Desigual

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Desigual
Logo
StatoSpagna Spagna
Fondazione1984
Fondata daChristian Meyer e Thomas Meyer
Sede principaleIbiza
SettoreAbbigliamento
Prodotti
  • Vestiti
  • Calzature
  • Accessori
Fatturato828 milioni di [1] (2013)
Dipendenti3563 (2011)
Slogan«La vida es chula»
Sito web

Desigual è un'impresa produttrice di abbigliamento e calzature con sede a Barcellona (Spagna),[2] che si caratterizza per la linea allegra dei propri prodotti, con stampe dai colori vivaci e l'incorporazione di graffiti.[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Desigual è stata fondata nel 1984 dai fratelli Christian e Thomas Meyer.

Desigual produce capi d'abbigliamento, accessori e calzature per uomo, donna e bambino. Secondo Manell Adell, ex consigliere delegato del gruppo, il fatturato di Desigual nel 2011 è stato di 560 milioni di euro, con una crescita del fatturato pari al 20%.[4] Desigual ha terminato il 2011 con una presenza nel mondo di 250 negozi dedicati , 14 in Italia e una serie di Outlet stores , 7.000 negozi multimarca e 1.700 stand nei grandi magazzini.[5]

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 l'azienda ha iniziato una collaborazione con il designer francese Christian Lacroix.[6] Nel gennaio 2011 ha firmato una partnership con il Cirque du Soleil per disegnare la linea Desigual Inspired by Cirque du Soleil,[7] composta da 60 tra capi e accessori ispirati al celebre sodalizio canadese.[8]

Immagine[modifica | modifica wikitesto]

L'immagine dell'azienda ha sempre cercato di riflettere la filosofia del brand anche nell'immagine aziendale.

[modifica | modifica wikitesto]

Loghi desigual
1983
1986
1998
2004

Il primo logo ideato per marchiare i capi era la semplice dicitura "Desigual" scritta con il font rubber stamp. Nel 1986 l'illustratore spagnolo Peret disegna il nuovo logo, rappresentando un uomo e una donna stilizzati e il nome in carattere eagle. Nel 1998 questo logo tradizionale è stato affiancato da uno con le linee molto più tondeggianti, sempre rappresentanti un uomo e una donna stilizzati. Nel 2004 l'azienda torna alla semplicità delle linee con una semplice dicitura del nome in helvetica, ma con la "s" scritta al contrario come segno distintivo, spesso posta su un chiazza di colori molto accesi e acquerellati.

Slogan[modifica | modifica wikitesto]

Il primo slogan dell'azienda è stato "No es lo mismo" (non è la stessa cosa in italiano). Alcuni slogan che l'azienda ha utilizzato sono: Real Life, Magic Stories, Luxury Feelings, Me&You, Better&Better, Wow, All Together, Handmade, Rainbow e La Vida es Chula.

Promozioni[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2011 Desigual ha lanciato una campagna in Spagna e Portogallo dal nome “Entra desnudo, sal vestido”[9] (letteralmente “Entra nudo, esci vestito”) con la quale invitava i propri clienti a recarsi vestiti esclusivamente del proprio intimo presso un punto vendita allo scopo di venire vestiti gratuitamente da capo a piedi. La campagna ha avuto talmente tanto successo che nel negozio di Madrid circa 200 persone hanno atteso l'apertura del negozio in lingerie per fruire dei saldi invernali. La campagna è stata ripetuta nel 2011 a Londra, Berlino, Stoccolma, Madrid, Praga e New York. Nel 2012 ha avuto luogo a Madrid, Siviglia e Lione.[10] A luglio 2013 l'iniziativa di marketing è stata proposta anche a Milano e Torino.

Presenza internazionale[modifica | modifica wikitesto]

Desigual possiede punti vendita nei seguenti stati (dati diffusi a ottobre 2011): Andorra, Austria, Bahrein, Belgio, Colombia, Cile, Repubblica Ceca, Danimarca, Repubblica Dominicana, Dubai, Egitto, Isole Far Oer, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Hong Kong, Islanda, Irlanda, Italia, Corea del Sud, Giappone, Kazakistan, Kuwait, Libano, Paesi Bassi, Norvegia, Panama, Polonia, Portogallo, Qatar, Romania, Arabia Saudita, San Marino, Singapore, Spagna,[11] Svizzera, Svezia, Thailandia, Turchia, Ucraina, Regno Unito, Stati Uniti e Venezuela.[12]

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 il marchio Dolores Promesas denunciò Desigual per la commercializzazione di una maglietta con un disegno identico a una propria creazione e per la conseguente violazione dei diritti d'autore.[13] Poco prima, nel luglio 2008, il marchio Custo Barcelona, dello stilista Custo Dalmau, minacciò una denuncia, facendo intendere che Desigual avesse copiato sistematicamente parecchi suoi prodotti con l'intento di confondere la clientela.[14] La denuncia minacciata, però, non fu mai formalizzata.[15]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]