Discussione:Filosofia dell'arte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Vorrei chiedere qual è il senso di questa voce. Nella stragrande maggiornanza della letteratura specialistica la filosofia dell'arte è l'estetica, o più precisamente la concezione di estetica delineatasi dal kantismo e protrattasi fino a cavallo dei sec XIX e XX, dove si riscontrano esigenze e tendenze che forniscono un allargarsi della concezione di estetica la cui base non sempre è l'arte (in qualsivoglia senso), ed il riconoscimento della sua interdisciplinarietà. Sebbene si possano considerare anche altri campi di indagine artistica o estetologica, quest'ultima privata della sua componente filosofica in senso stretto o metafisica, come psicologia dell'arte, sociologia dell'arte, antropologia dell'arte, teologia dell'arte e scienza neopositivistica dell'arte, quando si parla propriamente di filosofia relativamente all'arte, si parla di estetica. La distinzione che viene proposta in questa voce non trova riscontri se non in un unico testo: Estetica e filosofia dell’arte. Un'identità difficile, che da solo mi risulta assiai insufficiente a giustificarne una voce autonoma in questa enciclopedia; negli altri testi, di cui ne ho oltretutto sottomano alcuni, non sussite alcuna distinzione formale tra le discipline estetica e filosifia dell'arte, nè tantomeno un riscontro di una tendenza ad affermare queste due dicipline come autonome a priori.

Pertanto chiedo cosa se ne pensi nel voler mantenere questa voce, che mi risulta infine unica nelle wikipedia sorelle. La mia proposta sarebbe quella di unire parte del contenuto alla voce di estetica ed indirizzare il titolo a quest'ultima. --93.147.217.130 (msg) 00:19, 3 lug 2014 (CEST)

