. --Jaqen [...] 12:09, 14 mar 2011 (CET)

@Jamala: vedi la lettura tra le righe è intrinsecamente POV, la dimostrazione l'abbiamo in questa stessa discussione, dove per esempio tu e Civa, dalla lettura dello stesso articolo siete giunti a conclusioni opposte, poi sono d'accordissimo che anche in FLI (come del resto in qualsiasi partito) coesistono posizioni differenti e sono presenti anche politici che possiamo definire "conservatori", ma l'ideologia di un partito la si deduce principalmente dalla linea politica portata avanti dal suo leader, e l'attuale linea politica del leader indiscusso di FLI (Fini) mi sembra tutt'altro che conservatrice (chi sostiene il contrario mi piacerebbe indicasse nello specifico quali sarebbero queste posizioni "conservatrici").
Per il resto ribadisco ciò che ho sostenuto prima, non basta definirsi "liberali" o "conservatori" per esserlo realmente, e francamente tutti i riferimenti dei finiani ad una presunta "destra moderna europea" alla quale dicono di ispirarsi, mi sembrano puramente propagandistici (e finalizzati alla conquista di consenso tra gli elettori di centrodestra), innanzitutto la cosiddetta destra moderna europea non è un monolite, Sarkozy non ha le stesse posizioni di Cameron che a sua volta non le ha uguali ad Aznar e checchè ne dicano (superficialmente) i finiani, la linea politica portata avanti da questi leader è piuttosto differente da quella di Fini.
Ad ogni modo questa è la mia opinione personale, non ho certo intenzione di imporla nella voce, ma sicuramente come sostiene anche Jaqen, per inserire tra le ideologie di questo partito il liberalconservatorismo ci vuole come minimo una fonte terza.

P.S. Concludo facendo presente che in generale, per me, non ha comunque alcun senso indicare negli appositi box l'ideologia (o le ideologie) di riferimento di un determinato partito come se ciò fosse un dato incontrovertibile, è vero, in certi casi l'ideologia di un partito è chiara, in altri casi però lo è molto meno, è discutibile, è soggetta ad opinioni/interpretazioni del tutto personali e anche se si dovesse trovare una fonte terza ed autorevole, non faremmo altro che inserire nel box non un dato di fatto, ma il POV di qualcun altro (giornalista o studioso che sia); e se poi dovessimo trovare un'altra fonte che sostiene l'esatto opposto come ci dovremmo comportare?
L'ideale per me sarebbe indicare nel box (oltre alle informazioni generiche sul partito) solamente la coalizione di riferimento, dopodichè si potrebbe approfondire la sua presunta ideologia all'interno della voce, indicando le opinioni in merito dei vari studiosi e le posizioni politiche assunte dal suddetto partito, in modo che sia il lettore a farsi, con la propria testa, un'idea sulla possibile ideologia del partito/movimento in questione.
Spero di essere stato chiaro. --ArtraxG (msg) 14:23, 14 mar 2011 (CET)

Il tuo ragionamente, in larga parte condivisibile, presenta una contraddizione: dobbiamo inserire assolutamente una fonte, poi affermi che tutte le fonti possono essere sementite.Riguardo alle posizioni di Fini e FLI, credo che sia ovvio che si tratti di un partito di centrodestra, che nel campo ideologico si traduce in conservatorismo, non mancano peró posizioni liberali, coppie di fatto, testamento biologico, ecc.., possiamo dunque parlare di conservatorismo liberale.Inoltre se riconduciamo ogni affermazione ad un puro fine propagandistico, ogni partito direbbe il falso.Jamala 15:17, 14 mar 2011 (CET)

Quotidiano ufficiale[modifica wikitesto]

Siamo sicuri di poter ancora annoverare Il Secolo d'Italia come l'"organo ufficiale" di FLI? dopo la "cacciata" della Perina e l'aumento dell'importanza degli ex-colonnelli (ora berlusconiani) nel CdA del giornale pare che FLI stia pensando a fondare un nuovo organo "finiano finiano"... Noi che facciamo? teniamo ancora "il secolo" nel Template? SApC (msg) 11:23, 26 mar 2011 (CET)

