Dick Pound

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dick Pound nel 2010

Richard William Duncan Pound (St. Catharines, 22 marzo 1942) è un avvocato canadese.

È stato presidente dell'Agenzia mondiale antidoping (WADA), del Comitato Olimpico Canadese, e vicepresidente del Comitato Olimpico Internazionale (CIO).

Dal 4 aprile 2014 presiede l'Olympic Broadcasting Services, struttura deputata alla gestione delle riprese e della diffusione radiotelevisiva delle competizioni olimpiche[1].

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale dell'Ordine del Canada - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine del Canada
«Vicepresidente del Comitato olimpico internazionale, l'unico canadese a realizzare questa distinzione, svolge un ruolo importante nella promozione dello sport a livello mondiale. Lui stesso medaglia d'oro nel nuoto, è ampiamente rispettato e consultato come amministratore sportivo ed è considerato un esperto in politica sportiva internazionale.»
— nominato il 21 ottobre 1992, investito il 21 aprile 1993[2]
Ufficiale dell'Ordine nazionale del Québec - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine nazionale del Québec
— 1993
Compagno dell'Ordine del Canada - nastrino per uniforme ordinaria Compagno dell'Ordine del Canada
«Per il suo contributo come campione di equità nello sport e dello spirito olimpico, nonché per il suo impegno in cause civiche, legali ed educative. Richard Pound è un campione di equità nello sport e un primo esempio di impegno civico. È ammirato per la sua dedizione all'ideale olimpico di eccellenza personale e fair play, e ha ricoperto posizioni chiave a livello nazionale e internazionale. Come presidente fondatore dell'Agenzia mondiale antidoping, ha contribuito a creare il primo codice mondiale antidoping, che ha irrevocabilmente cambiato lo sport amatoriale e professionale. Distinto avvocato e cancelliere emerito della McGill University, dedica anche la sua energia a molte organizzazioni comunitarie.»
— nominato il 20 novembre 2014, investito l'8 maggio 2015[2]
Medaglia del giubileo d'oro di Elisabetta II - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia del giubileo d'oro di Elisabetta II
— 2002[3]
Medaglia del giubileo di diamante di Elisabetta II - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia del giubileo di diamante di Elisabetta II
— 2012[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN70614993 · ISNI (EN0000 0001 1474 5001 · LCCN (ENn94004439 · GND (DE173888453 · WorldCat Identities (ENn94-004439