La differenza tra estetica e filosofia dell'arte c'è. Quando, circa un anno fa, diedi una sistemazione alla voce, mi posi anch'io il problema, ma decisi di lasciare i due lemmi poichè mi resi subito conto che il termine "filosofia dell'arte" è usato in un senso tutto specifico da diversi filosofi, che non può essere reso con "estetica". Per esempio in Schelling la filosofia dell'arte non è una semplice disciplina che attiene solamente al bello, ma è scienza suprema, il cui oggetto, appunto l'arte, è strumento filosofico per eccellenza, non l'estetica. Inoltre non è solo quel testo che rimarca la differenza tra i due termini, le fonti si trovano, c'è un ampio dibattito in proposito. Al limite si potrebbe trasformare questa voce in un approfondimento di Estetica apponendo un "vedi anche" (in Estetica) come ce ne sono tanti, ma al momento la lascerei così.--Trambolot (msg) 20:28, 3 lug 2014 (CEST)
Ad oggi si tende sia per didattica che per trattazione ad inserire anche se con non troppa coerenza tutta una serie di trattazioni sotto dei nomi o lemmi e ne va preso atto. Alcuni contituano (dal 1900 ad oggi) ad usare il nome estetica, altri filosofia dell'arte, altri ancora nessuno dei due, ma per porli in un'enciclopedia si deve per forza etichettare. Questa è una premessa ovvia. Tenendo due voci distinte i contributi di Vasari, Vico, Kant, ed altri più recenti che non usano parlano esplicitamente nè di estetica nè di filosofia dell'arte come li si intede oggi dove andrebbero messi? In questa voce od in quella di estetica? Alcuni autori che hanno ripreso questi signori hanno parlato di filosifia dell'arte e altri di estetica. Secondo quali classificazioni e di chi operiamo la scelta? C'è anche il rischio che su Wikipedia si sviluppino due voci parallele magari con delle ripetizioni proprio per l'impossiblità di una distinzione per quanto possibile rigorosa che potrebbe sfociale nelle ricerche originali. E, IMHO, la tendenza attuale è quella di inserire le filosofie dell'arte sotto la parola estetica anche se queste, ad esempio, non parlano neppure del "bello" e tantomeno di estetica. Capisco sia problematico ma anche portando fonti che incudono chi parla di filosofia dell'arte come filosifia dell'arte e chi parla di filosofia dell'arte come estetica diffilmente ne verremmo fuori. E d'altra parte chi parla di filosofia dell'arte non come estetica inevitabilemnte ridefinisce anche l'estetica e viceversa. Continuo a credere che avere due voci distinte sia sbagliato e pericoloso. Ho posto questo problema anche perchè, quando avrei avuto tempo, mi ero proposto a mettere mano alla voce estetica, ma con quest'altra voce non ho idea di cosa scrivere qui, cosa lì, come e perchè.lo stesso utente di sopra --151.51.160.124 (msg) 13:18, 5 lug 2014 (CEST)
Bisogna partire dall'assunto che questa è un'enciclopedia. Una voce sul concetto di "filosofia dell'arte" può esistere, se poi questo è uguale a dire "estetica" è un altro discorso. È sufficiente che anche un solo autore di rilievo l'abbia trattata come questione a parte (Schelling e gli altri citati) per non toglierle la dignità di avere una voce. Che poi per tutti gli altri sia intercambiabile con "estetica", ripeto, è un altro discorso che semmai deve essere approfondito nell'ambito di entrambe le voci. Se ci sono autori più antichi a cui sono stati successivamente riferiti entrambi i termini, o altre questioni riferite a entrambi i concetti, se ne parlerà in entrambe le voci, questo è inevitabile ma tuttavia non dannoso, poiché questo è ciò che riportano le fonti, facendo sempre molta attenzione alle ricerche originali. E d'altronde, nota che unire le due voci non risolve il problema, anzi forse lo aggrava perché chi opera lo spostamento mette in atto il suo POV unendo il tutto sotto "Filosofia dell'arte" oppure sotto "Estetica" e, come tu stesso ammetti, le fonti non aiutano né in uno né nell'altro senso. Secondo me è meglio lasciarle separate e trattarle ognuna per conto proprio, anche e soprattutto alla luce della "tendenza attuale" che nomini: eventualmente conterranno entrambe un capitolo dove si approfondisce adeguatamente, e in modo enciclopedico, il sottile confine tra le due. Se il lavoro esce ben fatto, ti assicuro che il progetto non correrà il rischio futuro di sviluppare due voci parallele che si fanno guerra. --PrincipeRoby (davvero?) 10:40, 8 lug 2014 (CEST)
Mi è un po' difficile entrare in quest'ottica. Io mi sono riferito anzitutto agli autori che esplicitamente pongono questa distinzione e ho affermato che mi risultano essere una minoranza (rispetto a chi tratta l'aspetto filosofico dell'arte come estetica o come una sua parte; caso più raro chi tratta di estetica non come filosofia). Se uno specifico autore (es. Rossi) tratta in modo specifico una serie di argomenti attinenti alla riflessione sull'arte, sul bello o sulla percezione, l'unico modo per essere rigorosi sarebbe creare la voce "Filosofia dell'arte rossiana" o "Estetica rossiana" o Teoria X rossiana". Una voce di un'enciclopedia che voglia delineare una non rigorosissima disciplina ma limitatamente delineata nella contemporaneità non può già partire a tagliare così. Sarebbe anche il caso di approfondire cosa abbiano fatto le altre wikipedia: da quello che vedo nessuna ha una voce equivalente a questa; alcune hanno invece la generalissima dizione "Teoria dell'arte". Andrò a cercare su un paio di enciclopedie cartacee ma immagino già quale sia il risultato (es.) Mi ripeto: con una distinzione apriori così non saprei che pesci pigliare per un loro eventuale sviluppo, ma se la maggioranza la pensa diversamente... --93.144.101.156 (msg) 00:44, 9 lug 2014 (CEST)

Ho avvisato il bar generalista, in quanto, nonostante abbia già fatto avvisi ai due bar tematici ,sono intervenuti due utenti con un unico intervento ciascuno e le loro motivazioni non mi hanno convinto del tutto. Affichè io possa mettermi l'anima in pace sull'impostazione attuale oppure compaiano pareri analoghi al mio, chiedo qualche ulteriore parere. --151.49.252.71 (msg) 18:44, 17 lug 2014 (CEST)

ringrazio 93.144 per la segnalazione, ma concordo con quanto scritto dagli altri due utenti: 1) se didattica e trattazioni accorpano i lemmi con non troppa coerenza, già questo ImHo non è qualcosa di cui va preso atto, ma una distinzione da mantenere presente con attenzione. 2) si corre molto più il rischio di Incorrere in Ricerche Originali, PoV e editwar unendo d'ufficio le due voci, piuttosto che mantenendole separate e operando come suggerito da [Utente:RobyBS89|Roberto]]. 3) per quel che so io da ex estudente di filosofia, estetica abbraccia un ambito molto piu vasto rispetto alla "semplice" filosofia dell'arte. La vastità stessa dei medesimi argomenti è sufficiente a giustificare l'esistenza di voci separate. 4) inviterei alla consultazione quantomeno di un Dizionario Filosofico per chiarirsi meglio le idee in materia. Se abitassi ancora vicino alla biblioteca universitaria lo farei io stesso.... -- Helichrysum Italicum (chiamami "Heli") 18:11, 19 lug 2014 (CEST)