Ultimamente è nato il futurista di Filippo Rossi, non so a cosa si riferiscono quando dicono di creare un nuovo organo finiano, leggendo il Secolo di oggi un po' di ambiguità c'è, i toni sono un po' più moderati, ma non è berlusconiano, aspettiamo l'ufficializzazione.--Jamala 14:02, 26 mar 2011 (CET)

Amministrative 2011[modifica wikitesto]

Inserire i dati sulle amministrative 2011, come qui?Jamala 18:18, 3 giu 2011 (CEST)

io nella mia Sandbox ho raccolto i risultati della lista FLI (con il suo simbolo) in tutti i comuni superiori ai 10'000 [6].Si potrebbero inserire solo quelli in grassetto e le provinciali.--Jamala 20:33, 5 giu 2011 (CEST)

Sono d'accordo.-- SERB1914 parliamone 21:00, 5 giu 2011 (CEST)

Ecco come verrebbe http://it.wikipedia.org/wiki/Utente:Jamala/Sandbox2 .--Jamala 14:45, 6 giu 2011 (CEST)

Va bene però hai saltato Milano.-- SERB1914 parliamone 16:19, 6 giu 2011 (CEST)

Diciamo che ho fatto qualcosa di più di un abbozzo. Bisognerebbe verificare se gli eventuali candidati sindaco trombati eletti consiglieri siano o meno appartenenti a FLI.--Bronzino (msg) 18:29, 6 giu 2011 (CEST)

Io avevo intenzione di inserire solo i comuni/province in cui FLI andava da solo, con il suo simbolo, casomai i dati in cui va con ApI e UdC si possono inserire su Nuovo Polo per l'Italia, per esempio a Milano FLI non si é presentato, ma ha formato una civica (Nuovo Polo per Milano), con ApI, Verso Nord, MpA e PLI.Inoltre i consiglieri eletti con liste uniche (UdC+FLI+ApI) non sono necessariamente del FLI, e non avrebbe senso metterli nella voce, così come i risultati della lista.Jamala 14:27, 7 giu 2011 (CEST)

È giusto dare conto di come si è presentato (o non presentato) un partito comune per comune e provincia per provincia.--Bronzino (msg) 15:57, 7 giu 2011 (CEST)

Ma state scherzando? Mica nelle voci degli altri partiti si fa così! Questa è wikipedia, non wikinews... --Civa61 (msg) 22:32, 9 giu 2011 (CEST)

Ciao Civa, qui lo fanno e lo hanno fatto: http://it.wikipedia.org/wiki/MoVimento_5_Stelle#Le_elezioni_amministrative_2011 , un'alternativa forse potrebbe essere quella di inserire solo i dati delle città più importanti, oppure non se ne fa niente, in effetti oltre al movimento di Grillo nessun altro lo fa.Jamala 22:46, 9 giu 2011 (CEST)
Sono d'accordo sull'inserimento solo delle città più grandi.Magari come qua.-- SERB1914 parliamone 19:20, 10 giu 2011 (CEST)
Sono d'accordo, è più compatto e raccolto, anche testuale a mio parere andrebbe bene.--Jamala 22:06, 10 giu 2011 (CEST)

Non ha senso! Questa è un'enciclopedia, tra qualche settimana questa informazione sarà assolutamente inutile (e poi mancano i risultati di Ragusa!) --Civa61 (msg) 16:00, 11 giu 2011 (CEST)

Ideologie[modifica wikitesto]

Chiariamo il concetto di ideologia di maggioranza e di minoranza.Io penso che la principale sia il conservatorismo liberale, ovvero un liberalismo di destra soprattutto in campo economico ma anche etico.Il liberalismo é comunque un'ideologia da inserire, se vogliamo possiamo dire che é liberal-conservatore in campo economico e liberale in senso etico.Ricordiamoci che nel PdL il liberalismo é considerato ideologia di maggioranza, perché non FLI, nata da esso e di certo più liberale nel concreto?Le minoranze possono essere individuate in quella nazional-conservatrice di Area Nazionale ma anche di Generazione Italia e Generazione Futuro, e una socioliberale, che tende più a sinistra e invoca alleanza liberal-democratiche con l'IdV (Granata, Rossi) o che comunque si rifà a concetti di sinistra come il socialismo liberale (Chiara Moroni).Senza dimenticare le idee del "leader" Gianfranco Fini, certamente conservatore nei valori di patria e unità nazionale, ma anche liberale, laico e riformatore.Quindi io direi di fare "ideologie principali: Conservatorismo liberale, liberalismo; ideologie di minoranza: conservatorismo nazionale, liberalismo sociale".Che ne dite?--Jamala 20:53, 31 lug 2011 (CEST)

