Discussione:Cyberbullismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Discussione:Ciberbullismo)
Jump to navigation Jump to search

Bullismo e Cyberbullismo[modifica wikitesto]

Ho modificato l'introduzione. Luca Pisano


Ho aggiunto alla sezione "Diffusione del fenomeno" le necessarie indicazioni bibliografiche: Smith, in corso di stampa e Pisano, Saturno 2008. Chiedo cortesemente che non vengano nuovamente cancellate. Grazie. 19.08.2008 Luca Pisano



Ho visto il suggerimento di unire le voci bullismo e cyberbullismo. Certo, hanno diversi aspetti in comuni, però il cyberbullismo ha anche caratteristiche specifiche che giustificano una voce separata - da ampliare ovviamente - come d'altronde nelle pagine di Wikipedia in altre lingue (link aggiunti a sinistra) --Calmansi 09:57, 11 giu 2007 (CEST)

Ho modificato il testo della sezione cyberbullismo aggiungendo contributi provenienti dal sito internet www.cyberbullismo.com di cui sono il Direttore. Non è pertanto ravvisabile violazione della legge sul copyright. Ho infine aggiunto ulteriori contributi provenienti da un mio articolo scientifico che è in fase di pubblicazione. Per ulteriori chiarimenti: [mail oscurata onde evitare spam] Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 151.30.212.76 (discussioni · contributi) .

ho ripristinato quanto sopra dato che era stato cancellato senza motivo..--Dylan86 16:45, 7 apr 2008 (CEST)

RingraziandoVi per aver accettato le modifiche, Vi comunico che ho aggiunto la definizione di Cyberbullismo e una bibliografia aggiornata. --Luca Pisano (msg) 22:04, 8 apr 2008 (CEST)

Ho pensato (perdonatemi se ho sbagliato - non sono particolarmente esperto) di aggiungere la bibliografia. E' troppo lunga? Può andare bene?--Luca Pisano (msg) 22:13, 8 apr 2008 (CEST)

Scusate ma cosa c'entra il link al sito Stop al Cyberbullismo, dato che non porta da nessuna parte?--Xanter (msg) 00:40, 18 apr 2009 (CEST)

Correzione[modifica wikitesto]

Ho rimesso * Servizio gratuito di assistenza alle vittime del Cyber Bullismo forse cancellata per errore.

Il servizio è gratis e funziona, mi sembra corretto tenerlo in link.

Collegamenti esterni modificati[modifica wikitesto]

Gentili utenti,

ho appena modificato 2 collegamento/i esterno/i sulla pagina Cyberbullismo. Per cortesia controllate la mia modifica. Se avete qualche domanda o se fosse necessario far sì che il bot ignori i link o l'intera pagina, date un'occhiata a queste FAQ. Ho effettuato le seguenti modifiche:

Fate riferimento alle FAQ per informazioni su come correggere gli errori del bot

Saluti.—InternetArchiveBot (Segnala un errore) 16:53, 26 feb 2018 (CET)

Collegamenti esterni modificati[modifica wikitesto]

Gentili utenti,

ho appena modificato 1 collegamento/i esterno/i sulla pagina Cyberbullismo. Per cortesia controllate la mia modifica. Se avete qualche domanda o se fosse necessario far sì che il bot ignori i link o l'intera pagina, date un'occhiata a queste FAQ. Ho effettuato le seguenti modifiche:

Fate riferimento alle FAQ per informazioni su come correggere gli errori del bot

Saluti.—InternetArchiveBot (Segnala un errore) 19:31, 28 apr 2018 (CEST)

Collegamenti esterni modificati[modifica wikitesto]

Gentili utenti,

ho appena modificato 1 collegamento esterno sulla pagina Cyberbullismo. Per cortesia controllate la mia modifica. Se avete qualche domanda o se fosse necessario far sì che il bot ignori i link o l'intera pagina, date un'occhiata a queste FAQ. Ho effettuato le seguenti modifiche:

Fate riferimento alle FAQ per informazioni su come correggere gli errori del bot.

