Diga di Verdiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Diga di Verdiana
Diga di Verdiana.jpg
Veduta
StatoItalia Italia
RegioneToscana Toscana
ProvinciaPistoia Pistoia
FiumeVerdiana
UsoProduzione di energia
idroelettrica
ProprietarioENEL
Inizio lavori1943
Inaugurazione1946
TipoDiga a gravità con pietrame e manto impermeabile
Volume del bacino0,0001 milioni di
Altezza29,60 m
Tipo di turbinaPelton
Coordinate44°04′41.09″N 10°48′49.39″E / 44.07808°N 10.81372°E44.07808; 10.81372Coordinate: 44°04′41.09″N 10°48′49.39″E / 44.07808°N 10.81372°E44.07808; 10.81372
Mappa di localizzazione: Italia
Diga di Verdiana

La diga di Verdiana è uno sbarramento artificiale che ferma le acque della Verdiana, a circa 784 m.s.l.m. in località i Minuglioli a circa 3 km da Spignana. La prima pietra è stata posta nel 1943 dalla SELT-Valdarno, mentre le opere connesse sono state commissionate a quella parte dell'Enel facente capo alla SEEE.

In origine la diga non era provvista di sfioratori, quindi la capienza del bacino era maggiore, tant'è che l'acqua arrivava quasi a sfiorare il coronamento, a quota 780.5 m.s.l.m. Dopo i fatti del Vajont, nel 1964 lo stato italiano impose l'abbassamento di tutte le dighe, per questioni legate alla sicurezza, così dal '64-'65 la quota è stata riotta a 776.15 m.s.l.m

Le opere connesse al corpo della diga si protraggono per circa 6 km da I Minugioli alla Centrale idroelettrica di Sperando presso La Lima, passando per le località di Cerletta, Africo, per il paese di Spignana e Monte Castello dove a quota 700 m.s.l.m. si trova un bacino di raccolta acque, con condotta forzata, facendo effettuare all'acqua un salto di 190 m finendo su di una turbina Pelton. Sempre sul suddetto monte troviamo una bocca di sfogo delle acque, nella pendice di Sud-Est, rivolta verso la Verdiana

Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Toscana