Dissento sul tasso di liberalismo di FLI. Propongo però un compromesso: "conservatorismo liberale" come corrente maggioritaria e "liberalismo" come corrente minoritaria. In alternativa propongo di inserire nell'ordine "conservatorismo liberale", "conservatorismo nazionale" e "liberalismo", lasciando dunque da parte "liberalismo sociale" che mi sembra davvero fuori luogo, al di là di qualche posizione in campo etico peraltro non necessariamente maggioritaria. Certo, qualche fonte ci vorrebbe! Sul PdL mi attengo a quanto scritto nell'infobox di quella voce: il partito è nell'ordine "liberalconservatore", "democristiano" e "liberale". Nel PdL ci sono componenti molto liberali, molto di più che nel caso di FLI, ma il corpaccione del partito è democristiano. --Checco (msg) 21:03, 31 lug 2011 (CEST)

Io farei come in en.Wikipedia, però il liberalismo non lo considerei minoritario--Jamala 21:09, 31 lug 2011 (CEST)

Concordo con Checco. Il Liberalismo classico, è assolutamene minoritario in FLI, mentre è centrale l'aggettivo "Nazionale". QUindi va aggiunto come corrente maggioritaria al conservatorismo liberale anche il "Conservatorismo nazionale".--Civa61 (msg) 23:43, 3 ago 2011 (CEST)

Va bene così?In ordine:

--Jamala 10:13, 4 ago 2011 (CEST)

Per me così OK. --Civa61 (msg) 23:50, 4 ago 2011 (CEST)
OK anche per me. --Checco (msg) 18:13, 31 ago 2011 (CEST)

Conteggio[modifica wikitesto]

Per capire meglio la questione ideologie ho fatto un rapido conteggio per vedere quanto pesano le ideologie dentro al partito, e quindi vedere quali sono di maggioranza (e dunque inserirle nell'infobox) e quali di minoranza (da tralasciare), basandomi sull'elenco dei politici appartenenti a Futuro e Libertà. Ne é venuto fuori, secondo le mie stime e le mie considerazioni:

  • Conservatorismo liberale (Generazione Italia+Generazione Futuro+Fini+ex-FareItalia): 51%;
  • Conservatorismo nazionale (Area Nazionale+Tremaglia): 27,5%
  • Liberalismo (Libertiamo+ex-PLI): 14%
  • Cristianesimo democratico (ex-DC): 6%
  • Socialismo liberale (Socialismo e Libertà): 1%

Mettendo come "sbarramento" per essere maggioranza il 25%, risultano essere maggioritari solo il conservatorismo liberale e nazionale. Tutto cambia se consideriamo il Liberalismo sociale, che a mio parere é pressoché inesistente (il liberalismo sociale é un'ideologia da affiancare alla socialdemocrazia o alla liberaldemocrazia, entrambi mancanti dentro FLI). Con questo vi spiego i motivi delle mie modifiche, accolgo cirtiche e correzioni. --Jamala 21:37, 15 ago 2011 (CEST)

Siamo d'accordo sulle ideologie da inserire nell'infobox e l'ho detto sopra. I tuoi conteggi mi lasciano però un po' perplesso e credo non rafforzino la tua/nostra tesi. Cos'hanno di liberale personaggi come Bocchino e gli ex di FareItalia? Boh... --Checco (msg) 18:13, 31 ago 2011 (CEST)
Ciao Checco, io ho seguito quel che dice en.Wikipedia, che dice: "from national conservatism to liberal conservatism", nell'infobox é presente come prima ideologia "Liberal conservatism", come seconda "National conservatism" e come minoranza "Liberalism", ho quindi cercato di "mappare" le ideologie, ho dato a GI il conservatorismo liberale per una sorta di "esclusione", essendo palesemente Nazional-conservatori quelli di Area, ho attribuito il conservatorismo liberale agli altri, che essendo poi il gruppo più numeroso rendono quest'ideologia la principale (sempre secondo la versione in inglese).Adesso, posso aver fatto qualche errore qua e la, per esempio alcuni di GI sono nazional conservatori, ma il succo non cambia, abbiamo comunque la scaletta di sopra.--Jamala 11:50, 1 set 2011 (CEST)