Saluti.—InternetArchiveBot (Segnala un errore) 14:21, 6 apr 2019 (CEST)

Titolo voce[modifica wikitesto]

Ciao,la voce è stata spostata da Cyberbullismo a Ciberbullismo, ho qualche dubbio che il titolo sia corretto. Pareri?--UltimoGrimm (msg) 13:20, 3 nov 2019 (CET) --Emanuele676 (msg) 18:38, 3 nov 2019 (CET)

Stessa cosa per Cyberspazio--UltimoGrimm (msg) 13:23, 3 nov 2019 (CET)
Il prefisso ciber- è quello consigliato dall'Accademia della Crusca https://accademiadellacrusca.it/it/consulenza/cyber/1417 --Plumbago Capensis (msg) 16:13, 3 nov 2019 (CET)
In verità non dice questo, se leggi la sezione sulla grafia dice che entrambi sono corretti ma la forma cyber è la più utilizzata dai vari dizionari--UltimoGrimm (msg) 16:20, 3 nov 2019 (CET)
Sì, ma è il paragrafo "Conclusioni" che bisogna guardare; e comunque, non sempre la forma più utilizzata è quella giusta.--Plumbago Capensis (msg) 16:29, 3 nov 2019 (CET)
Hai ragione, mi ero perso quella parte, comunque c'è anche una linea guida che dici di usare il nome più comune. Meglio ascoltare altri pareri. Segnalo al bar--UltimoGrimm (msg) 16:36, 3 nov 2019 (CET)
Cambiamento affrettato, sarebbe stato più corretto discuterne prima. In ogni caso su Wikipedia va fatta la scelta del titolo più diffuso, che in questo caso è cyberbullismo. Direi, quindi, di ripristinare alla forma precedente. --Dapifer Ψ 16:40, 3 nov 2019 (CET)
Che io ricordi, se è riferito alla cibernetica o a internet, è ciber, se è riferito alla sicurezza, è cyber, perché in questo significato i dizionari ancora non lo hanno riconosciuto. --Emanuele676 (msg) 18:38, 3 nov 2019 (CET)
Scusi, il collegamento che ha fornito porta ad una articolo a pagamento e secondo è in lingua inglese, il che è a priori, in questo ambito, fuori luogo. E comunque il collegamento da me fornito è chiaro: la Crusca consiglia ciber-. Inoltre, se come dice lei è riferito alla cibernetica o a internet è ciber e se è riferito alla sicurezza è cyber, allora in questo caso è senza dubbio ciber-.--Plumbago Capensis (msg) 19:46, 3 nov 2019 (CET)

[ Rientro] ma la parola ciberbullismo è già attestata su fonti autorevoli? Altrimenti stiamo facendo RO --Lombres (msg) 00:03, 4 nov 2019 (CET)

A me pare nettamente più comune cyberbullismo, e se andiamo con WP:TITOLO sarebbe da rispostare, anche se non sembra errata la forma adattata, Sapere al contrario di treccani la usa.--Kirk Dimmi! 07:32, 4 nov 2019 (CET)

Abbiamo una regola ben precisa che applichiamo a migliaia di voci: il titolo utilizza la forma più diffusa, e questa è Cyber* e ciò taglia la testa al toro nella discussione, inclusi i commenti sulla la Crusca per quanto riguarda il titolo. Redirect scorrettissimo.--Bramfab Discorriamo 10:01, 4 nov 2019 (CET)

la Crusca dà un consiglio, spesso basato su logiche tutte loro, ma se le fonti autorevoli di psicologia non lo seguono, non può essere Wikipedia la prima a diffonderlo, quella si chiama ricerca originale. Aspettiamo qualche giorno e poi risposto --Lombres (msg) 11:37, 4 nov 2019 (CET)
Io eviterei di promuovere una forma sbagliata, tenendo conto del fatto che ormai Wikipedia è la prima fonte per chi cerca conferme su un argomento, e quindi de facto cristallizzerebbe una forma. --Emanuele676 (msg) 15:32, 4 nov 2019 (CET)
Io eviterei di intervenire in wikipedia se non si accettano le sue regole. La forma cyberbullismo oltre a tutto è già ben cristallizzata dal suo utilizzo, assieme a tutte le altre parole che iniziano con cyber* correntemente utilizzate nella scrittura italiana.--Bramfab Discorriamo 15:50, 4 nov 2019 (CET)
"sbagliata" perché? Solo perché quelli della Crusca si sono svegliati una mattina cercando di dare una regolarità a quello che una regolarità non ce l'ha, cioè il linguaggio umano? Non scherziamo, dai, questo è un termine tecnico, le fonti autorevoli sono quelle di psicologia e una parola non diventa "sbagliata" da un giorno all'altro solo perché ha parlato il dio Crusca --Lombres (msg) 16:27, 4 nov 2019 (CET)

