Diana Paxson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Diana Paxson, 2016

Diana L. Paxson (Detroit, 20 febbraio 1943) è una scrittrice, compositrice e arpista statunitense, oggi residente a Berkeley, California. I suoi lavori sono principalmente di genere fantasy, con una spiccata tendenza per il romanzo storico e i racconti fiabeschi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È nata a Detroit, nel Michigan, il 20 febbraio 1943. Giovanissima, ancora bambina, si trasferì con i genitori in California, a Los Angeles per poi laurearsi in lettere al Mills College. Successivamente, ha proseguito gli studi con un master in Letteratura Medioevale all'Università di Berkeley.[1]

Diana Paxson ha dato alle stampe il primo romanzo nel 1982, dando vita a una saga, il ciclo di Westria, ambientato in un futuro postapocalittico nella sua terra di adozione, la California. Oltre a numerosi romanzi e a prestigiose collaborazioni, ha scritto più di ottanta racconti brevi. È stata direttore regionale, per la costa ovest, dell'associazione di scrittori Science Fiction & Fantasy Writers of America. È inoltre compositrice e interprete di brani per arpa. Ancora, con due suoi romanzi è stata finalista al prestigioso premio per la narrativa fantasy Mythopoeic Fantasy Award for Adult Literature nella categoria miglior romanzo. I romanzi sono: Lady of Light (1983); The White Raven (1989).[2]

La Paxson è di religione etena, per la precisione di confessione teodista. Il suo ruolo in ambito neopagano la tiene impegnata come membro delle assemblee principali della Congregazione del sentiero a spirale e del Cerchio del Troth.

L'autrice è sposata con Donald Studebaker (scrittore conosciuto con lo pseudonimo di Jon DeCles), ha due figli e tre nipoti. Attualmente vive nella sua abitazione, il circolo culturale di Greyhaven, a Berkeley, in California.[3]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Tradotti in italiano
Inediti in italiano
  • Brisingamen, 1984
  • White Mare, Red Stallion, 1986
  • The Paradise Tree, 1987
  • The White Raven, 1988

Ciclo di Avalon[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Ciclo di Avalon.

Ha collaborato con Marion Zimmer Bradley nei seguenti romanzi del Ciclo di Avalon:

La Saga di Westria[modifica | modifica wikitesto]

  • Lady of Light, 1982
  • Lady of Darkness, 1983
  • Silverhair the Wanderer, 1986
  • The Earthstone, 1987
  • The Sea Star, 1988
  • The Wind Crystal, 1990
  • The Jewel of Fire, 1992
  • The Golden Hills of Westria, 2006

I romanzi Lady of Light e Lady of Darkness sono stati pubblicati negli Stati Uniti in un singolo volume sotto il nome di Mistress of the Jewels.

Il ciclo di Wodan[modifica | modifica wikitesto]

Hallowed island[modifica | modifica wikitesto]

  • The Book of the Sword, 1999
  • The Book of the Spear, 1999
  • The Book of the Cauldron, 1999
  • The Book of the Stone, 2000

Le Cronache di Fionn mac Cumhal[modifica | modifica wikitesto]

Ha scritto i seguenti romanzi in collaborazione con Adrienne Martine-Barnes:

  • Master of Earth and Water, 1993
  • The Shield Between the Worlds, 1994
  • Sword of Fire and Shadow, 1995

Antologie di spada e magia[modifica | modifica wikitesto]

Ha scritto i seguenti racconti contenuti nella serie Sword and Sorceress, antologie a annuali di racconti fantasy edite da Marion Zimmer Bradley:

  • Sword of Yraine
  • Shadow Wood
  • Equona's Mare
  • The Sword Slave

Diana L. Paxson ha inoltre edito, dopo la morte della Zimmer Bradley, un volume in questa famosa serie antologica, il tomo Sword & Sorceress 21.

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

L'autrice ha scritto inoltre circa un'ottantina di racconti e novelle raccolte in antologie e riviste di genere, molte pubblicate in italiano perché apparse nelle antologie di Sword & Sorceress.

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Taking Up the Runes: A Complete Guide to Using Runes in Spells, Rituals, Divination, and Magic (2005)
  • Essential Asatru: Walking the Path of Norse Paganism (2006)
  • Trance-portation: Learning to Navigate the Inner World (2008)
  • Celestial Wisdom for Every Day of your Life (con Z. Budapest).

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN52334453 · ISNI (EN0000 0000 6654 6912 · Europeana agent/base/81552 · LCCN (ENn88047681 · GND (DE132287374 · BNF (FRcb136163421 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n88047681