Dipartimento di Cordillera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dipartimento di Cordillera
dipartimento
Departamento de la Cordillera
Dipartimento di Cordillera – Stemma Dipartimento di Cordillera – Bandiera
Localizzazione
StatoParaguay Paraguay
Amministrazione
CapoluogoCaacupé
GovernatorePedro Milciades Duré Arguello
Territorio
Coordinate
del capoluogo
25°23′S 57°09′W / 25.383333°S 57.15°W-25.383333; -57.15 (Dipartimento di Cordillera)Coordinate: 25°23′S 57°09′W / 25.383333°S 57.15°W-25.383333; -57.15 (Dipartimento di Cordillera)
Superficie4 948 km²
Abitanti233 854[1] (cens. 2002)
Densità47,26 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC-4
ISO 3166-2PY-3
Cartografia
Dipartimento di Cordillera – Localizzazione
Sito istituzionale

Il dipartimento di Cordillera è il terzo dipartimento del Paraguay.[2] Il capoluogo è la città di Caacupé.

Basilica di Caacupé

Divisione politica[modifica | modifica wikitesto]

Il dipartimento è diviso in 20 distretti:

Distretto km²[3] Abitanti (2002)[1]
Altos 130 11.496
Arroyos y Esteros 537 19.001
Atyrá 145 13.310
Caacupé 145 42.127
Caraguatay 524 11.568
Emboscada 193 12.225
Eusebio Ayala 274 17.968
Isla Pucú 99 6.643
Itacurubí de la Cordillera 134 9.859
Juan de Mena 968 5.486
Loma Grande 85 2.858
Mbocayaty del Yhaguy 264 4.051
Nueva Colombia 77 3.565
Piribebuy 209 19.594
Primero de Marzo 82 6.019
San Bernardino 113 9.491
San José Obrero 197 4.014
Santa Elena 112 5.703
Tobatí 285 23.295
Valenzuela 173 5.581

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Cascate di Piraretá

Il dipartimento di Cordillera è situato nella parte centrale del paese. Fisicamente il dipartimento è diviso in due zone ben distinte: una pianeggiante a nord-est ed una di orografia più complessa a sud, attraversata dal massiccio montuoso della Cordillera de los Altos, la cui altezza raggiunge i 200 m. Il territorio è attraversato da numerosi affluenti del fiume Paraguay; tra questi i principali sono il Yhaguy, il Piribebuy e il Manduvirá. Nella parte occidentale del dipartimento si trova il lago Ypacaraí, condiviso con il vicino dipartimento Central. Nella zona settentrionale sono numerose le paludi e le zone umide.[4]

Confini[modifica | modifica wikitesto]

Il dipartimento confina a sud con il dipartimento di Paraguarí, ad ovest con il dipartimento Central, a nord con il dipartimento di San Pedro e ad est con il Caaguazú.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio dell'attuale dipartimento cominciò ad essere popolato già nel XVI secolo, poco dopo la fondazione di Asunción; le missioni francescane lasciarono in seguito la loro impronta su gran parte delle città della regione. La Guerra della triplice alleanza vide svolgersi proprio in questo territorio alcune delle sue ultime tragiche battaglie, mentre sul finire del XIX secolo l'arrivo di coloni tedeschi portò la fondazione di nuovi insediamenti, come la città di San Bernardino, sulle sponde del lago Ypacaraí.[4]

Il dipartimento[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1906 la legge di divisione territoriale della Repubblica creò il dipartimento di Caraguatay, con l'omonima città di Caraguatay come capoluogo. Il decreto n. 9484 del 1945 creò il dipartimento di Cordillera negli attuali confini,[4] che non furono modificati dalla Legge n. 426 del dicembre 1973.[1]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Zona fondamentalmente rurale, il dipartimento ha come attività economiche principali l'agricoltura e l'allevamento. Le principali coltivazioni riguardano la produzione di riso, banane, ananas e agrumi; la floricoltura è particolarmente sviluppata nella zona di Caacupé. Nella parte settentrionale del territorio dipartimentale si è sviluppato l'allevamento, soprattutto bovino. L'industria è presente con piccoli stabilimenti di trasformazione agroalimentare, oltre che con l'estrazione di petitgrain; l'industria dei materiali da costruzione è particolarmente sviluppata a Tobatí. Quasi ogni centro può vantare una tradizione artigianale nei settori dell'oreficeria, del cuoio, del legno, della pietra e dell'abbigliamento.[2]

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di Altos

Il dipartimento di Cordillera possiede un discreto potenziale di sviluppo turistico: oltre ai già affermati poli d'attrazione di San Bernardino, di Caacupé e di Piribebuy esistono diversi luoghi di notevole interesse storico, culturale o religioso, come Altos, Emboscada e Tobatí.[2]

Vie di comunicazione[modifica | modifica wikitesto]

La principale via di comunicazione è la Ruta II “Mariscal Estigarribia”, che attraversa il territorio dipartimentale da nord a sud; in essa confluiscono numerose diramazioni, in genere con fondo in pietra, che consentono una discreta comunicazione con la capitale da quasi ogni distretto.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (ES) Dati del censimento 2002 forniti dal DGEEC - La Dirección General de Estadística, Encuestas y Censos (PDF), su dgeec.gov.py. URL consultato il 20 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale il 22 novembre 2009).
  2. ^ a b c d (ES) Archivio Abc Digital, su archivo.abc.com.py. URL consultato il 5 febbraio 2010.
  3. ^ (ES) Dirección General de Estadística, Encuestas y Censos – Territorio y Población (PDF), su dgeec.gov.py. URL consultato il 13 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 13 novembre 2009).
  4. ^ a b c (ES) Ministerio de Educación y Cultura del Paraguay, su mec.gov.py. URL consultato il 5 febbraio 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND: (DE6074731-6