Desiderio (religioso)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Desiderio di Benevento
Menologion of Basil 066.jpg

Lettore e Martire

Nascita Benevento, 273 circa
Morte Pozzuoli, 19 settembre 305
Venerato da Chiesa cattolica
Canonizzazione  ?

Desiderio (Benevento, 273 circa – Pozzuoli, 19 settembre 305) è stato un religioso italiano. Lettore della chiesa beneventana, fu uno dei sette "martiri puteolani".

Agiografia[modifica | modifica wikitesto]

Di origine beneventana, fu il lettore del vescovo Gennaro, ed ebbe l'appoggio del diacono Festo. Quando il vescovo Sossio di Miseno - amico di Gennaro - venne arrestato, lui, Gennaro e Festo accorsero per assisterlo e confortarlo. Ma vennero arrestati anche loro. Dopo di essi furono catturati Procolo di Pozzuoli e i giovani laici Eutichete e Acuzio. Dopo varie torture, il 19 settembre 305, sulla Solfatara di Pozzuoli, venne spiccata loro la testa.

Culto[modifica | modifica wikitesto]

Il Martirologio Romano ha fissato la sua ricorrenza il 19 settembre.

La sua data di canonizzazione è ancora avvolta nel mistero.

Reliquie[modifica | modifica wikitesto]

In quanto alle reliquie, nella notte tra il 19 e il 20 settembre 305, alcuni cristiani portarono a seppellire i corpi dei martiri, in un campo lì vicino, detto Agro Marciano. Poi le reliquie furono traslate dapprima nella Cattedrale di Benevento poi nel Santuario di Montevergine assieme a quelle del diacono Festo.