Dipartimento di Amambay

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dipartimento di Amambay
dipartimento
Departamento de Amambay
Dipartimento di Amambay – Stemma Dipartimento di Amambay – Bandiera
Dati amministrativi
Stato Paraguay Paraguay
Capoluogo Pedro Juan Caballero
Governatore Juan Bartolomé Ramírez[1]
Territorio
Coordinate
del capoluogo
22°31′48″S 55°45′00″W / 22.53°S 55.75°W-22.53; -55.75 (Dipartimento di Amambay)Coordinate: 22°31′48″S 55°45′00″W / 22.53°S 55.75°W-22.53; -55.75 (Dipartimento di Amambay)
Superficie 12 933 km²
Abitanti 123 861[2] (2007)
Densità 9,58 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC-4
ISO 3166-2 PY-13
Localizzazione

Dipartimento di Amambay – Localizzazione

Sito istituzionale

Il Dipartimento di Amambay è il tredicesimo[3] dipartimento del Paraguay situato nella parte orientale del paese. Il capoluogo è la città di Pedro Juan Caballero.

Divisione politica[modifica | modifica sorgente]

Il dipartimento è diviso in 3 distretti:


Distretto km²[4] Abitanti (2002)[2]
Bella Vista 3.787 9.611
Capitán Bado 3.613 17.117
Pedro Juan Caballero 5.259 88.189

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Il dipartimento è diviso dal Brasile tramite la cordillera di Amambay i cui prolungamenti danno luogo ad uno dei paesaggi collinari più belli del Paraguay; vi nascono inoltre molti fiumi che attraversano l'intero territorio nazionale. Il punto più alto è rappresentato dal Cerro Punta Porá (700 m s.l.m.).

Le temperature medie sono lievemente inferiori a quelle del resto del paese; nell'area vi sono abbondanti precipitazioni, il mese più secco è agosto.[5]

Confini[modifica | modifica sorgente]

Il dipartimento confina a nord e a est con il Brasile, a sud con il dipartimento di Canindeyú e a ovest con i dipartimenti di San Pedro e Concepción.

Fiume Apa

Delimita il confine col Brasile il fiume Apa i cui affluenti attraversano il dipartimento.[6]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Lo sviluppo del territorio dipartimentale cominciò dopo la fine della guerra della Triplice Alleanza, che vide svolgersi proprio qui i suoi ultimi fatti d'arme: nel fiume Aquidabán Nigui morì il presidente paraguaiano Francisco Solano López.

Al termine della guerra si cominciò a privatizzare le terre per lo sfruttamento delle risorse forestali e la coltivazione del mate. La popolazione del territorio ebbe inizio dalla fondazione nel 1893 di Pedro Juan Caballero e da quella di Bella Vista nel 1902.[6]

Tomba di Francisco Solano López.

Il Dipartimento[modifica | modifica sorgente]

Il dipartimento fu creato nel 1945; in precedenza il territorio dipartimentale era integrato in altri dipartimenti, in special luogo quello di Concepción. Nel 1973 ne furono modificati i confini.[2]

Economia[modifica | modifica sorgente]

Il terreno del dipartimento è caratterizzato dal colore rosso, è infatti ricco di ossido di ferro; ciò ha favorito l'agricoltura. In anni recenti molti terreni sono stati disboscati per fare spazio per l'allevamento di bovini. In passato la silvicoltura e la produzione di legname erano una risorsa importante ma anni di sfruttamento e di contrabbando hanno distrutto questa risorsa e creato danni anche a livello idrogeologico.

Vi si coltivano grano, mais, soia, riso, girasoli, tapioca, ortaggi e frutta. Caratteristica dell'allevamento sono i bovini della razza Nelore, ottenuta con incroci con bovini europei, una razza molto precoce e con alta produttività di carne.

L'industria è concentrata nel settore alimentare, fa eccezione una manifattura di ceramiche che si trova nella località di Itapopó.[6]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (ES) Sito ufficiale del Dipartimento di Amambay. URL consultato il 31 dicembre 2010.
  2. ^ a b c (ES) Dati del censimento 2007 forniti dal DGEEC - La Dirección General de Estadística, Encuestas y Censos (PDF). URL consultato il 3 gennaio 2012.
  3. ^ (ES) Ministerio de Educación y Cultura del Paraguay. URL consultato il 31 dicembre 2010.
  4. ^ (ES) ADEPO - Asociación Paraguaya de Estudios de Población - Territorio y Población (zip). URL consultato il 21 dicembre 2010.
  5. ^ (ES) Archivio Abc Digital. URL consultato il 31 dicembre 2010.
  6. ^ a b c (ES) Ministerio de Educación y Cultura del Paraguay. URL consultato il 31 dicembre 2010.