Diocesi di Chișinău

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Diocesi di Chișinău
Dioecesis Chisinauensis
Chiesa latina
Cathedral of Divine Providence, Chişinău.jpg
Collocazione geografica
Collocazione geografica della diocesi
Vescovo Anton Coșa
Vicario generale Cesare Lodeserto
Presbiteri 28 di cui 17 secolari e 11 regolari
714 battezzati per presbitero
Religiosi 13 uomini, 28 donne
Diaconi 2 permanenti
Abitanti 3.547.500
Battezzati 20.000 (0,6% del totale)
Superficie 33.000 km² in Moldavia
Parrocchie 20
Erezione 28 ottobre 1993
Rito romano
Cattedrale Divina Provvidenza
Indirizzo Str. Mitropolit Dosoftei 85, Chișinău 2012, Moldova
Sito web www.catolicmold.md
Dati dall'Annuario pontificio 2020 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Moldavia

La diocesi di Chișinău (in latino: Dioecesis Chisinauensis) è una sede della Chiesa cattolica in Moldavia immediatamente soggetta alla Santa Sede. Nel 2019 contava 20.000 battezzati su 3.547.500 abitanti. È retta dal vescovo Anton Coșa.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprende tutta la Moldavia.

Sede vescovile è la città di Chișinău, dove si trova la cattedrale della Divina Provvidenza.

Il territorio è suddiviso in 20 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'unione della Bessarabia con la Romania al termine della prima guerra mondiale, papa Benedetto XV, con il decreto Quum nonnullae della Congregazione Concistoriale[1], sancì nel 1921 il distacco delle parrocchie di rito latino di Chişinău, Bălți, Tighina, Hotin e Crasna dalla diocesi di Tiraspol e la loro aggregazione alla diocesi di Iași.

Nel 1936 erano censite dieci parrocchie di rito latino per un totale di poco più di dodicimila fedeli.

Al termine della seconda guerra mondiale, con il passaggio della Bessarabia all'Unione Sovietica, le parrocchie latine furono date in amministrazione agli arcivescovi di Riga.

Ottenuta l'indipendenza dall'Unione Sovietica, la Santa Sede eresse il 28 ottobre 1993, con il decreto Quo aptius della Congregazione per i Vescovi, l'amministrazione apostolica della Moldavia.

Il 27 ottobre 2001 l'amministrazione apostolica è stata elevata a diocesi con la bolla Sollicitus de spirituali di papa Giovanni Paolo II.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Si omettono i periodi di sede vacante non superiori ai 2 anni o non storicamente accertati.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi nel 2019 su una popolazione di 3.547.500 persone contava 20.000 battezzati, corrispondenti allo 0,6% del totale.

anno popolazione presbiteri diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per presbitero uomini donne
1999 20.000 4.340.000 0,5 12 6 6 1.666 8 20 9
2001 20.000 4.378.000 0,5 15 8 7 1.333 1 17 26 11
2002 20.000 4.340.000 0,5 18 10 8 1.111 1 16 33 11
2003 20.000 4.247.700 0,5 20 12 8 1.000 2 18 35 11
2004 20.000 4.247.700 0,5 14 6 8 1.428 1 18 40 11
2006 20.000 3.800.000 0,5 24 11 13 833 1 22 43 13
2013 20.000 4.334.000 0,5 32 17 15 625 2 20 35 19
2016 20.000 3.800.000 0,5 31 16 15 645 1 18 27 20
2019 20.000 3.547.500 0,6 28 17 11 714 2 13 28 20

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AAS 13 (1921), p. 434.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN165242118 · WorldCat Identities (ENviaf-165242118