Diocesi di Crateús

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Crateús
Dioecesis Crateopolitana
Chiesa latina
Suffraganea dell' arcidiocesi di Fortaleza
Regione ecclesiastica Nordeste 1
Vescovo Ailton Menegussi
Sacerdoti 30 di cui 22 secolari e 8 regolari
12.100 battezzati per sacerdote
Religiosi 9 uomini, 31 donne
Diaconi 4 permanenti
Abitanti 397.000
Battezzati 363.000 (91,4% del totale)
Superficie 21.817 km² in Brasile
Parrocchie 13
Erezione 28 settembre 1963
Rito romano
Indirizzo C.P. 52, Rua Firmino Rosa 1064, 63700-970 Crateús, CE, Brazil
Dati dall'Annuario pontificio 2014 * *
Chiesa cattolica in Brasile

La diocesi di Crateús (in latino: Dioecesis Crateopolitana) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Fortaleza appartenente alla regione ecclesiastica Nordeste 1. Nel 2013 contava 363.000 battezzati su 397.000 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Ailton Menegussi.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprende la città di Crateús, dove si trova la cattedrale di Nostro Signore della Buona Morte.

Il territorio è suddiviso in 13 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi è stata eretta il 28 settembre 1963 con la bolla Pro apostolico di papa Paolo VI, ricavandone il territorio dalle diocesi di Iguatu e di Sobral.

Il lungo episcopato di Antônio Batista Fragoso, dal 1964 al 1998, è stato caratterizzato da una particolare attenzione ai temi sociali, fra i quali spicca quello della povertà, nel solco della teologia della liberazione.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi al termine dell'anno 2013 su una popolazione di 397.000 persone contava 363.000 battezzati, corrispondenti al 91,4% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1966 270.000 282.059 95,7 13 13 20.769 23 12
1970 225.500 229.748 98,2 18 17 1 12.527 1 18 12
1976 300.000 314.968 95,2 8 6 2 37.500 2 17 10
1980 347.000 386.000 89,9 13 8 5 26.692 5 12 10
1990 360.000 401.770 89,6 18 12 6 20.000 8 25 10
1999 340.000 361.000 94,2 18 16 2 18.888 2 26 10
2000 331.930 353.322 93,9 16 15 1 20.745 1 29 10
2001 333.987 367.017 91,0 17 16 1 19.646 1 35 10
2002 302.022 347.132 87,0 19 18 1 15.895 1 35 10
2003 296.795 370.993 80,0 19 19 15.620 33 10
2004 340.580 372.495 91,4 20 20 17.029 34 11
2006 336.317 367.017 91,6 21 21 16.015 33 11
2013 363.000 397.000 91,4 30 22 8 12.100 4 9 31 13

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]