Ciber e cyber sono generalmente interscambiabili e da trattare come tali, tranne per parole che sono stabilmente entrati nell'italiano (cibernetica: certo non cybernetica) o, al contrario, che sono parte di espressioni inglesi. Nei casi specifici, non mi verrebbe mai da dire cyberspazio, mentre cyberbullismo sembra essere più diffuso di ciberbullismo (ma ciò non rende scorretto quest'ultimo). In ogni caso per le forme alternative dovrebbero esserci dei redirect. - Laurentius(rispondimi) 18:46, 4 nov 2019 (CET)

Cyber mi sembra molto più usato. Non ho mai sentito parlare di ciberbullismo. Ma di cyber- sì. --C. crispus(e quindi?) 20:21, 4 nov 2019 (CET)
Sì ma di nuovo, non è questione di più usato o meno usato: se qualcosa è sbagliato lo è punto e basta, e per di più a dirlo è la massima autorità in materia di lingua italiana. Se molti fanno un errore, questo non diventa automaticamente giusto. --Plumbago Capensis (msg) 20:55, 4 nov 2019 (CET)
Giusti sono giusti entrambi, lo dice lo stesso link da te segnalato, non rigirare il minestrone--UltimoGrimm (msg) 21:06, 4 nov 2019 (CET)
Appunto [@ Plumbago Capensis], grazie [@ UltimoGrimm]. Se sono giusti entrambi va usato (IMHO ma credo non solo IMHO) quello più utilizzato. Ovvero cyberbullismo per quanto vedo (peraltro Google non riconosce neanche la parola con la i e ti rimanda a quella con la y: per quanto affidabile sia, mi sembra anche in questo caso chiarissimo quale è quello più usato...). --C. crispus(e quindi?) 22:00, 4 nov 2019 (CET)
Venir accusato di non conoscere le regole di Wikipedia e detto di non intervenire in discussione perché si è scritto che, poiché ciber- è la forma corretta, per quanto mi riguarda Wikipedia dovrebbe evitare la cristallizzazione di forme sbagliate... Spesso mi chiedo perché Wikipedia perde utenti, poi ogni tanto me lo ricordate. Se io utente da 7 anni sono attaccato in una discussione perché ho "osato" mettere in discussione l'opinione di qualcuno relativamente a ciber/cyber, un nuovo utente scappa in tre secondi appena prova a discutere di cose un tantino più importanti. Ovviamente esco da questa discussione, che sarebbe troppo pure se si parlasse di qualcosa di importante. --Emanuele676 (msg) 23:27, 4 nov 2019 (CET)

Calma! Siete più permalosi che mia madre e posso assicurvi che mia madre è una delle persone più permalose al mondo (a 16 anni mi sono trasferito all'estero per un motivo). Stiamo parlando, nessuno sta accusando nessuno. Quindi vedete di calmarvi!

PS:Sono 12 anni che sono su wikipedia, prima contribuivo da anonimo, e ancora adesso non conosco tutte le linee guida (dubito che esista un contributore che si ricorda tutte le linee guida) --UltimoGrimm (msg) 00:44, 5 nov 2019 (CET)

[@ Plumbago Capensis] si chiamano consigli della Crusca, non fa leggi scritte sulla pietra, perché le leggi scritte sulla pietra in linguistica non e-si-sto-no. Stai dicendo che "è sbagliato" come se l'avesse deciso, che so, Dio? Quando le fonti autorevoli seguiranno i consigli della Crusca allora lo faremo anche noi --Lombres (msg) 10:29, 5 nov 2019 (CET)
la scelta del titolo di una voce dovrebbe dare la priorità a cosa la maggior parte della popolazione italofona riconoscerebbe facilmente (la dizione più diffusa)--Bramfab Discorriamo 12:52, 5 nov 2019 (CET)
Per i motivi detti da me, Grimm, Lombres e Bramfab, direi ri-Pictogram voting move.svg Spostare a Cyberbullismo. --C. crispus(e quindi?) 14:40, 5 nov 2019 (CET)
Scusate, avete proprio ragione: la Crusca non conta nulla, è un'inutile istituzione di cui non vale la pena seguire i consigli... Non è mica la massima autorità in materia di lingua italiana!--Plumbago Capensis (msg) 17:16, 5 nov 2019 (CET)

A me sembra davvero fuori luogo aver scatenato una discussione così lunga e aver sfoderato toni così saccenti o offesi (su ambedue i fronti) per una semplice modifica da "cyber" a "ciber". In tutta sincerità nemmeno io ho mai visto scritta la forma "ciberbullismo" però se l'Accademia della Crusca la accetta (e mi sembra una fonte piuttosto autorevole) non vedo perché accanirsi a rispostare la pagina sotto "cyberbullismo". Anche tirare in ballo il fatto che il linguaggio umano non può essere soggetto a sistematizzazioni e regolarizzazioni… mmm mi sembra un discorso perlomeno acquoso buttato lì solo per far sembrare la discussione più seria di quello che è. Detto questo mi attengo alle decisioni di chi conosce le regole di Wikipedia meglio di me.--Lady Enhara (msg) 19:10, 5 nov 2019 (CET)

La Treccani usa "Cyber" (anche per termini simili [1]), il MIUR idem, la polizia pure, la Legge n.71/2017 pure ("Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo"), l'UNICEF anche. Direi che con buona pace della Crusca il termine più adatto a noi è con la "y".--Yoggysot (msg) 19:37, 5 nov 2019 (CET)

Wikipedia ha una funzione paideutica, no? Se ce l'ha, è suo compito fornire contenuti il più possibile veri, dato il suo importante compito. Se quindi l'ente che si occupa di normare e indirizzare la lingua italiana consiglia qualcosa, è quella a cui bisogna attenersi. Polizia, MIUR e via dicendo sono senza dubbio istituzioni importanti, ma la voce in capitolo ce l'ha la Crusca; non io, non un altro utente, non il MIUR: la Crusca. Se non ne riconoscete l'autorità, a chi mai dovrebbe spettare il compito che essa svolge? E ripeto: se un errore lo fanno in tanti, l'errore resta un errore (anzi, è ancor peggio se a farlo è il MIUR, il quale vuol dire che al ministero non si sono neanche soffermati a riflettere sul valore profondo delle parole).

Aggiungo (e chi ha studiato greco potrà confermare): il termine cyber che vi piace tanto è traslitterazione della prima parte della parola greca κυβερνήτης, significante comandante di una nave (termine poi rimasto in italiano popolare, tramite metafora, in parole come governo, governare e governante). Ora, l'italiano ha regole molto precise e consolidate per quanto riguarda la traslitterazione del greco: la κ diventa c, la υ diventa i, la β diventa b, la ε diventa e ed infine la ρ diventa r. Come è possibile evincere, la traslitterazione italiana di κυβερ è ciber, non cyber (a meno che mi sia sbagliato e non mi sia accorto di essere involontariamente capitato nella versione anglofona di Wikipedia).--Plumbago Capensis (msg) 22:03, 5 nov 2019 (CET)

