Diodoto (filosofo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Diodoto (in greco: Διόδοτος) (... – 59 a.C. fl. I secolo a.C.) è stato un filosofo stoico greco antico e amico di Cicerone.

Visse per grande parte della sua vita a Roma, presso la casa di Cicerone, che addottrinò nella filosofia stoica e, soprattutto, nella logica[1]. Nonostante Cicerone non abbia mai accettato completamente lo stoicismo, parlò sempre di Diodoto con affetto, stimandolo pari ad altri filosofi della sua epoca, come Filone di Larissa e Posidonio.[2]

Diodoto morì nel 59 a.C. in casa di Cicerone e lasciò al suo amico tutto il suo patrimonio.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cicerone, Brutus, 90
  2. ^ Cicerone, De natura deorum, I, 3
  3. ^ Cicerone, Epistulae ad Atticum, II, 20