Die Blaue Partei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il Partito Blu
(DE) Die Blaue Partei
Die blaue Partei Logo vectorized.svg
LeaderFrauke Petry
PresidenteMichael Muster
VicepresidenteAlexander Langguth
Hubertus von Below
StatoGermania Germania
SedeBerlino
Fondazione17 settembre 2017, Grimma
IdeologiaConservatorismo
Conservatorismo nazionale
Liberalismo economico
Euroscetticismo
CollocazioneDestra
Gruppo parl. europeoEuropa delle Nazioni e della Libertà
Seggi Bundestag
2 / 709
Seggi Parlamento europeo
0 / 96
Seggi Parlamenti dei Länder
9 / 1821
TestataBlauer Brief
Iscritti154 (gennaio 2019)
Colori     Blu      Bianco
Sito web

Il Partito Blu (in tedesco Die Blaue Partei) è un partito politico tedesco minore di ideologia conservatrice fondato su iniziativa della ex leader di Alternativa per la Germania (AfD) Frauke Petry dopo il suo abbandono dal partito dopo le Elezioni federali in Germania del 2017. Il partito si presenta più moderato dell'AfD e mira ad attrarre i conservatori sociali, i liberali di destra e gli ex membri dell'AfD. A partire dal 22 ottobre 2017 il partito ha un membro nel Bundestag, uno nel Landtag della Sassonia e quattro nel Landtag della Renania Settentrionale-Vestfalia. Il partito è ufficialmente presieduto da Michael Muster.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Frauke Petry, leader del partito

Frauke Petry era stata eletta leader dell'Alternativa per la Germania il 4 luglio 2015. In vista delle elezioni di settembre 2017 i dibattiti interni al partito videro la sostituzione della leadership da Petry a Björn Höcke, facente parte dell'ala di estrema destra. La donna entrò per questo in conflitto con lui e gli altri membri, considerandoli troppo estremisti. Nonostante questo decise di rimanere nel partito. Alla vigilia delle elezioni Petry creò il blog indipendente Blauen ipotizzando così una futura fuoruscita.

Dopo essere stata eletta Petry decise definitivamente di abbandonare il partito ma decise anche di rimanere parlamentare come indipendente. Questo cambiò a ottobre quando annunciò la nascita formale del partito blu insieme ad altri fuorusciti dall'AfD.

Petry divenne il primo membro del partito blu nel Bundestag a causa del suo doppio mandato e il primo membro nel Landtag della Sassonia. Poco tempo dopo è stata raggiunta dal marito Marcus Pretzell, un rappresentante del Landtag della Renania Settentrionale-Vestfalia e da altri tre rappresentanti dello stesso Landtag: Alexander Langguth, Frank Neppe e Anette Schultner. Il Die Welt riportò che altri cinque rappresentanti dell'AfD nel medesimo Landtag stavano prendendo in considerazione l'idea di aderire al partito blu.

Petry ha dichiarato che il partito spera di competere nelle elezioni statali del 2019 in Sassonia. Così è avvenuto, ma ha ottenuto solo 7786 voti (0,4%), rimanendo quindi escluso dal Landtag.

Ideologia[modifica | modifica wikitesto]

Le politiche del Partito Blu sono simili a quelle dell'area moderata dell'AfD con Deutsch Welle che afferma che il partito "sembra aver preso a prestito pesantemente il libro degli AfD". Come l'AfD il Partito Blu chiede controlli più severi alle frontiere, restrizioni sull'asilo e nessuna doppia nazionalità. Il Partito Blu denuncia l'Islam politico ma non condivide l'affermazione dell'AfD secondo cui non c'è posto per l'Islam in Germania.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]