Diocesi di Nazaré

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Diocesi di Nazaré
Dioecesis Nazarensis in Brasilia
Chiesa latina
Suffraganea dell' arcidiocesi di Olinda e Recife
Regione ecclesiastica Nordeste 2
Vescovo Francisco de Assis Dantas de Lucena
Vescovi emeriti Jorge Tobias de Freitas,
Severino Batista de França, O.F.M.Cap.
Sacerdoti 53 di cui 47 secolari e 6 regolari
16.622 battezzati per sacerdote
Religiosi 12 uomini, 63 donne
Diaconi 10 permanenti
Abitanti 1.037.000
Battezzati 881.000 (85,0% del totale)
Superficie 5.956 km² in Brasile
Parrocchie 39 (4 vicariati)
Erezione 2 agosto 1918
Rito romano
Cattedrale Immacolata Concezione
Indirizzo Praça Herculano Bandeira 35, C.P. 02, 55800-000 Nazaré de Mata, PE, Brazil
Sito web www.diocesedenazare.com
Dati dall'Annuario pontificio 2017 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Brasile

La diocesi di Nazaré (in latino: Dioecesis Nazarensis in Brasilia) è una sede della Chiesa cattolica in Brasile suffraganea dell'arcidiocesi di Olinda e Recife appartenente alla regione ecclesiastica Nordeste 2. Nel 2016 contava 881.000 battezzati su 1.037.000 abitanti. È retta dal vescovo Francisco de Assis Dantas de Lucena.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprende 35 comuni nella parte orientale dello stato brasiliano di Pernambuco: Aliança, Bom Jardim, Buenos Aires, Camutanga, Carpina, Casinhas, Chã de Alegria, Condado, Cumaru, Feira Nova, Ferreiros, Frei Miguelinho, Glória do Goitá, Goiana, Itambé, Itaquitinga, João Alfredo, Lagoa do Itaenga, Lagoa do Carro, Limoeiro, Macaparana, Machados, Nazaré da Mata, Orobó, Passira, Paudalho, Salgadinho, Santa Maria do Cambucá, São Vicente Ferrer, Surubim, Timbaúba, Tracunhaém, Vertente do Lério, Vertentes e Vicência.[1]

Sede vescovile è la città di Nazaré da Mata, dove si trova la cattedrale dell'Immacolata Concezione (Nossa Senhora da Conceição).

Il territorio si estende su 5.956 km² ed è suddiviso in 39 parrocchie, raggruppate in 4 regioni pastorali: Timbaúba, Carpina, Surubim, Limoeiro.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi è stata eretta il 2 agosto 1918 con la bolla Archidioecesis Olindensis-Recifensis di papa Benedetto XV, ricavandone il territorio dall'arcidiocesi di Olinda e Recife.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Riccardo Ramos de Castro Vilela † (3 luglio 1919 - 16 agosto 1946 dimesso[2])
  • Carlos Gouvêa Coelho † (10 gennaio 1948 - 14 dicembre 1954 nominato vescovo di Niterói)
  • João de Souza Lima † (6 febbraio 1955 - 16 gennaio 1958 nominato arcivescovo di Manaus)
  • Manuel Pereira da Costa (20 giugno 1959 - 23 agosto 1962 nominato vescovo di Campina Grande)
  • Manuel Lisboa de Oliveira † (25 febbraio 1963 - 7 novembre 1986 dimesso)
  • Jorge Tobias de Freitas (7 novembre 1986 - 26 luglio 2006 ritirato)
  • Severino Batista de França, O.F.M.Cap. (7 marzo 2007 - 25 novembre 2015 dimesso)
  • Francisco de Assis Dantas de Lucena, dal 13 luglio 2016

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi nel 2016 su una popolazione di 1.037.000 persone contava 881.000 battezzati, corrispondenti all'85,0% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 475.875 ? ? 32 25 7 14.871 7 104 22
1966 679.948 710.000 95,8 52 24 28 13.075 36 168 21
1970 750.000 780.000 96,2 44 21 23 17.045 23 193 21
1976 736.000 768.708 95,7 33 21 12 22.303 21 159 21
1980 780.000 800.000 97,5 29 13 16 26.896 34 160 21
1990 865.000 883.000 98,0 34 26 8 25.441 11 73 24
1999 803.200 1.004.000 80,0 38 30 8 21.136 1 16 74 24
2000 800.000 1.000.000 80,0 37 33 4 21.621 1 25 79 26
2001 800.000 1.000.000 80,0 38 30 8 21.052 1 13 114 26
2002 768.621 904.261 85,0 43 33 10 17.874 1 18 104 27
2003 768.621 904.261 85,0 46 36 10 16.709 1 24 99 28
2004 768.261 904.261 85,0 46 38 8 16.701 1 10 88 29
2013 860.000 1.012.000 85,0 59 52 7 14.576 10 22 72 38
2016 881.000 1.037.000 85,0 53 47 6 16.622 10 12 63 39

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elenco Archiviato il 6 novembre 2018 in Internet Archive. dal sito web della diocesi.
  2. ^ Nominato vescovo titolare di Antipirgo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]