Parlamentari/Gruppi Parlamentari[modifica wikitesto]

I paragrafi Parlamentari e Gruppi Parlamentari andrebbero uniti: il primo specifica il secondo. --Whit&Black (msg) 22:01, 1 mag 2012 (CEST)

Fatto. --ḈḮṼẠ (msg) 22:53, 1 mag 2012 (CEST)

il sito internet non esiste più[modifica wikitesto]

è solo un redirect al sito personale di fini

Collegamenti esterni modificati[modifica wikitesto]

Gentili utenti,

ho appena modificato 3 collegamento/i esterno/i sulla pagina Futuro e Libertà per l'Italia. Per cortesia controllate la mia modifica. Se avete qualche domanda o se fosse necessario far sì che il bot ignori i link o l'intera pagina, date un'occhiata a queste FAQ. Ho effettuato le seguenti modifiche:

Fate riferimento alle FAQ per informazioni su come correggere gli errori del bot

Saluti.—InternetArchiveBot (Segnala un errore) 23:35, 2 dic 2017 (CET)

Collegamenti esterni modificati[modifica wikitesto]

Gentili utenti,

ho appena modificato 6 collegamento/i esterno/i sulla pagina Futuro e Libertà per l'Italia. Per cortesia controllate la mia modifica. Se avete qualche domanda o se fosse necessario far sì che il bot ignori i link o l'intera pagina, date un'occhiata a queste FAQ. Ho effettuato le seguenti modifiche:

Fate riferimento alle FAQ per informazioni su come correggere gli errori del bot

Saluti.—InternetArchiveBot (Segnala un errore) 02:46, 7 mar 2018 (CET)

Collegamenti esterni modificati[modifica wikitesto]

Gentili utenti,

ho appena modificato 2 collegamenti esterni sulla pagina Futuro e Libertà per l'Italia. Per cortesia controllate la mia modifica. Se avete qualche domanda o se fosse necessario far sì che il bot ignori i link o l'intera pagina, date un'occhiata a queste FAQ. Ho effettuato le seguenti modifiche:

Fate riferimento alle FAQ per informazioni su come correggere gli errori del bot.

Saluti.—InternetArchiveBot (Segnala un errore) 14:28, 13 apr 2019 (CEST)

Collegamenti esterni modificati[modifica wikitesto]

Gentili utenti,

ho appena modificato 1 collegamento esterno sulla pagina Futuro e Libertà per l'Italia. Per cortesia controllate la mia modifica. Se avete qualche domanda o se fosse necessario far sì che il bot ignori i link o l'intera pagina, date un'occhiata a queste FAQ. Ho effettuato le seguenti modifiche:

Fate riferimento alle FAQ per informazioni su come correggere gli errori del bot.

Saluti.—InternetArchiveBot (Segnala un errore) 10:04, 1 giu 2019 (CEST)

Collegamenti esterni modificati[modifica wikitesto]

Gentili utenti,

ho appena modificato 2 collegamenti esterni sulla pagina Futuro e Libertà per l'Italia. Per cortesia controllate la mia modifica. Se avete qualche domanda o se fosse necessario far sì che il bot ignori i link o l'intera pagina, date un'occhiata a queste FAQ. Ho effettuato le seguenti modifiche:

Fate riferimento alle FAQ per informazioni su come correggere gli errori del bot.

Saluti.—InternetArchiveBot (Segnala un errore) 00:30, 3 set 2019 (CEST)

Collegamenti esterni modificati[modifica wikitesto]

Gentili utenti,

ho appena modificato 1 collegamento esterno sulla pagina Futuro e Libertà per l'Italia. Per cortesia controllate la mia modifica. Se avete qualche domanda o se fosse necessario far sì che il bot ignori i link o l'intera pagina, date un'occhiata a queste FAQ. Ho effettuato le seguenti modifiche:

Fate riferimento alle FAQ per informazioni su come correggere gli errori del bot.

Saluti.—InternetArchiveBot (Segnala un errore) 01:20, 6 ott 2019 (CEST)