Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Diana (nome)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Diana è un nome proprio di persona italiano femminile[1][2][3].

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Diana la cacciatrice, di Guillaume Seignac

Nome di tradizione classica, richiama la dea romana Diana[2][5][6][8]. Il nome, attestato nella forma più antica Diviana, può essere ricondotto alla radice protoindoeuropea dyeu o dyeus, "splendere" oppure "cielo"[2][6][5][8]. I significati possibili sono dunque "divina", "celeste", "luminoso", "splendente"[2][5][8], in senso lato anche "che porta il giorno", "che ha luce"[1]. In alcuni casi può anche rappresentare un ipocoristico di nomi quali Frediana, Verdiana e Secondiana.

Cominciò ad essere usato come nome proprio già nell'antica Roma, ma esclusivamente al di fuori degli ambienti cristiani, nei quali era visto come nome pagano[5], e una sua ulteriore ripresa si ebbe poi a partire dal Rinascimento[2]. In italiano è diffuso anche nella variante "Daiana", che è un adattamento basato sulla pronuncia inglese[4].

Per quanto riguarda l'inglese, lì il nome divenne più comune dopo il 1817, allorché venne pubblicato il romanzo di Walter Scott Rob Roy, nel quale è presente un personaggio chiamato così[2], e dal XIX secolo è stata adottata anche la forma francese Diane[3].

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

L'onomastico si può festeggiare in memoria della beata Diana degli Andalò, monaca domenicana e fondatrice, ricordata il 10 giugno[9], oppure in memoria della beata Diana Giuntini, patrona di Santa Maria a Monte, commemorata il primo lunedì dopo Pasqua.

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Persone di nome Diana.

Variante Diane[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Persone di nome Diane.

Variante Dianne[modifica | modifica wikitesto]

Altre varianti[modifica | modifica wikitesto]

Il nome nelle arti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g Accademia della Crusca, p. 627.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac (EN) Diana, su Behind the Name. URL consultato il 19 luglio 2012.
  3. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v Sheard, p. 172.
  4. ^ a b Galgani, p. 215.
  5. ^ a b c d e f Galgani, p. 223.
  6. ^ a b c d Albaigès i Olivart, p. 88.
  7. ^ (EN) Dyan, su Behind the Name. URL consultato il 19 luglio 2012.
  8. ^ a b c (EN) Diana, su Online Etymology Dictionary. URL consultato il 19 luglio 2012.
  9. ^ Beata Diana degli Andalò, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 30 giugno 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi