Diocesi di Caloe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Caloe
Sede vescovile titolare
Dioecesis Caloëna
Patriarcato di Costantinopoli
Sede titolare di Caloe
Mappa della diocesi civile di Asia (V secolo)
Vescovo titolare sede vacante
Istituita XIX secolo
Stato Turchia
Diocesi soppressa di Caloe
Suffraganea di Efeso
Eretta circa V secolo
Soppressa circa XIII secolo
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche

La diocesi di Caloe (in latino: Dioecesis Caloëna) è una sede soppressa del patriarcato di Costantinopoli e una sede titolare della Chiesa cattolica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Caloe, identificabile con Keles (Geles) nell'odierna Turchia, è un'antica sede episcopale della provincia romana di Asia nella diocesi civile omonima. Faceva parte del patriarcato di Costantinopoli ed era suffraganea dell'arcidiocesi di Efeso.

La diocesi è documentata nelle Notitiae Episcopatuum del patriarcato di Costantinopoli fino al XII secolo.[1]

Il primo vescovo conosciuto di Caloe è Afobio, che partecipò al concilio di Efeso del 431.[2] Una iscrizione trovata a Filadelfia di Lidia riporta il nome di Teodoro[3], attribuito alla sede di Caloe; il formulario utilizzato appartiene al V/VI secolo, datazione che, in mancanza di una riproduzione dell'iscrizione, risulta puramente ipotetica.[4] Gregorio prese parte al cosiddetto concilio in Trullo del 692.[5] Teofane assistette al secondo concilio di Nicea del 787.[6]

Nel secondo millennio sono noti tre vescovi di Caloe. La sigillografia ha restituito il nome del vescovo Giovanni , il cui sigillo è datato alla seconda metà dell'XI secolo.[7] Leone prese parte al sinodo celebrato ad Efeso nel 1167.[8] Il vescovo Teodoro fu tra i partecipanti dei sinodi di Efeso nel 1216[9] e nel 1230.[10]

Dal XIX secolo Caloe è annoverata tra le sedi vescovili titolari della Chiesa cattolica; il titolo non è più assegnato dal 26 giugno 1970.

Cronotassi[modifica | modifica wikitesto]

Vescovi greci[modifica | modifica wikitesto]

  • Afobio † (menzionato nel 431)
  • Teodoro I ? † (V/VI secolo ?)
  • Gregorio † (menzionato nel 692)
  • Teofane † (menzionato nel 787)
  • Giovanni † (seconda metà dell'XI secolo)
  • Leone † (menzionato nel 1167)
  • Teodoro II † (prima del 1216 - dopo il 1230)

Vescovi titolari[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jean Darrouzès, Notitiae episcopatuum Ecclesiae Constantinopolitanae. Texte critique, introduction et notes, Parigi 1981, indice p. 495, voce Kaloè.
  2. ^ Destephen, Prosopographie du diocèse d'Asie, pp. 162-163.
  3. ^ Al.-Emm. Contoléon, Inscriptions inédites d'Asie Mineure, Revue des Études Grecques, 58 (1901), pp. 302-303.
  4. ^ Destephen, Prosopographie du diocèse d'Asie, p. 902.
  5. ^ Giovanni Domenico Mansi, Sacrorum Conciliorum nova et amplissima collectio, vol. XI, Firenze 1765, coll. 993-994.
  6. ^ Jean Darrouzès, Listes épiscopales du concile de Nicée (787), in Revue des études byzantines, 33 (1975), p. 28.
  7. ^ Vitalien Laurent, Le Corpus des sceaux de l'empire byzantin, 5, L'Eglise, 3 volumi, Parigi 1965-1972, nº 280.
  8. ^ Vizantijskij Vremennik 11 (1904), p. 478.
  9. ^ Vizantijskij Vremennik 12 (1906), p. 103.
  10. ^ Revue des études grecques, vol. VII (1894), p. 80.
  11. ^ Vicario apostolico del Sichuan nord-occidentale in Cina, oggi diocesi di Chengdu.
  12. ^ Vicario apostolico dell'Hu-nan Meridionale in Cina, oggi diocesi di Changde.
  13. ^ Vicario apostolico di Bluefields in Nicaragua .

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi