Dinastia Liang posteriore (907-923)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
History of China
Storia della Cina
Preistoria
Paleolitico c. 500 000 anni fa – c. 8500 a.C.
Neolitico c. 8500 – c. 2070 a.C.
Antica
Dinastia Xia c. 2100-c. 1600 a.C.
Dinastia Shang c. 1600-c. 1046 a.C.
Dinastia Zhou c. 1045-256 a.C.
 Dinastia Zhou occidentale
 Dinastia Zhou orientale
   Periodo delle primavere e degli autunni
   Periodo degli Stati Combattenti
Imperiale
Dinastia Qin 221-206 a.C.
Dinastia Han 206 a.C.-220 d.C.
  Dinastia Han occidentale
  Dinastia Xin
  Dinastia Han orientale
Tre Regni 220-265
  Wei 220-265
  Shu 221-264
  Wu 222–280
Dinastia Jìn 265-420
  Jin occidentale Sedici regni
304–439
  Jin orientale
Dinastie del Nord e del Sud
420-589
Dinastia Sui 581-618
Dinastia Tang 618-907
  (Wu Zetian 690-705)
Cinque dinastie
e dieci regni

907-960
Dinastia Liao
907–1125
Dinastia Song
960–1279
  Song del Nord Xia occ.
  Song del Sud Dinastia Jīn
Dinastia Yuan 1271-1368
Dinastia Ming 1368-1644
Dinastia Qing 1644-1911
Moderna
Repubblica di Cina 1912-1949
Repubblica Popolare
Cinese

1949-oggi
Repubblica di Cina (Taiwan)
1949-oggi
Territorio occupato dai Liang posteriori nel 908
Rilievo di pietra dalla Tomba di Wang Chuzhi, Museo nazionale, Pechino

La dinastia dei Liang posteriori (後梁T, 后梁S, Hòu LiángP) (1º giugno 907 – 19 novembre 923), noti anche come Zhu Liang (朱梁T), fu una delle Cinque Dinastie durante il periodo delle Cinque Dinastie e dei Dieci Regni in Cina. Fu fondata da Zhu Wen, noto postumamente come Taizu dei Liang posteriori, dopo che costrinse l'ultimo imperatore della dinastia Tang ad abdicare in suo favore (e poi lo assassinò). I Liang posteriori sarebbero durati fino al 923 quando furono distrutti dai Tang posteriori.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Zhu Wen servì inizialmente come luogotenente di Huang Chao. Tuttavia, prese le migliori truppe di Huang e stabilì la sua base di potere come signore della guerra a Kaifeng. Entro il 904, aveva assunto il controllo su entrambe le capitali gemelle della dinastia Tang di Chang'an e Luoyang. L'imperatore Tang Zhaozong fu assassinato su ordine di Zhu nel 904 e l'ultimo imperatore Tang, Ai Di (Ai dei Tang), fu deposto tre anni dopo. L'imperatore Ai dei Tang fu assassinato nel 908, sempre su ordine di Zhu.

Intanto, Zhu Wen si dichiarò imperatore dei nuovi Liang posteriori a Kaifeng nel 907. Il nome Liang si riferisce alla regione di Henan nella quale risiedeva il cuore del regime.

Estensione del controllo[modifica | modifica wikitesto]

I Liang posteriori controllavano la maggior parte della Cina settentrionale, benché gran parte dello Shaanxi (controllato da Qi) nonché l'Hebei (controllato dallo stato di Yan) e lo Shanxi (controllato dai Turchi Shatuo) rimanesse largamente fuori dal controllo della dinastia.

Fine della dinastia[modifica | modifica wikitesto]

I Liang posteriori mantennero una relazione tesa con i Turchi Shatuo, a causa della rivalità tra Zhu Quanzong e Li Keyong, una relazione che era iniziata al tempo della dinastia Tang. Dopo la morte di Li Keyong, suo figlio, Li Cunxu, continuò ad espandere il suo stato di Jin. Li fu in grado di distruggere i Liang posteriori nel 923 e fondò i Tang posteriori.

Conferimento del Mandato del Cielo ai Liang posteriori[modifica | modifica wikitesto]

Generalmente attraverso la storia cinese, erano gli storici dei regni successivi che nelle loro storie conferivano il Mandato del Cielo postumamente alle dinastie precedenti. Questo si faceva tipicamente allo scopo di rafforzare i legami degli stessi nuovi sovrani con il Mandato. Lo storico della dinastia Song Xue Juzheng fece esattamente questo nella sua opera Storia delle Cinque Dinastie.

Varie giustificazioni furono date perché si potesse conferire il Mandato del Cielo a questo e ai successivi regimi delle Cinque Dinastie. Tra queste, vi era il fatto che queste dinastie controllavano tutte la maggior parte del centro tradizionale della Cina. Tuttavia, la dinastia Liang posteriore creava imbarazzo per la brutalità che impiegava, facendo sì che molti volessero negarle questo status, così facendo si sarebbe spezzata la catena attraverso le altre Cinque Dinastie, e quindi fino alla dinastia Song, che era essa stessa il successore dell'ultima delle Cinque Dinastie.

Sovrani[modifica | modifica wikitesto]

Nomi templari Nomi postumi Nomi di famiglia e Nomi propri Convenzioni onomastiche cinesi Durata dei regni Nomi delle ere e relative durate
Taìzǔ (太祖) Xiànwǔ (獻武) Zhū Wēn (朱溫) Nome di famiglia e nome proprio 907–912 Kaīpíng (開平) 907–911
Qiánhuà (乾化) 911–912
Non esisteva nessuno Zhu Yougui (朱友珪) Nome di famiglia e nome proprio 912–913 Qiánhuà (乾化) 912–913
Fènglì (鳳曆) 913
Non esisteva Mò (末)[1] Zhū Zhèn (朱瑱) Nome di famiglia e nome proprio 913–923 Qiánhuà (乾化) 913–915
Zhēnmíng (貞明) 915–921
Lóngdé (龍德) 921–923

Albero genealogico dei sovrani[modifica | modifica wikitesto]

Zhu Wen 朱溫 852–912
Taizu 太祖
907–912
3
8
Zhu Yougui
朱友圭 m. 913
912–913
Zhu Zhen 朱瑱 888–923
Modi 末帝
913–923

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mo ("ultimo") non è un vero nome postumo, ma è spesso designato come "Imperatore Mo" in quanto ultimo imperatore della dinastia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]