Dialetto palermitano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palermitano
Paljaimmitanu
Parlato inItalia Italia
RegioniCittà metropolitana di Palermo
Locutori
Totale~706 mila[senza fonte]
Tassonomia
FilogenesiIndoeuropee
 Italiche
  Romanze
   Italo-occidentali
    lingue italo-dalmate
     Dialetti italiani meridionali estremi
      Lingua siciliana
       Dialetto siciliano occidentale
        Dialetto palermitano
Codici di classificazione
ISO 639-2pal (Lingue romanze)
Estratto in lingua
Dichiarazione universale dei diritti umani, art. 1
Tutti l'òmini nàscinu líbbiri e nnâ stissa manìera 'i l'àvutri pi ddignità e ddiritti. Iḍḍi ànnu ogn'unu u so cirivìeḍḍu pi raggiunari e ànn'a campàri unu cull’àvutru comu si ffussiru fràti râ stissa matri.

Il palermitano (paljaimmitanu) è una variante diatopica occidentale della lingua siciliana, parlata nella città di Palermo, nelle sue frazioni e in alcune aree della sua città metropolitana.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La variante diatopica conosciuta come palermitano, differisce più o meno marcatamente dai dialetti di altri areali siciliani - soprattutto a livello fonetico e lessicale - anche se non di molto rispetto ai restanti dialetti occidentali della Sicilia, dei quali forma parte.[1]

Espressioni e modi di dire[modifica | modifica wikitesto]

Il palermitano è ricco di espressioni e modi di dire, talvolta molto complessi e coloriti, che fanno spesso parte integrante della conversazione, al punto di riuscire a comunicare un intero e complesso concetto o sensazione attraverso poche o addirittura singole parole. Difatti si sostiene che utilizzando le espressioni tipiche, il concetto venga espresso con maggior effetto all'interlocutore.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bernadette Hofer-Bonfim - Silvio Cruschina: Dialetti siciliani. Uso e aspetti sociolinguistici, su academia.edu.
  2. ^ Modi di dire, su digilander.libero.it. URL consultato il 1º dicembre 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]