Diocesi di Jacarezinho

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Jacarezinho
Dioecesis Iacarezinhoënsis
Chiesa latina
Suffraganea dell' arcidiocesi di Londrina
Regione ecclesiastica Sul 2
Vescovo Antônio Braz Benevente
Vescovi emeriti Conrado Walter, S.A.C.,
Fernando José Penteado
Sacerdoti 76 di cui 71 secolari e 5 regolari
5.407 battezzati per sacerdote
Religiosi 8 uomini, 43 donne
Abitanti 479.000
Battezzati 411.000 (85,8% del totale)
Superficie 13.396 km² in Brasile
Parrocchie 43
Erezione 10 maggio 1926
Rito romano
Indirizzo C.P. 001, Av. Getúlio Vargas 262, 86400-000 Jacarezinho, PR, Brazil
Sito web www.diocesedejacarezinho.com.br
Dati dall'Annuario pontificio 2014 (ch? · gc?)
Chiesa cattolica in Brasile

La diocesi di Jacarezinho (in latino: Dioecesis Iacarezinhoënsis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Londrina appartenente alla regione ecclesiastica Sul 2. Nel 2013 contava 411.000 battezzati su 479.000 abitanti. È retta dal vescovo Antônio Braz Benevente.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprende i seguenti comuni dello stato brasiliano del Paraná: Jacarezinho, Abatiá, Andirá, Arapoti, Bandeirantes, Barra do Jacaré, Cambará, Carlópolis, Conselheiro Mairinck, Guapirama, Ibaiti, Itambaracá, Jaboti, Jaguariaíva, Japira, Joaquim Távora, Jundiaí do Sul, Pinhalão, Quatiguá, Ribeirão Claro, Ribeirão do Pinhal, Salto do Itararé, Santa Amélia, Santana do Itararé, Santo Antônio da Platina, São José da Boa Vista, Sengés, Siqueira Campos, Tomazina e Wenceslau Braz.

Sede vescovile è la città di Jacarezinho, dove si trova la cattedrale dell'Immacolata Concezione e di San Sebastiano.

Il territorio è suddiviso in 43 parrocchie, raggruppate in 5 decanati.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi è stata eretta il 10 maggio 1926 con la bolla Quum in dies numerus di papa Pio XI, ricavandone il territorio dalla diocesi di Curitiba, che contemporaneamente è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana. Originariamente la diocesi di Jacarezinho era suffraganea della stessa arcidiocesi di Curitiba.

Il 1º febbraio 1956 ha ceduto porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione delle diocesi di Londrina e di Maringá (oggi entrambe arcidiocesi).

Il 31 ottobre 1970 è entrata a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Londrina.

Il 26 maggio 1973 ha ceduto un'altra porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Cornélio Procópio.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Fernando Taddei, C.M. † (22 aprile 1927 - 9 gennaio 1940 deceduto)
  • Ernesto de Paula † (22 novembre 1941 - 30 giugno 1945 nominato vescovo di Piracicaba)
  • Geraldo de Proença Sigaud, S.V.D. † (29 ottobre 1946 - 20 dicembre 1960 nominato arcivescovo di Diamantina)
  • Pedro Filipak † (8 febbraio 1962 - 10 agosto 1991 deceduto)
  • Conrado Walter, S.A.C. (10 agosto 1991 succeduto - 5 luglio 2000 ritirato)
  • Fernando José Penteado (5 luglio 2000 - 23 giugno 2010 ritirato)
  • Antônio Braz Benevente, dal 23 giugno 2010

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi al termine dell'anno 2013 su una popolazione di 479.000 persone contava 411.000 battezzati, corrispondenti all'85,8% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1948 500.000 600.000 83,3 46 11 35 10.869 11 49 25
1966 700.000 900.000 77,8 72 30 42 9.722 46 152 39
1968 830.000 930.000 89,2 76 28 48 10.921 65 187 41
1976 400.000 461.775 86,6 48 22 26 8.333 26 155 29
1980 532.000 584.000 91,1 54 25 29 9.851 29 140 30
1990 395.000 432.000 91,4 66 47 19 5.984 19 136 35
1999 375.826 416.674 90,2 74 62 12 5.078 12 102 36
2000 366.485 418.849 87,5 78 66 12 4.698 12 82 37
2001 370.527 424.253 87,3 69 59 10 5.369 10 81 39
2002 375.400 430.000 87,3 69 59 10 5.440 10 81 40
2003 366.485 418.849 87,5 66 55 11 5.552 11 71 40
2004 371.504 426.577 87,1 82 71 11 4.530 11 72 40
2006 380.000 437.000 87,0 87 75 12 4.367 12 71 40
2013 411.000 479.000 85,8 76 71 5 5.407 8 43 43

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]