Didelphodon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Didelphodon
Immagine di Didelphodon mancante
Stato di conservazione
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Infraclasse Marsupialia
Ordine Ameridelphia
Famiglia Stagodontidae
Genere Didelphodon
Specie

Didelphodon vorax
Didelphodon padanicus
Didelphodon coyi

Il didelfodonte (gen. Didelphodon) era un mammifero marsupiale primitivo, vissuto nel Cretaceo superiore (circa 70 milioni di anni fa). I suoi resti sono stati ritrovati in Montana, Wyoming (USA) e in Alberta (Canada).

Un opossum al tempo dei dinosauri[modifica | modifica sorgente]

Benché poco più grande di un odierno opossum (Didelphis virginiana), il didelfodonte era uno dei più grossi mammiferi mesozoici. Le caratteristiche del cranio (mascelle corte e massicce) e della dentatura definiscono questo animale come un predatore. In particolare, i denti erano decisamente specializzati: i molari avevano cuspidi simili ai carnassiali degli attuali carnivori, mentre i premolari erano enormi e bulbosi, probabilmente adatti a spezzare. Un pesante rivestimento sui denti, inoltre, suggerisce una dieta molto specializzata.

Il didelfodonte appartiene alla famiglia degli stagodontidi (Stagodontidae), tipicamente nordamericana. Di questo animale sono note tre specie, Didelphodon vorax, D. padanicus e D. coyi, rinvenute nella Lance Formation, Hell Creek Formation e Scollard Formation, tutte risalenti al Maastrichtiano, un’epoca dominata dai grandi dinosauri come Tyrannosaurus e Triceratops. Sembra che il didelfodonte fosse uno stretto parente di Eodelphis del Campaniano, in particolare della specie E. cutleri.

Nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

Il didelfodonte appare per la prima volta brevemente nel programma televisivo prodotto dalla BBC Nel mondo dei dinosauri. Nel corso di una puntata, un didelfodonte viene divorato da un tirannosauro dopo che il piccolo mammifero ha tentato di derubare le uova del dinosauro. Più tardi, altri due didelfodonti vengono mostrati mentre si azzuffano per il possesso di un uovo dallo stesso nido. Nella serie britannica Primeval compare il didelfodonte.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Clemens, W. A., Jr. (1979). Marsupialia. Mesozoic mammals: the first two-thirds of mammalian history. J. A. Lilligraven, Kielan-Jaworowska and W. A. Clemens, Jr. Berkeley, University of California Press: 192-220.
  • Cifelli, R. L., Z.-X. Luo, et al. (2004). Mammals from the Age of Dinosaurs: Origins, Evolution and Structure. New York, Columbia University Press.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi