Desideria: la vita interiore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Desideria, la vita interiore
Desideria la vita interiore (film 1980).JPG
Lara Wendel (Desideria)
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1980
Durata104 min
Generedrammatico, giallo, erotico
RegiaGianni Barcelloni Corte
SceneggiaturaGianni Barcelloni Corte, Enzo Ungari
ProduttoreCinemaster, Medusa, Lisa Film
Interpreti e personaggi

Desideria: la vita interiore è un film del 1980, diretto da Gianni Barcelloni Corte e tratto dal romanzo La vita interiore di Alberto Moravia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Desideria è una ragazza brutta e sovrappeso. La madre di Desideria, Viola, è invece una bella donna che cerca di vivere una vita spensierata, cambiando spesso uomo e, ciò, infastidisce la figlia. Una volta esaurita la propria pazienza Desideria cerca di suicidarsi, ma finisce in ospedale. Durante il trattamento perde molto peso: gradualmente da ragazza corpulenta e grossolana si trasforma in una bellissima ragazza che attira gli occhi degli uomini. Nonostante la ragazza cambi dal punto di vista fisico, il suo rapporto con la madre non migliora, così Desideria decide di trovare il padre, che da tempo aveva lasciato la famiglia. In un carosello di tradimenti e di gelosie Desideria spingerà un suo amante, tale Quinto, ad uccidere Erostrato, amante della madre. Compresa la gravità dell'accaduto uccide Quinto e simula un omicidio-suicidio avvenuto tra i due uomini.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema