Diaw Doudou

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Diaw Doudou
Nazionalità Senegal Senegal
Altezza 187 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex Difensore)
Squadra Bari Under-17
Termine carriera 2014 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1997-1998Perugia0 (0)
1998-1999Milazzo16 (2)
1999-2000Igea Virtus21 (1)
2000-2001Ancona26 (0)
2001-2005Bari84 (1)
2005-2007Torino24 (0)
2007-2008Cesena33 (0)
2008-2009Avellino26 (1)
2009-2011Atletico Roma54 (1)[1]
2011-2012Pergocrema15 (1)
2012Matera0 (0)
2012-2013Monterotondo Lupa2+ (0+)
2013-2014Maccarese? (?)
2014600px H Stripes Blue HEX-83D2F3 White.svg Atletico Mola? (?)
Carriera da allenatore
2014-2015New football AcademyGiovanissimi
2015-2016New football AcademyAllievi Reg.
2017Rappr. LND PugliaAllievi
2017-2018GravinaVice
2018Gravina
2019-2020BariUnder 15
2020-BariUnder-17
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 24 settembre 2020

Diaw Doudou (Pikine, 31 ottobre 1975) è un allenatore di calcio ed ex calciatore senegalese, di ruolo difensore, tecnico dell'Under- 17 del Bari.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Giunge all'età di 22 anni in Italia, al Perugia di Serie B, in cui non debutta mai.

Passa in prestito in diverse società di categorie dilettantistiche, fino all'esordio con la maglia dell'Ancona in Serie B. Nel 2001 lo acquista il Bari, in cui diventa un caposaldo della difesa e mette a segno la sua prima e unica rete con i biancorossi.

Dopo quattro anni passati nel Sud Italia il calciatore senegalese veste la prestigiosa maglia del Torino, appena fallito e voglioso di riconquistare la Serie A; anche con il contributo di Doudou i granata tornano in massima serie e l'allora trentunenne difensore viene confermato. Esordisce in prima serie nell'incontro Milan-Torino, giocando un'ottima partita e guadagnandosi le attenzioni della sua Nazionale, che prende in considerazione una sua eventuale convocazione.

Gli obiettivi del Toro portano il giocatore e la società granata a separarsi e così Doudou passa tra le file prima del Cesena e poi dell'Avellino, fino al trasferimento all'Atletico Roma, nel quale diventa titolare e con cui lotta alla promozione in serie cadetta fino alla finale play-off, persa contro la Juve Stabia. A fine stagione si svincola in seguito alla mancata iscrizione della società romana e il 6 agosto 2011 firma un contratto annuale con il Pergocrema[2].

Il 26 luglio 2012 si trasferisce al Matera Calcio[3], squadra partecipante al campionato di Serie D, iniziando la preparazione il 31 luglio e disputandovi solamente una partita di Coppa Italia, per poi trasferirsi il 7 settembre 2012 al Monterotondo Lupa, squadra che milita in Eccellenza laziale[4].

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la carriera da allenatore nella scuola calcio barese New Football Academy. Nella stagione 2014-2015, allena la formazione Giovanissimi, mentre nella stagione seguente quella degli Allievi regionali.

Ad Aprile 2017, viene selezionato dal presidente della LND Puglia, Vito Tisci, quale allenatore della rappresentativa allievi della Puglia per il tradizionale Torneo delle Regioni della Lega Dilettanti.[5]

A Luglio 2017 diventa allenatore in seconda del Gravina (militante nel girone H di Serie D) per la stagione 2017-2018; il 26 gennaio diventa primo allenatore della squadra pugliese causa le dimissioni del tecnico principale.[6]

Il 6 maggio 2018, in occasione dell'ultima gara di campionato contro l'Aversa Normanna, a salvezza ormai raggiunta, lascia la panchina gialloblù.[7]

Il 29 luglio 2019, viene ufficializzato il suo ingaggio come allenatore della formazione Under 15 del Bari[8], proseguendo il rapporto anche per la stagione 2020-2021, questa volta alla guida della squadra Under 17 [9].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Igea Virtus: 1999-2000

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 62 (1) se si considerano i play-off delle stagioni 2009-2010 e 2010-2011
  2. ^ Pergocrema, dopo Capua e Adeleke c'è anche Doudou tuttomercatoweb.com
  3. ^ Il Matera Calcio rinasce nella Casa Cava sassilive.it
  4. ^ Calcio, Monterondo Lupa: ecco Dou Dou e Attili romatoday.it
  5. ^ Puglia Allievi e Giovanissimi: L'esperienza di Doudou. Catalano per sorprendere lnd.it (Domenico Favale, 3 aprile 2017) -URL consultato il 20 gennaio 2020-
  6. ^ FBC Gravina, si dimette mister De Leonardis. La decisione... I am calcio.it (Antonio Fioretti, 26 gennaio 2018) -URL consultato il 27 febbraio 2018-
  7. ^ Il Gravina saluta con un pari il campionato. Doudou lascia la guida del club gravinalive.it (Redazione, 7 maggio 2018) -URL consultato il 20 gennaio 2020-
  8. ^ SSC Bari, settore giovanile: ufficializzati tecnici e dirigenti. Tra gli allenatori anche l’ex biancorosso Doudou telebari.it (Redazione, 29 luglio 2019) -URL consultato il 20 gennaio 2020-
  9. ^ Giovanili Bari, i quadri tecnici, Radio Selene, 24 settembre 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]