Diplomatic Security Service

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Diplomatic Security Service
Seal of the United States Diplomatic Security Service.svg
Stemma Diplomatic Security Service
DSS special agents escort UN Ambassador Kelly Craft out of the UN building, Sept. 20, 2019 (48770634386).jpg
Agenti speciali del DSS scortano la rappresentante permanente alle Nazioni Unite Kelly Knight Craft nel 2019.
SiglaDSS
StatoStati Uniti Stati Uniti
OrganizzazioneDipartimento di Stato degli Stati Uniti d'America
Tipoagenzia governativa federale per i servizi di sicurezza diplomatici
Istituito1985
PredecessoreOffice of Security
Operativo dal1985
Riforme
  • 1916: Bureau of Secret Intelligence
  • 1945: Office of Security
  • 1985: Diplomatic Security Service
Sottosegretario di Stato per la sicurezza diplomaticaGentry Smith
Impiegati2 400
SedeWashington, D.C.
SloganProtecting Americans Around the World
Sito webwww.state.gov/m/ds/index.htm
Il Segretario di Stato Antony Blinken visita il Centro di comando del DSS.

Il Diplomatic Security Service (DSS o DS) è un'agenzia governativa di sicurezza diplomatica e sicurezza esterna che funge da divisione operativa dell'Ufficio per la sicurezza diplomatica, parte del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti d'America. La sua attività principale è la protezione delle risorse diplomatiche, del personale e delle informazioni, nonché combattere le frodi in materia di visti e passaporti. L'agenzia si occupa anche di antiterrorismo, controspionaggio, sicurezza informatica e indagini penali, sia a livello nazionale che all'estero.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nato dalle misure di sicurezza diplomatiche emanate durante la prima guerra mondiale, il DSS è stato formalmente istituito nel 1985 in risposta al grave attentato del 1983 all'ambasciata degli Stati Uniti e alla base dei Marines di Beirut.[1] È la principale agenzia delle forze dell'ordine degli Stati Uniti all'estero e la più diffusa al mondo, proteggendo 275 missioni diplomatiche statunitensi in oltre 170 paesi e 29 città degli Stati Uniti.[2] Gli agenti speciali del DSS sono gli unici fra le forze dell'ordine federali degli Stati Uniti ad essere anche membri del servizio di sicurezza estero.

Funzioni[modifica | modifica wikitesto]

L'attività maggiore dell'agenzia è garantire la sicurezza del Segretario di Stato americano, dell'ambasciatore degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite e ad altri diplomatici rilevanti, sia a livello nazionale che all'estero. Fra le sue funzioni di sicurezza diplomatica, il DSS protegge anche i dignitari stranieri, fornisce consulenza agli ambasciatori statunitensi in materia di sicurezza e gestisce programmi di sicurezza per eventi internazionali, spesso in collaborazione con controparti nazionali e straniere.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ heroes.net, http://www.heroes.net/history.html.
  2. ^ (EN) Bureau of Diplomatic Security, su United States Department of State. URL consultato l'11 dicembre 2020.
  3. ^ 2009-2017.state.gov, https://2009-2017.state.gov/m/ds. URL consultato il 17 maggio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN130469076 · LCCN (ENno91014843 · GND (DE7624034-4 · WorldCat Identities (ENlccn-no91014843