Discussione:Drop Ship

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

In merito alla figura del "Drop Ship",riporto un estratto di quanto viene descritto nella sezione "Rischi per l'utente finale" di Wikipedia,nel caso in cui l'utente finale sia un cittadino italiano o residente nella comunità europea :

" Per quanto riguarda il consumatore o utente finale italiano vi è il rischio fondato che questi debba affrontare degli oneri doganali quando il dropshipper o la sua merce si trovano in paesi al di fuori della Comunità europea "

La mia domanda invece riguarda l'ipotesi contraria,cioè che il consumatore / venditore si trovi fuori dalla comunità europea,ad esempio negli U.S.A.

Quali sono i rischi e gli oneri che deve affrontare?


                                           Marco C.

Primo sito in Italia[modifica wikitesto]

«Il primo sito a importare il Drop Ship (o Dropshipping) in Italia è stato Bazarissimo.com nel 2008» La libreria online Delos Store (www.delosstore.it) vendeva già libri in dropshipping nel 2004. Ma probabilmente ce n'erano altri già prima. --Starsky (msg) 14:57, 16 mag 2017 (CEST)