Digital Color Meter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Digital Color Meter
L'applicazione Digital Color Meter su macOS Sierra.
L'applicazione Digital Color Meter su macOS Sierra.
SviluppatoreApple Inc.
Ultima versione5.11 (31 luglio 2016)
Sistema operativomacOS
Linguaggio
GenereScreenshot
LicenzaProprietaria
(licenza non libera)
Sito web

Digital Color Meter è un'applicazione di genere utilità sviluppata dalla Apple Inc. presente nel sistema operativo macOS. Essa serve per misurare e riportare il valore dei colori dei pixel sullo schermo di un computer Macintosh[1].

Funzionalità[modifica | modifica wikitesto]

Digital Color Meter si presenta come una singola finestra dove a sinistra è mostrata in pixel la parte di schermo attorno al cursore del mouse, con accanto un'altra finestra, di dimensioni minori, in cui viene mostrato l'esatto colore del pixel[2].

È possibile ingrandire o rimpicciolire l'apertura (che di default è 1 pixel).

Il colore del pixel indicato dal cursore è visualizzato come RGB, P3, sRGB, RGB generico, RGB Adobe o L*a*b. È anche possibile visualizzare il risultato in valori decimali, esadecimali o in percentuale[3].

È inoltre possibile bloccare la vista del cursore su un determinato pixel.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mac OS X: DigitalColor Meter, in colore digitale blog, 10 febbraio 2009. URL consultato il 22 febbraio 2017.
  2. ^ (EN) Discover the DigitalColor Meter tool on your Mac - TechRepublic, su TechRepublic. URL consultato il 22 febbraio 2017.
  3. ^ Come Utilizzare Digitalcolor Meter Sul Mac, in Very Tech. URL consultato il 22 febbraio 2017.
Apple Portale Apple: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Apple