Diocesi di Anemurio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anemurio
Sede vescovile titolare
Dioecesis Anemurensis
Patriarcato di Antiochia
Sede titolare di Anemurio
Mappa della diocesi civile d'Oriente (V secolo)
Vescovo titolare sede vacante
Istituita XVIII secolo
Stato Turchia
Diocesi soppressa di Anemurio
Suffraganea di Seleucia
Eretta  ?
Soppressa  ?
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche
Il teatro di Anemurium.

La diocesi di Anemurio (in latino: Dioecesis Anemurensis) è una sede soppressa e sede titolare della Chiesa cattolica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Anemurio, identificabile con le rovine di Eski Anamur nell'odierna Turchia, è un'antica sede episcopale della provincia romana di Isauria nella diocesi civile d'Oriente. Faceva parte del patriarcato di Antiochia ed era suffraganea dell'arcidiocesi di Seleucia.

Di questa antica diocesi sono noti solo quattro vescovi. Giacomo prese parte al concilio di Calcedonia nel 451. Eufronio sottoscrisse la lettera dei vescovi dell'Isauria all'imperatore Leone (458) in seguito all'uccisione del patriarca alessandrino Proterio. Giovanni fu deposto dall'imperatore Giustino I nel 518 per la sua adesione alle tesi di Severo di Antiochia. Mamas partecipò al concilio in Trullo nel 692.

Oggi Anemurio sopravvive come sede vescovile titolare; la sede è vacante dal 18 giugno 1966.

Cronotassi dei vescovi greci[modifica | modifica wikitesto]

  • Giacomo † (menzionato nel 451)
  • Eufronio † (menzionato nel 458)
  • Mamas † (menzionato nel 692)

Cronotassi dei vescovi titolari[modifica | modifica wikitesto]

  • Christoph Ignaz von Gudenus † (20 marzo 1726 - 11 dicembre 1747 deceduto)
  • Nicolò Gyvovich † (5 maggio 1749 - 13 novembre 1752 succeduto vescovo di Sirmio)
  • Ludwig Hatteisen, O.S.B. † (2 ottobre 1758 - 3 aprile 1771 deceduto)
  • Carlo Santacolomba † (19 dicembre 1785 - 13 luglio 1801 deceduto)
  • Antonio Da Arrabida, O.F.M. † (9 aprile 1827 - 11 aprile 1850 deceduto)
  • Henri Joseph Faraud, O.M.I. † (16 maggio 1863 - 26 settembre 1890 deceduto)
  • Ricardo Isaza y Goyechea † (17 febbraio 1891 - 19 luglio 1918 nominato arcivescovo titolare di Stauropoli)
  • Sofronio Hacbang y Gaborni † (8 novembre 1918 - 22 febbraio 1923 nominato vescovo di Calbayog)
  • Luis María Martínez y Rodríguez † (8 giugno 1923 - 20 febbraio 1937 nominato arcivescovo di Città del Messico)
  • Ottone Raible, S.A.C. † (18 giugno 1935 - 18 giugno 1966 deceduto)

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi