Diana Est

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Diana Est
Dianaest1982.jpg
Diana Est a Premiatissima 1982
NazionalitàItalia Italia
GenereNew wave
Italo disco
Periodo di attività musicale1982 – 1984

Diana Est, pseudonimo di Cristina Barbieri (Milano, 12 giugno 1963), è una cantante italiana, interprete di musica new wave negli anni ottanta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il suo pseudonimo è basato sulle parole Diana, dea della caccia romana, e Est, che corrisponde alla terza persona singolare del verbo "essere" in latino. Diana Est non aveva una voce particolarmente memorabile, ma i produttori discografici le proposero di presentarsi in pubblico con un aspetto androgino, a metà tra l'antichità classica e il futuro, con accenni all'estetica new wave.

La carriera artistica di Diana Est fu molto breve. Entrò nel mondo della musica grazie a suo zio Mario Lavezzi nel 1982, anno in cui venne messa sotto contratto dalla Dischi Ricordi, anche se un anno prima partecipò come corista per Ivan Cattaneo nel programma musicale Mister Fantasy, il quale andò in onda su Rai Uno.

La cantante ottenne un successo immediato grazie anche al contributo del cantante Enrico Ruggeri, autore dei testi dei singoli Tenax e Le Louvre. Nello stesso anno, partecipò a Premiatissima e, l'anno successivo, al Festivalbar 1983 con Le Louvre, classificandosi al secondo posto della squadra verde, quella dei giovani, dietro a Scialpi. Sempre nel 1983 partecipò ad Azzurro 1983 con lo stesso brano. L'anno successivo ritornò al Festivalbar 1984 con Diamanti, e con lo stesso brano fu anche in gara ad Azzurro 1984 nella Squadra Ananas, capitanata dal Gruppo Italiano.

Dopo aver inciso il terzo ed ultimo singolo nel 1984, Diamanti, scomparve dalle scene musicali. Scaduto il contratto quinquennale con la Dischi Ricordi, decise di chiudere definitivamente la sua esperienza musicale, giudicando l'ambiente del mondo dello spettacolo e la carriera di cantante non adatti a lei. Per molti anni dopo il ritiro la cantante non si è più esibita dal vivo e non è apparsa come ospite in programmi televisivi e radiofonici. In una intervista rilasciata da Diana Est, 20 anni dopo il suo ritiro dalle scene, a Radio Popolare il 24 gennaio del 2004, la cantante ha espresso giudizi molto negativi sull'ambiente musicale italiano dell'epoca.

Il 30 agosto 2013, dopo anni di silenzio, si è esibita sul palco dell'80 Festival a Mareno di Piave (TV). Il 24 giugno 2016, si è esibita sul palco dell'80 Festival a Palmanova (UD).

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Cristina Barbieri vive in provincia di Milano, dove svolge la professione di antiquaria. È sposata e ha due figli. È nipote del cantautore Mario Lavezzi.

Citazioni e omaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 2002 la rivista Max pubblicò un racconto di fantasia di Matteo B. Bianchi sull'attuale vita di Diana Est, dal titolo Magnifica ossessione.
  • Lo scrittore Enrico Panzi, prende spunto da Diana Est per il suo romanzo Diana Est was here - forse è già mattino e non lo so del 2015 pubblicato da Lettere Animate Editore.[1]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Enrico Panzi, Diana Est was here - forse è già mattino e non lo so, Lettere Animate Editore, 2015, ISBN 886882342X.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Dario Salvatori, Est, Diana, in Gino Castaldo (a cura di), Dizionario della canzone italiana, Armando Curcio, 1990.
  • Cristian Cizmar, Diana Est, una meteora dalla scia luminosa, in Raro!, n° 245, luglio 2012, 59-63.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]