Difenilammina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Difenilammina
formula di struttura
Nomi alternativi
N-fenilanilina
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare(C6H5)2NH
Massa molecolare (u)169,23 g/mol
Aspettosolido giallo chiaro
Numero CAS122-39-4
Numero EINECS204-539-4
PubChem11487
SMILES
C1=CC=C(C=C1)NC2=CC=CC=C2
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.)1,16 (20 °C)
Costante di dissociazione acida (pKa) a 298 K0.8
Solubilità in acqua~ 0,05 g/l (25 °C)
Temperatura di fusione53 °C (326 K)
Temperatura di ebollizione302 °C (575 K) (1013 hPa)
Indicazioni di sicurezza
Punto di fiamma153 °C (~426 K) (vaso aperto)
Temperatura di autoignizione630 °C (~903 K)
Simboli di rischio chimico
tossicità acuta pericoloso per l'ambiente tossico a lungo termine
pericolo
Frasi H301 - 311 - 331 - 373 - 410
Consigli P273 - 280 - 302+352 - 309 - 310 - 501 [1]

La difenilammina (o N-fenilanilina) è un'ammina aromatica.

A temperatura ambiente si presenta come un solido giallo chiaro dall'odore tenue. È un composto tossico, pericoloso per l'ambiente.

Viene utilizzata come indicatore colorimerico per le reazioni di ossidazione con bicromato di potassio, reazione utilizzata per il dosaggio di determinati elementi, tra cui i sali ferrosi.

La balistite è ancora fabbricata come propellente solido per razzi, ma al posto della canfora si usa difenilammina, un composto chimicamente simile ma meno volatile.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ scheda della difenilammina su IFA-GESTIS

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia