Devin Booker (cestista 1996)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Devin Booker
Devin Booker (30362063153).jpg
Booker in azione con la divisa dei Suns
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 198 cm
Peso 95 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Guardia
Squadra Phoenix Suns
Carriera
Giovanili
2010-2011Grandville High School
2011-2014Moss Point High School
2014-2015Kentucky Wildcats
Squadre di club
2015-Phoenix Suns280 (6.025)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 20 aprile 2019

Devin Armani Mark Booker (Grand Rapids, 30 ottobre 1996) è un cestista statunitense, professionista nella NBA con i Phoenix Suns.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È il figlio di Melvin Booker.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo una sola stagione in NCAA con i Kentucky Wildcats (chiusa con 10 punti di media) viene scelto alla tredicesima chiamata del draft NBA 2015 dai Phoenix Suns. Booker fa il suo esordio in NBA il 28 ottobre 2015 contro i Dallas Mavericks segnando 14 punti. Il 19 gennaio segna 32 punti contro gli Indiana Pacers diventando il terzo giocatore più giovane nella NBA a segnare almeno trenta punti in una partita (gli altri due giocatori sono LeBron James e Kevin Durant). Il 10 marzo del 2016 segna 35 punti contro i Denver Nuggets, migliorando così il suo record personale da rookie. Finisce la sua prima stagione con 13,7 punti per partita, aggiudicandosi una posizione nell'NBA All-Rookie First Team.

Il 4 ed il 6 novembre 2016 segna 38 e 39 punti (rispettivamente contro i New Orleans Pelicans e i Los Angeles Lakers) diventando il primo giocatore dei Suns a segnare almeno 38 punti in due partite consecutive dopo Tom Chambers. Il 24 marzo 2017, nella sconfitta 130-120 contro i Boston Celtics, mette a segno 70 punti – decima miglior prestazione offensiva nella storia della lega –, divenendo il più giovane cestista a realizzarne almeno 60 in una partita NBA.[1] Chiude la sua seconda stagione in NBA con 22.1 punti, 3.2 rimbalzi e 3.4 assist di media a partita.

Nella stagione 2017-2018 segna un season-high di 46 punti nella vittoria ottenuta in casa dei Philadelphia 76ers e diventa il terzo giocatore più giovane a raggiungere quota 4.000 punti segnati (dopo LeBron James e Kevin Durant). Il 18 febbraio 2018 vince la NBA Three-point Shootout in finale contro Klay Thompson e Tobias Harris, segnando anche il record di 28 punti realizzati.[2] Chiude la terza stagione in NBA con 24.9 punti, 4.5 rimbalzi e 4.7 assist di media a partita.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Regular Season[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
2015-2016 Phoenix Suns 76 51 27,7 46,4 34,3 84,0 2,5 2,6 0,6 0,3 13,8
2016-17 Phoenix Suns 78 78 35,0 44,8 36,3 83,2 3,2 3,4 0,9 0,3 22,1
2017-18 Phoenix Suns 54 54 34,5 46,0 45,3 87,8 4,5 4,7 0,9 0,3 24,9
2018-19 Phoenix Suns 64 64 35,0 46,7 32,6 86,6 4,1 6,8 0,9 0,2 26,6
Carriera 272 247 33,1 45,8 40,3 85,7 3,5 3,7 1,8 0,3 21,4

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]