Diartrosi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Con diartrosi, detta anche articolazione sinoviale o diartrodiale, si indica un tipo di articolazione che riguarda superfici ossee che scivolano su cartilagine articolare.

Il termine deriva dal greco diarthrosis che significa «articolazione» («attraverso» un «arto»).

Anatomia[modifica | modifica wikitesto]

Tutte le diartrosi presentano tre elementi in comune, ovvero:

  1. Capsula articolare, di connettivo fibroso, che circonda totalmente la diartrosi, mantenendola in sede.
  2. Cavità articolare, che contiene la sinovia, situata tra le due porzioni ossee.
  3. Superfici articolari, ovvero i margini ossei, circondati da cartilagine articolare.

La cavità articolare è delimitata dalle due superfici articolari e dalla membrana interna della capsula, detta membrana sinoviale. Se le superfici articolari non sono perfettamente sovrapponibili, nella cavità vi possono essere dei dispositivi di cartilagine fibrosa che fanno coincidere perfettamente i margini ossei, rendendoli congruenti. Un esempio di ciò è dato dai menischi dell'articolazione femoro-tibiale.

Tipologia[modifica | modifica wikitesto]

In base alla forma delle superfici articolari, si riconoscono diversi tipi di diartrosi.

  • Enartrosi: è l'articolazione in assoluto più mobile, con le superfici articolari a forma di sfera (una concava, una convessa). Esempi tipici di enartrosi sono l'articolazione scapolo-omerale (spalla) e l'articolazione coxo-femorale (anca).
  • Ginglimi: le superfici che si affrontano sono a forma di segmenti di cilindro. Si suddividono a loro volta in troclee (ginglimi angolari) e trocoidi (ginglimi laterali).
  • Condilartrosi: simili alle enartrosi, le superfici articolari sono ellissoidali. Esempi di condilartrosi sono l'articolazione del polso e l'articolazione temporo-mandibolare.
  • Artrodie: le superfici articolari sono piatte. I movimenti sono scarsi, limitati allo scorrimento reciproco dei capi ossei.
  • A sella: poco mobili, ogni superficie articolare ha una parte concava e una convessa, che si incastrano fra loro. Esempio di articolazione a sella è la sterno-clavicolare.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Trattato di Anatomia umana, G. Anastasi ed altri, edi-ermes 4ª edizione, 2006

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]