Diocesi di Setúbal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Diocesi di Setúbal
Dioecesis Setubalensis
Chiesa latina
Santa Maria da Graca Church.JPG
Suffraganea del patriarcato di Lisbona
Stemma della diocesi
Vescovo José Ornelas Carvalho, S.C.I.
Vescovi emeriti Gilberto Délio Gonçalves Canavarro dos Reis
Sacerdoti 83 di cui 63 secolari e 20 regolari
6.470 battezzati per sacerdote
Religiosi 25 uomini, 100 donne
Diaconi 12 permanenti
Abitanti 779.379
Battezzati 537.073 (68,9% del totale)
Superficie 1.500 km² in Portogallo
Parrocchie 57 (7 vicariati)
Erezione 16 luglio 1975
Rito romano
Cattedrale Santa Maria delle Grazie
Santi patroni Santa Maria delle Grazie
Indirizzo Apartado 205, Rua António Maria Eusebio 110, 2901-889 Setúbal CODEX, Portugal
Sito web www.diocese-setubal.pt
Dati dall'Annuario pontificio 2015 (ch · gc?)
Chiesa cattolica in Portogallo

La diocesi di Setúbal (in latino: Dioecesis Setubalensis) è una sede della Chiesa cattolica in Portogallo suffraganea del patriarcato di Lisbona. Nel 2014 contava 537.073 battezzati su 779.379 abitanti. È retta dal vescovo José Ornelas Carvalho, S.C.I.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprende 9 dei 13 comuni del distretto di Setúbal: Setúbal, Alcochete, Almada, Barreiro, Moita, Montijo, Palmela, Seixal, Sesimbra, nonché alcune frazioni dei comuni di Alcácer do Sal e di Grândola.

Sede vescovile è la città di Setúbal, dove si trova la cattedrale di Santa Maria delle Grazie.

Il territorio si estende su 1.500 km² ed è suddiviso in 57 parrocchie, raggruppate in 7 vicariati: Almada, Barreiro-Moita, Caparica, Montijo, Palmela-Sesimbra, Seixal e Setúbal.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi è stata eretta il 16 luglio 1975 con la bolla Studentes Nos di papa Paolo VI, ricavandone il territorio dal patriarcato di Lisbona e in misura minore dall'arcidiocesi di Évora e dalla diocesi di Beja.

Il 18 marzo 1980, con la lettera apostolica Cum Beatam Mariam, papa Giovanni Paolo II ha confermato la Beata Maria Vergine, venerata con il titolo di Santa Maria de Graça, patrona principale della diocesi.[1]

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Manuel da Silva Martins † (16 luglio 1975 - 23 aprile 1998 dimesso)
  • Gilberto Délio Gonçalves Canavarro dos Reis (23 aprile 1998 - 24 agosto 2015 ritirato)
  • José Ornelas Carvalho, S.C.I., dal 24 agosto 2015

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi al termine dell'anno 2014 su una popolazione di 779.379 persone contava 537.073 battezzati, corrispondenti al 68,9% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1980 464.000 546.000 85,0 62 33 29 7.483 38 140 46
1990 525.000 628.000 83,6 64 35 29 8.203 4 34 125 48
1999 550.000 650.000 84,6 75 44 31 7.333 4 38 109 49
2000 550.000 650.000 84,6 74 43 31 7.432 4 38 100 49
2001 550.000 650.000 84,6 76 45 31 7.236 4 38 100 49
2002 550.000 650.000 84,6 78 47 31 7.051 4 38 100 49
2003 550.000 650.000 84,6 83 52 31 6.626 2 38 100 51
2004 550.000 650.000 84,6 82 51 31 6.707 2 38 100 51
2010 509.858 718.900 70,9 82 58 24 6.217 10 29 80 57
2014 537.073 779.379 68,9 83 63 20 6.470 12 25 100 57

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (LA) Lettera apostolica Cum Beatam Mariam, AAS 72 (1980), p. 265.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]