Te lo ripeto di nuovo, vediamo se sta volta capisci. La crusca dice che entrambi sono corretti, quindi continuare a parlare di ERRORI solo per ottenere la ragione è un colpo basso e nessuno ci casca. Quindi smettila--UltimoGrimm (msg) 22:10, 5 nov 2019 (CET)
La Crusca, pur attestando che cyber resta molto usato, consiglia ciber invece di cyber, ossia lo preferisce e raccomanda. D'altronde, io continuo a fornire argomenti e a rispondere ai vostri, ma voi non rispondete ai miei. Se non lo fate sono indotto a credere che essi siano solidi che e che voi facciate finta di non vedere l'evidenza.--Plumbago Capensis (msg) 23:15, 5 nov 2019 (CET)
Perché continui a tirare fuori lo stesso argomento la Crusca dice. Per quanto riguarda la tua traduzione dal greco, non sò se sia giusta o sbagliata, ma anche se lo fosse, servirebbe una fonte che lo testimoni e comunque non sarebbe un motivo valido per andare contro scelta del titolo--UltimoGrimm (msg) 23:25, 5 nov 2019 (CET)
(Lasciamo stare lo spostamento unilateralmente convenuto)Sì, uso come argomento principale quello della Crusca perchè per metterla in discussione vuol dire aver fegato e porsi sul suo stesso piano, il che mi sembra molto pretenzioso. Ma io vorrei sapere perchè dovrebbe essere cyberbullismo invece che ciberbullismo, a questo punto. Quanto alle fonti di traslitterazione, la lingua stessa che parliamo è la fonte che ci serve: pensa a tutte le parole di origine greca come cinofilo, ciclo, ritmo, ipossia (e qualsiasi altra parola iniziante con ipo): la prima i in tutte queste parole appena citate è in greco proprio una υ, che l'inglese, il francese e lo spagnolo nella traslitterazione rendono come y. Se in italiano non dovessimo più seguire il nostro sistema di traslitterazione, allora per coerenza dovremmo, innanzitutto, scrivere kyberbullismo. Ma non solo: dovremmo scrivere Philadelphia (Filadelfia, la città), kynophilo (cinofilo), kyklo (ciclo), hypoxyia (ipossia), e non si capirebbe più niente.--Plumbago Capensis (msg) 23:49, 5 nov 2019 (CET)
Tra l'altro, sono andato a riririleggere la fonte della Crusca da me fornita. Mi dispiace, ma proprio da nessuna parte ho trovato detto che le due forme sono uguali: in tutto il testo tranne che nella conclusione si misurano le diverse occorrenze delle due forme, se ne fa un breve resoconto etimologico e di significato, si rileva che cyber è più usato. Nell'ultimo paragrafo (quello intitolato "Conclusioni"), infine, non solo si afferma che le due forme non sono uguali, ma si consiglia ciber al posto di cyber, soprattutto nei composti in cui l'altro "pezzo" è una parola a tutti gli effetti italiana, il che equivale a dire: laddove devi scegliere tra ciber e cyber scegli ciber, ossia, nel nostro caso, si scrive ciberbullismo e non cyberbullismo. Ricordo tra l'altro che l'articolo della Crusca è proprio una consulenza linguistica che risponde alla domanda: meglio cyber o ciber?, ed è quindi molto esplicito, non è cioè estratto da un testo molto più vasto in assenza del quale non potremmo conoscere "il seguito" dell'argomentazione proposta.
Se ho sbagliato qualcosa in questo ragionamento, per favore, me lo si indichi!--Plumbago Capensis (msg) 00:30, 6 nov 2019 (CET)
Ho trovato una "specie di fonte" (specie perchè è Wiki stessa) riguardo alla y/i: si legga il primo paragrafo. https://it.wikipedia.org/wiki/Y --Plumbago Capensis (msg) 00:55, 6 nov 2019 (CET)
Le lingue sono capricciose, i parlanti sono capricciosi. I fenomeni linguistici sono spesso bizzarri, particolarmente quando si tratta di forestierismi, in particolare per le incertezze relative a ortografia e pronuncia, e al rapporto tra le due. Il parere della Crusca può anche essere menzionato (in nota, non in incipit!), ma non rileva più di tanto per noi. Per noi rileva l'uso. La nozione di 'sbagliato' che viene portata avanti è ingenua, ad esser generosi. La Crusca scrive: "sarebbe preferibile il suo adattamento italiano almeno nei casi in cui l’elemento pieno del composto è parola italiana". Questa affermazione ci potrebbe interessare se stessimo vergando una convenzione, ma ai fini del ns0 le raccomandazioni di una autrice valgono mille volte meno dell'uso. Nell'articolo manca imho il punto centrale. Secondo me scriviamo con la y quando pronunciamo /saiber/ e con la i quando pronunciamo /t͡ʃiber/ (ossia con la c "dolce"). Scriviamo cibernetica perché pronunciamo in un certo modo, e ciò perché la parola è da tempo a suo agio nel nostro sistema. Sia come sia, le lingue non vivono nelle menti dei puristi, ma nelle bocche dei parlanti. Gli unici errori da cassare sono i modismi forse passeggeri che tolgono risorse logiche alla lingua (come il nefasto Piuttosto che), mentre il rapporto con le altre lingue (sì, anche l'inglese) è sempre stato storicamente motivo di arricchimento. E di imbarazzo... pequod Ƿƿ 04:08, 6 nov 2019 (CET)
Quello che scrivi è errato: le lingue SONO normate e sono costantemente indirizzate: altrimenti spiega come sia possibile che nelle nostre lingue sorelle neolatine gli anglicismi vengano sostituiti con termini equivalenti ma endogeni? Se in italiano questo non avviene la colpa è di quelli come te che soffrono di uno stato di sudditanza psicologica rispetto all'inglese e alla sua presunta superiorità, e che pertanto ricorrono, in un atto di estremo provincialismo, all'uso di termini stranieri per sentirsi più cool (diresti tu) o alla moda (direi io). E scrivere che l'italiano, al confronto dell'inglese, t'imbarazza, beh, questo è il più grande fallimento per la nostra identità culturale. Non capisci che così facendo ti sminuisci da solo? E bada, non sto affermando che la nostra lingua sia superiore all'inglese o a qualunque altro idioma, ma che tutti sono sullo stesso livello, perchè tutti offrono una prospettiva sul nostro mondo del tutto unica, e ci ricordano che esso è pieno di sfumature. Per questo l'ultima frase che hai scritto, auspicando un livellamento linguistico e quindi culturale sfociante nella conformità più becera, è semplicemente agghiacciante. Noi, in quanto italofoni, abbiamo il compito di preservare la nostra lingua. Se poi tu vuoi cimentarti nello studio di un'altra, cosa che spero che tu faccia perchè amplia le vedute, fallo pure. Ma non per questo devi svilire l'italiano cercando di uniformizzarlo. Spero di averti fatto riflettere.[@ Pequod76]--Plumbago Capensis (msg) 21:29, 6 nov 2019 (CET)
Questo è un attacco personale e adessoti prendi un giallo --UltimoGrimm (msg) 21:44, 6 nov 2019 (CET)
Con questa affermazione hai perso tutta la credibilità che avevi. Sfruttare la propria posizione di potere per interessi personali, perchè hai capito di aver sbagliato e avevi paura di perdere la faccia te l'ha fatta perdere veramente, la faccia.[@ UltimoGrimm]--Plumbago Capensis (msg) 21:50, 6 nov 2019 (CET)
Perdere la faccia? Nel momento che nessuno ti dà ragione sei passato agli attacchi personali, sei stato tu non io. Sei tu che hai perso la faccia. Non dare la colpa a altri dei tuoi sbagli.--UltimoGrimm (msg) 22:05, 6 nov 2019 (CET)

Detto questo, presentare la voce nell'incipit come cyberbullismo e poi dire che bisognerebbe chiamarlo ciberbullismo è contraddittorio. Ringrazio almeno per il fatto che qualcuno almeno abbia capito che in effetti è ciberbullismo la forma corretta (perchè è questo quello che c'è scritto nella prima riga)--Plumbago Capensis (msg) 22:54, 6 nov 2019 (CET)

[@ Plumbago Capensis] Tranquillizzati, i tuoi timori sono infondati. Semplicemente, non hai capito nulla di quello che ho scritto e ti sei lanciato in interpretazioni che vanno ben al di là di quanto consentito dal dettato del mio post.
Le lingue sono normate. Ah sì? C'è un ministero della lingua? Sono i decreti e le leggi a dire come dobbiamo parlare? Fai confusione tra regole e regolarità, sei fermo ad un concetto della norma linguistica che è superato da decenni.
Le nostre lingue sorelle: mi fai un esempio di UNA lingua neolatina che non faccia uso di anglicismi?
Sudditanza: la vera sudditanza l'ha chi sente di trovarsi in un fortino (l'italiano) assaltato dai forestierismi. I prestiti, a vario titolo, fanno parte della normale evoluzione della lingua. Molta terminologia viene mantenuta in inglese anche tra accademici italiani perché capita spesso che le avanguardie scientifiche siano anglosassoni. Mettici anche il ruolo imperiale degli USA, il ruolo storico del Regno Unito ecc. I fattori sono più spesso storici: non bisogna supporre alcuna superiorità culturale (tanto meno psicologica) da parte di non importa quale cultura e mi ritengo assolutamente estraneo a questo orientamento.
Imbarazzo: ho semplicemente scritto che il rapporto con le altre lingue mette sempre in imbarazzo un dato sistema linguistico. Questo vale ovviamente anche per l'inglese in rapporto, ad esempio, ad altri sistemi fonologici (hai mai sentito un anglofono pronunciare 'Roberto Benigni'?). E questo vale anche nel caso della formazione neoclassica ciber-/cyber- in italiano. Ci mette in imbarazzo perché di fronte a formazioni straniere non sappiamo sempre come regolarci (e questa discussione lo dimostra): eccoti un altro esempio. Solo gli invasati e i puristi si affannano a trovare la forma "corretta". Esiste poi una proporzione inversa tra la profondità delle proprie conoscenze linguistiche e la propensione a ricorrere ai pareri della Crusca o di altri organismi come a manifestazioni divine.
Comunque, datti una regolata relativamente al modo in cui ti rapporti con gli altri utenti. Leggi wp:ATTACCHI ed evita in futuro di lanciarti in spericolate interpretazioni del modo di pensare altrui. pequod Ƿƿ 17:23, 7 nov 2019 (CET)

Con buona pace della Crusca, su Wikipedia come titolo vale la dizione più usata, Ciberbullismo è una WP:RO, Cyberbullismo è usato praticamente ovunque. Wikipedia non deve decidere quale sia la forma più corretta, dato che la Crusca non è rivelazione divina, ci linitiamo ad attestare quali sono le forme più usate, IHMO.--Ferdi2005[Posta] 23:40, 9 nov 2019 (CET)