Diocesi di Apollonopoli Maggiore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Apollonopoli Maggiore
Sede vescovile titolare
Dioecesis Apollonopolitana Maior
Patriarcato di Alessandria
Sede titolare di Apollonopoli Maggiore
Mappa della diocesi civile d'Egitto (V secolo)
Vescovo titolare sede vacante
Istituita 1933
Stato Egitto
Diocesi soppressa di Apollonopoli Maggiore
Suffraganea di Tolemaide
Eretta  ?
Soppressa  ?
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche

La diocesi di Apollonopoli Maggiore (in latino: Dioecesis Apollonopolitana Maior) è una sede soppressa e sede titolare della Chiesa cattolica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Apollonopoli Maggiore, corrispondente alla città di Edfu nell'odierno Egitto, è un'antica sede episcopale della provincia romana della Tebaide Seconda nella diocesi civile d'Egitto. Essa faceva parte del patriarcato di Alessandria ed era suffraganea dell'arcidiocesi di Tolemaide.

Questa sede è sconosciuta sia al Lequien che al Gams; Klaas A. Worp menziona invece cinque vescovi, le cui datazioni però sono molto incerte.

Oggi Apollonopoli Maggiore sopravvive come sede vescovile titolare; la sede finora non è mai stata assegnata.

Cronotassi dei vescovi greci[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Secondo Klaas A. Worp potrebbe essere anche vescovo di Antinoe.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi