Diario di un maestro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diario di un maestro
Diario di un maestro.png
Marisa Fabbri e Bruno Cirino nella scena dell'arrivo del maestro a scuola
Paese Italia, Germania
Anno 1973
Formato miniserie TV
Genere sceneggiato televisivo
Puntate 4
Durata 290 min totale
Lingua originale Italiano
Caratteristiche tecniche
Rapporto 4:3
Colore Colore
Audio mono
Crediti
Regia Vittorio De Seta
Soggetto Albino Bernardini
Sceneggiatura Vittorio De Seta
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Fotografia Luciano Tovoli
Musiche Fiorenzo Carpi
Casa di produzione RAI, Bavaria Film, Miro Cinematografica
Prima visione
Prima TV Italia
Dall' 11 febbraio 1973
Al 4 marzo 1973
Rete televisiva Programma Nazionale

Diario di un maestro è uno sceneggiato televisivo del 1973 diretto da Vittorio De Seta e trasmesso su Programma Nazionale in quattro puntate. Il soggetto è tratto dal libro autobiografico Un anno a Pietralata di Albino Bernardini.

Due anni dopo l'uscita in tv, il film raggiunse le sale ridotto a 135 minuti. Questa versione è stata selezionata tra i 100 film italiani da salvare[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In una scuola dell'estrema periferia romana, un giovane insegnante, nuovo dell'ambiente, invece di disinteressarsi della sua aula semivuota, decide di affrontare il problema del mancato rispetto dell'obbligo scolastico non in maniera burocratica, ma cercando per il quartiere i bambini che non frequentano le lezioni e dando a queste un assetto assolutamente atipico, quasi rivoluzionario per i programmi dell'epoca. Ne nasce un'esperienza di arricchimento reciproco tra i piccoli alunni e il maestro il quale, agli occhi dei telespettatori, rappresenta la persona che pratica quegli ideali da tanti altri solo predicati.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]