Dike Basket Napoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dike Basket Napoli
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Kit body thinbluesides.png
Kit body basketball.png
Kit shorts bluesides.png
Kit shorts.svg
Casa
Kit body thinbluesides.png
Kit body basketball.png
Kit shorts bluesides.png
Kit shorts.svg
Trasferta
Colori sociali 600px vertical trisection HEX-003087 HEX-FC4C02 White.svg Arancione · bianco · blu
Dati societari
Città Napoli
Nazione Italia Italia
Confederazione FIBA Europe
Federazione FIP
Campionato -
Fondazione 2005
Denominazione Gymnasium Napoli (2005-2011)
Dike Basket Napoli (2011-2019)
Presidente Filomena D'Angelo
Allenatore Nino Molino
Impianto PalaVesuvio
(2 000 posti)
Sito web www.dikebasket.com
Palmarès
Coppe nazionali 1 Coppa Italia di Serie A2

La Dike Basket Napoli è stata una società di pallacanestro femminile di Napoli che disputava il campionato di Serie A1.

Giocava le partite interne al PalaVesuvio e i suoi colori sociali erano il blu, il bianco e l'arancione.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nata come Associazione Sportiva Dilettantistica Gymnasium Napoli[1] è giunta in Serie A2 in seguito a ripescaggio dopo i play-off di Serie B d'Eccellenza femminile nel 2007. Nel 2011 cambia denominazione in Dike Basket Napoli. La società nel 2014 vince il suo primo trofeo con la prima squadra (dopo essere stata con le rappresentative giovanili Campione d'Italia cat. Under 14 femm. nel 2006, Campione d'Italia cat. Under 14 femminile nel 2007, Campione d'Europa cat. Under 14 nel 2007 a Mosca e Campione d'Italia 3 vs 3 nel 2007): riescono infatti a vincere la Coppa Italia di Serie A2.[2]

Viene ammessa nel campionato di Serie A1 2014-2015,[3] in quello che risulta essere il primo massimo campionato per la società.

Il 24 gennaio 2019 si ritira dal campionato di serie A1, quando occupava il quarto posto in classifica[4].

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Dike Basket Napoli.
  • 2005-06 · Protom, 5ª nel girone D della Serie B d'Eccellenza.
  • 2006-07 · Kocca Jeans, 1ª nel girone D della Serie B d'Eccellenza; terza alle final-four promozione: Green Arrow Up.svg ripescata in Serie A2.
  • 2007-08 · Kocca Jeans, 12ª nel Girone Sud della Serie A2, salva ai play-out.
  • 2008-09 · Kocca, 5ª nel Girone Sud della Serie A2, sconfitta in semifinale play-off promozione.
  • 2009-10 · General Construction Coconuda, 10ª nel Girone Sud della Serie A2, sconfitta nei quarti play-off promozione.

  • 2010-11 · Saces, 9ª nel Girone Sud della Serie A2.

Rinasce come Dike Basket Napoli.

  • 2011-12 · Saces, 8ª nel Girone Sud della Serie A2, sconfitta nei quarti promozione del Girone Sud.
  • 2012-13 · Saces, 4ª nel Girone Sud della Serie A2, sconfitta nelle semifinali promozione del Girone Sud.
  • 2013-14 · Saces Mapei, 1ª nel Conference Centro-Sud della Serie A2, 5ª nel Poule promozione; Green Arrow Up.svg ammessa in Serie A1.
Coccarda Coppa Italia.svg Vincitrice della Coppa Italia di Serie A2.

Cestiste[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Cestiste della Dike Basket Napoli

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori della Dike Basket Napoli

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione
Serie A1 5 2014-2015 2018-2019
Serie A2 7 2007-2008 2013-2014
Serie B d'Eccellenza 2 2005-2006 2006-2007

La Dike Basket Napoli ha disputato complessivamente 14 stagioni sportive a livello nazionale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gymnasium Napoli, scuola di basket femminile, 14 settembre 2005. URL consultato il 21 ottobre 2018.
  2. ^ A2 Coppa Italia: Vigarano s'inchina, trionfo Saces Napoli, 30 marzo 2014.
  3. ^ Le decisioni del Consiglio Federale, su FIP, 18 luglio 2014.
  4. ^ la Dike Napoli si ritira a campionato in corso, su repubblica.it, 25 gennaio 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]