Diocesi di Adriania

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adriania
Sede vescovile titolare
Dioecesis Hadrianiensis in Hellesponto
Patriarcato di Costantinopoli
Sede titolare di Adriania
Mappa della diocesi civile di Asia (V secolo)
Vescovo titolare sede vacante
Istituita 1933
Stato Turchia
Diocesi soppressa di Adriania
Suffraganea di Cizico
Eretta circa V secolo
Soppressa circa XII secolo
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche

La diocesi di Adriania (in latino: Dioecesis Hadrianiensis in Hellesponto) è una sede soppressa del patriarcato di Costantinopoli e sede titolare della Chiesa cattolica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Adriania, corrispondente alla città di Dursunbey (fino al 1918 Balat) nella provincia di Balıkesir in Turchia, è un'antica sede episcopale della provincia romana dell'Ellesponto nella diocesi civile di Asia. Faceva parte del patriarcato di Costantinopoli ed era suffraganea dell'arcidiocesi di Cizico.

La diocesi è documentata nelle Notitiae Episcopatuum del patriarcato di Costantinopoli fino al XII secolo.[1]

Diversi sono i vescovi noti di questa antica diocesi. Nel 434 il vescovo Proclo fu trasferito da Cizico al patriarcato di Costantinopoli; questo trasferimento suscitò le critiche di coloro che lo ritenevano contrario alle norme canoniche. Lo storico Socrate Scolastico, nella sua Historia ecclesiastica, difese la legittimità di quest'atto riportando una serie di precedenti, tra cui quello di Alessandro trasferito da Basilinopoli di Bitinia a Adriania.[2]

Davide prese parte al concilio di Calcedonia nel 451 e sottoscrisse nel 458 la lettera dei vescovi dell'Ellesponto all'imperatore Leone dopo la morte di Proterio di Alessandria.[3] Cirico, Staurazio e Sisinnio presero parte rispettivamente al concilio ecumenico del 680, al concilio in Trullo del 692 e al concilio di Nicea del 787.[4] Nicola fu presente ad entrambe i concili di Costantinopoli dell'869-870 e dell'879-880 che trattarono la questione del patriarca Fozio di Costantinopoli. La sigillografia ha restituito i nomi dei vescovi Teofilatto, Leone, Costantino e Giovanni.[5]

Dal 1933 Adriania è annoverata tra sedi vescovili titolari della Chiesa cattolica; il titolo non è più assegnato dal 21 novembre 1981.

Cronotassi[modifica | modifica wikitesto]

Vescovi greci[modifica | modifica wikitesto]

  • Alessandro † (prima del 434)
  • Davide † (prima del 451 - dopo il 458)
  • Cirico † (menzionato nel 680)
  • Staurazio † (menzionato nel 692)
  • Sisinnio † (menzionato nel 787)
  • Nicola † (prima dell'869 - dopo l'879)
  • Teofilatto † (circa X-XI secolo)
  • Leone † (XI secolo)[6]
  • Costantino †
  • Giovanni †

Vescovi titolari[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jean Darrouzès, Notitiae episcopatuum Ecclesiae Constantinopolitanae. Texte critique, introduction et notes, Parigi 1981, indice p. 481, voce Adraneia.
  2. ^ Destephen, Prosopographie du diocèse d'Asie, p. 95.
  3. ^ Destephen, Prosopographie du diocèse d'Asie, pp. 215-216.
  4. ^ Jean Darrouzès, Listes épiscopales du concile de Nicée (787), in Revue des études byzantines, 33 (1975), p. 32.
  5. ^ Catalogue of Byzantine Seals at Dumbarton Oaks and in the Fogg Museum of Art, vol. III, 1996, p. 88.
  6. ^ Leo bishop of Adraneia, Online Catalogue of Byzantine Seals, Dumbarton Oaks Research Library and Collection.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi