Disconnect (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Disconnect
Disconnect2012.png
(Jonah Bobo) in una scena del film
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2012
Durata115 min
Rapporto1,85:1
Generedrammatico, thriller
RegiaHenry Alex Rubin
SceneggiaturaAndrew Stern
ProduttoreWilliam Horberg, Mickey Liddell, Jennifer Monroe
Produttore esecutivoScott Ferguson, Bradford Simpson
Casa di produzioneLD Entertainment, Wonderful Films
Distribuzione in italianoFilmauro
FotografiaKen Seng
MontaggioLee Percy
MusicheMax Richter
ScenografiaDina Goldman
CostumiCatherine George
TruccoNatalie Young
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Disconnect è un film del 2012 diretto da Henry Alex Rubin.

Il film è stato presentato fuori concorso durante la 69ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia e tratta di diverse storie di persone che si intrecciano, legate dal filo conduttore di internet.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La giornalista ambiziosa e emergente, Nina Dunham, intervista uno spogliarellista per videochat minorenne di nome Kyle. Kyle è un fuggiasco e lavora per un uomo di nome Harvey in una "casa" con altri spogliarellisti. Tuttavia, dopo che l'intervista ha raggiunto un certo rilievo, l'FBI chiede che lei riveli l'indirizzo della casa in modo che possano chiudere l'operazione. Da quando Nina ha pagato Kyle per stabilire un contatto iniziale, potrebbe aver infranto la legge per cui la polizia e il suo datore di lavoro le hanno fatto pressione per cooperare. Nina vuole salvarlo e Kyle le dà con riluttanza l'indirizzo, ma Harvey viene avvisato e l'intero gruppo di spogliarellisti fugge. Nina li segue in un motel dove alloggiano e chiede a Kyle di andarsene con lei. All'inizio Kyle è disposto a farlo ma rifiuta quando Nina è riluttante a garantirgli un rifugio sicuro nella sua casa. Harvey li osserva discutere, poi schiaffeggia Nina che si allontana in lacrime.

Due ragazzi, Jason e il suo amico Frye, impersonano una ragazza di nome "Jessica Rhony" su Facebook Messenger e convincono l'adolescente Ben, figlio di Rich, un avvocato della stazione televisiva in cui Nina lavora, a inviare una sua foto di nudo. I ragazzi la distribuiscono ai compagni di classe e l'immagine circola a quasi tutti nella classe. Ben è così imbarazzato da questo cyberbullismo che tenta il suicidio impiccandosi e finisce in coma. Rich cerca ostinatamente i social media di Ben, cercando risposte e inizia a chattare con "Jessica". Jason fa visita a Ben in ospedale, dove incontra Rich, che si fa falsamente chiamare Mike. Il padre di Jason scopre cosa hanno fatto Jason e Frye ed è furioso ma protegge suo figlio cancellando le prove sull'iPad di Frye. Più tardi, Rich scopre l'identità di "Jessica" e con rabbia va a casa di Mike, il che si traduce in un alterco fisico. Jason tenta di intervenire e Rich lo colpisce con una mazza da hockey. La lotta termina quando Mike colpisce Rich, che cade a terra.

Una giovane coppia di sposi, Derek e Cindy, sono ancora devastati a causa di una tragedia avvenuta due anni prima: la morte del loro unico figlio di SIDS. Cindy non può smettere di piangere e Derek non può parlare della loro perdita o gestire i suoi sentimenti. Un giorno, la coppia scopre che le loro identità sono state rubate online. Assumono il detective privato Mike, il padre di Jason, per trovare il ladro; dopo aver scoperto che Cindy ha chattato regolarmente su un sito Web di un gruppo di supporto, Mike determina chi è il ladro di identità. Cindy e Derek inseguono il sospettato, Stephen Schumacher, seguendolo e persino irrompendo nella sua casa per prove. Poco prima che Derek abbia intenzione di affrontarlo alla porta di casa, Mike chiama per dirgli che Schumacher non è il loro uomo e che anche Schumacher è stato vittima del ladro. Schumacher, che ha notato Cindy e Derek che lo perseguitano, li affronta nella loro auto con un fucile; tuttavia, Derek, un ex marine, lo disarma e lo costringe a tornare a casa sua.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film iniziarono il 7 novembre 2011[1] e si svolsero nello stato di New York tra le città di New York, Long Island e Yonkers[2].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film viene presentato l'11 settembre 2012 al Toronto International Film Festival[3] ed alla 69ª edizione della Mostra internazionale d'arte cinematografica.

La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 12 aprile 2013 ed in quelle italiane dal 9 gennaio 2014.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Disconnect - Filming dates, imdb.com. URL consultato il 25 maggio 2014.
  2. ^ (EN) Disconnect - Filming locations, imdb.com. URL consultato il 25 maggio 2014.
  3. ^ a b (EN) Disconnect - Release info, imdb.com. URL consultato il 25 maggio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema